Poco importa se dopo le feste dovremo fare i conti con cinture e bilance, a Natale tutto è concesso, soprattutto se si parla di cibo: ecco i dolci tipici da preparare.

Durante le festività, i dolci ricoprono un ruolo centrale sulle nostre tavole e tra quelli regalati e quelli che proprio non rinunciamo a comprare al supermercato, saremo invase di panettoni, pandori e torroni. Tuttavia oltre a queste classiche delizie commerciali, esistono tantissimi dolci tipici da preparare in casa con poco tempo, stupendo i nostri ospiti e commensali con dolci genuini e gustosi.

  • Mostaccioli: tipici del centro e sud Italia, sono dei biscotti natalizi, che possono essere preparati in tante versioni diverse, come ad esempio con il cioccolato bianco, fondente o al latte. Per realizzarli vi basterà impastare insieme miele, farina, zucchero, cannella, scorza di limone e un pizzico di sale, per poi cucinarli in forno dandogli delle forme a rombo. Una volta cotti potrete divertirvi a immergerli nel cioccolato sciolto a bagnomaria.

mostaccioli0

  • Tronchetto di Natale: è un po’ lungo e difficile da preparare, ma il risultato, soprattutto a livello di aspetto, è davvero piacevole. Per realizzare il vostro tronchetto dovrete preparare separatamente la pasta biscuit, la crema pasticcera e la glassa al cioccolato per ricoprirlo. Non appena ci avrete preso la mano, potrete divertirvi a decorarlo come più vi piace, utilizzando anche la pasta di zucchero se volete per realizzare formine o mini pupazzi di neve da metterci sopra.
  • Roccocò: sono delle ciambelle tipiche napoletane, dalla forma schiacciata e la consistenza di un biscotto, che diventano più morbide grazie ad una bagna di vino, marsala o spumante. Gli ingredienti principali sono le mandorle e il miele, che vanno uniti a farina, ammoniaca, scorza d’arancio e di limone e pisto. Potrete offrirle ai vostri ospiti, ma anche utilizzarle ad esempio come segna posto a tavolo.
  • Croccante: facilissimo da preparare e velocissimo da mangiare, è una classica ghiottoneria romana. Per realizzarlo mescolate lo zucchero caramellato nell’acqua con le mandorle e le nocciole tritate, il burro e il succo di limone, poi con l’ausilio di una corta oliata e di un mattarello stendetelo e create dei quadrotti, ifine lasciate raffreddare fin quando sarà pronto per essere mangiato.
  • Tartufi allo zenzero: si preparano generalmente per accompagnare il calendario dell’avvento, ma sono dei cioccolati così speciali e gustosi che sono perfetti anche per da servire dopo il pranzo di Natale insieme al caffè. Il segreto è mischiare insieme cioccolato bianco e fondente e arricchire la panna con il gusto delle spezie.
  • Pitta nchiusa: è un dolce tipico calabrese composto da tante roselline di pasta sfoglia al vino bianco arricchite da frutta secca, miele e spezie. La preparazione è leggermente complessa e lunga, ma l’effetto finale sarà davvero sorprendente.

Resistete al fascino del panettone in scatole e mettetevi alla prova con un di questi dolci tipici, i vostri commensali resteranno positivamente stupiti.

Claudia Di Meo