Skip to content

10 cose da non comprare quando si aspetta un bebè

Quando si è in attesa di un bebè, presi dalla gioia e dell’aspettativa dell’arrivo, si comprerebbe di tutto.

Ogni oggetto ci sembra indispensabile per accogliere il piccolo, ma spesso la maggior parte di questi non sono necessari e, considerando i regali che si riceveranno, rischiano di essere dei doppioni che tolgo spazio e soldi per cose più importanti.

Ecco qui una lista di 10 cose che non dovete comprare, che potete prendere in affitto o che inconsapevolmente avete già in casa:

  1. La culla: è generalmente la prima cosa che i genitori acquistano, ma la culla è uno di quelli oggetti che occupa molto spazio in casa e non può essere riutilizzato, almeno fino all’arrivo di un altro bambino. Il bebè infatti può dormire nella carrozzina per i primi mesi e una volta cresciuto può passare direttamente al lettino.
  2. Il box: anche questo è molto voluminoso e come suggerisce il metodo Montessori  non è funzionale allo sviluppo dell’indipendenza del bambino, che potrebbe sentirsi come in trappola.
  3. Carillon: i bambini si addormentano anche senza, magari con la voce di mamma e papà.
  4. Girello: spesso oggetto di critiche da parte dei pediatri. Fa male, fa bene…nel dubbio evitiamo!
  5. Il tiralatte: è uno di quegli oggetti che potete noleggiare in farmacia per il periodo in cui ne avrete bisogno.
  6. Troppi vestitini o scarpette: per le mamme non sono mai troppi e quando si è un’attesa ogni negozio d’infanzia è una tentazione, ma bisogna ricordare che i bambini crescono in fretta e inoltre che vestiti e scarpe sono i regali più quotati per l’arrivo di un neonato.
  7. Detersivo specifico: potete utilizzare il vostro detersivo abituale, utilizzandone una dosa inferiore per il bucato dei più piccoli e evitando assolutamente l’ammorbidente.
  8. Peluche: spesso è più un accumulo di polvere e porta solo acari in giro per casa.
  9. Il fasciatoio: il mobiletto non è necessario, è sufficiente infatti solo il materassino da poter utilizzare su qualsiasi superficie della casa.
  10. Omogeneizzatore: lo svezzamento è un argomento delicato e se non vi fidate delle pappe commerciali, potete realizzarne in casa semplicemente grattugiando la frutta oppure con un frullatore ad immersione per la verdura.

Articoli correlati

La redazione

La redazione

La redazione di Chizzocute è come una famiglia, grande e animata, composta da donne e uomini uniti da ideali di vita sostenibile, che pongono le relazioni umane al centro delle proprie scelte, consapevoli che tutti noi “siamo frutto della nostra famiglia”.

All posts by La redazione

Comments are closed.