Skip to content

5 settembre: il lunedì dei buoni propositi

Buongiorno a tutti, sapete che giorno è oggi?

Lo sapete davvero?

Sì, ok, è il 5 settembre, e allora?!“, mi direte voi, acidine della zia De.

Ragazze, non scherzate, non è solo il 5 settembre.

Non è solo un altro tedioso lunedì. È QUEL lunedì.

Quel lunedì che ci ha molestato il cervello tutto l’anno, quel lunedì che ci ha scosso le viscere peggio di un minipimer. (Sì? Ah sì, proprio così, Deborah, non penso ad altro!)

Sì proprio quel lunedì: il lunedì dei buoni propositi.

Il primo lunedì di settembre, uno dei mesi più odiati della storia perché è la manifestazione di tutto ciò che nella vita ci piace tanto quanto ci piacerebbe spaccarci il cranio contro un muretto di cemento armato.

Settembre è palesemente uno di quei mesi che avrebbe del potenziale, ma non si applica.

Il mare a settembre è splendido, il sole è caldo ma non brucia, in giro si sta da Dio… Ma tanto le ferie te le sei bruciate ad agosto, e settembre serve solo per ricordarti quanto possa far schifo la vita reale: se sei una mamma sarai impegnata in quel divertente (esilarante, vero?) tran-tran che precede il rientro a scuola e al lavoro; se sei una studentessa sai di cosa parlo se pronuncio le fatidiche parole: SESSIONE AUTUNNALE? (Quanti esami ti sei lasciata indietro, bella gioia? Quanto ti stai maledicendo?)

Insomma, è proprio un bel mese… se sei Paris Hilton.

Ad ogni modo, bando alle ciance.

Da oggi si dovrebbero mettere in atto tutti quei “buoni propositi” pensati durante l’estate o addirittura l’anno:

Mettersi a dieta, andare a correre, andare in palestra, cominciare un corso di qualcosa-non-so-ancora-cosa, smetterla di mangiare così tanti dolci, riprendere a suonare quello strumento che sta ammuffendo nel ripostiglio, buttare via i vestiti che non calzano più, ricominciare a volersi bene…

Quanti “buoni propositi” ci siamo prefissati durante quest’anno? Quanti di questi sono davvero importanti? Ma soprattutto…

Quanti possiamo rimandare fino a Capodanno?!

Io, per me, ho deciso di ricominciare a mangiare bene, a volermi bene, a dormire bene e a trovare del tempo per fare ciò che vorrei fare.

Il mio buon proposito non è andare in palestra o obbligarmi a fare qualcosa che non vorrei fare: è fare ciò che mi va in quel momento per almeno 15 minuti al giorno. Alla fine me lo merito, no?

Ho voglia di correre? Corro.

Ho voglia di mangiare una fetta di torta? La mangio, perché non dovrei? In previsione di una nuova prova costume di cui non me ne fregherà di nuovo nulla? Nah.

Insomma, ma diciamolo una volta per tutte… Ma chissene frega dei buoni propositi di settembre che tanto poi non li rispetta nessuno?!

Godiamoci questo mese che, sono certa, rispecchia molto e molti di noi…. Sì, perché alla fine siamo un po’ tutti come settembre: avremmo del potenziale per essere felici, ma non ci applichiamo.

Deborah

Articoli correlati

Categorized: Yourself
Tagged:
La redazione

La redazione

La redazione di Chizzocute è come una famiglia, grande e animata, composta da donne e uomini uniti da ideali di vita sostenibile, che pongono le relazioni umane al centro delle proprie scelte, consapevoli che tutti noi “siamo frutto della nostra famiglia”.

All posts by La redazione