Skip to content

#SorridiPerché il sorriso è lo strumento più potente per donare felicità

A volte per le persone che amiamo architettiamo sorprese elaborate, regali costosi, idee per stupire sulla quale rimuginiamo per giorni. Molto bello, senz’altro. Però sapete che c’è?

Che la felicità non è una volta e basta, la felicità è fatta di piccoli gesti ed attenzioni quotidiane che ti fanno rallegrare del fatto che qualcuno ti abbia a cuore, perché fa delle cose carine ma in modo spontaneo ed automatico. Ed a volte a quei piccoli gesti non diamo valore, perché ormai siamo abituati.

Ci ho riflettuto su quali sono quelle piccole ed insospettabili cose che mi rendono felice, e ve le voglio raccontare: magari vi rivedrete nelle mie parole, magari vi lascerete ispirare per regalare a vostra volta delle piccole pillole di felicità!

Mi rende felice che mio marito, prima di iniziare a mangiare, mi dia un bacio sulle labbra per augurarmi buon appetito. Da 11 anni. Mi rende felice che mi aiuti a sparecchiare e che mi sbucci le arance perché a me da’ fastidio lo spirito e mi fa prudere il naso. Mi fa felice che non si crei problemi ad utilizzare il mio stesso tovagliolo. Mi fa felice che mi racconti le sue giornate, come fossi un suo amico. Mi fa felice che ha rispetto del mio lavoro e mi viene incontro aiutandomi in casa. senza che io glielo chieda. Mi fa felice che quest’anno abbia fatto lui l’albero di Natale. Mi fa felice che la sera vuole che sul divano ci sediamo tutti insieme. Mi fa felice sapere che mi ama, anche se me lo avrà detto forse 3 volte in 11 anni, ed anche se a lui non lo ammetterò mai, ha ragione quando mi dice che in fondo non occorre dirlo e star dietro agli stereotipi, che l’amore vero non ne ha bisogno.

Mi fa felice mia madre, quando è l’unica a ricordarsi il mio onomastico, me compresa. Mi fa felice mia nonna quando mi compra le sfogliatine che sa mi piacciono tanto, e mi commuove quando si fa 2 piani a piedi per venirmi a trovare, nonostante le ossa messe non proprio bene. Mi fa felice mio fratello quando mi affida i suoi pensieri più complessi ed intimi. Mi fa felice mio figlio, quando mi allunga le braccia e con il più disarmante dei sorrisi sdentati mi dice “Con te!“. Mi fanno felice le mie amiche quando mi danno il buon giorno su Whatsapp e quando chiacchierano con me fino a notte fonda se ce n’è il bisogno, e quelle che mi vengono a trovare nonostante gli impegni.

Mi fanno felici i passanti, quando mi sorridono… E mi fa ancora più felice avere la possibilità di rispondere a mia volta a quel sorriso.

Che bello che è il sorriso. Quanto può regalare un sorriso? Dona luce a noi stessi e la infonda agli altri, e la qualità della vita, se sorridiamo, migliora notevolmente. Il sorriso è lo strumento più potente, nonché immediato, per donare felicità.

Ecco cos’è la felicità, quella duratura: sono tanti piccoli diamanti che possiamo raccogliere durante il nostro quotidiano, che scorgiamo solo se alleniamo il nostro occhio ed il nostro cuore. Ecco perché vi invito ad interrogarvi, a chiedervi quali sono le piccole cose che vi strappano un sorriso.

Perché a volte la felicità arriva proprio così, senza pensarci troppo, e si condivide così, tra poche parole.

E stasera, sul divano, a Nino lo regalo io un sorriso: un dessert Cameo Camì al gusto Mou, come piace a lui, mentre gli faccio i grattini sulla testa, e magari gli faccio anche scegliere cosa guardare in tv!

E tu #SorridiPerché…?

Alla prossima, Loredana

Categorized: FAMIGLIA
La redazione

La redazione

La redazione di Chizzocute è come una famiglia, grande e animata, composta da donne e uomini uniti da ideali di vita sostenibile, che pongono le relazioni umane al centro delle proprie scelte, consapevoli che tutti noi “siamo frutto della nostra famiglia”.

All posts by La redazione

Comments are closed.