Skip to content

9 maggio: giornata mondiale della lentezza, un dono per noi e i nostri bambini

Dice un detto popolare “Chi va piano, va sano e va lontano” e non è solo un invito a non schiacciare troppo il pedale dell’acceleratore quando andiamo in auto ma anzi, è esteso a tutta la nostra vita.

Nel mondo odierno sembra che ci siamo dimenticati di andare piano, di assaporare il tempo.

Il 9 maggio è la GIORNATA MONDIALE DELLA LENTEZZA, quale migliore occasione per soffermarci a pensare all’affannata routine contro il tempo che ci coinvolge e coinvolge ovviamente anche i nostri bambini.

I bambini sono creature in crescita che hanno loro ritmi, diversi tra loro e diversi da quelli degli adulti, per loro tutto è scoperta e ci vuole tempo per scoprire, osservare, provare, sbagliare e riprovare. Pensiamo a quante volte, distrattamente, aiutiamo un bambino a fare qualcosa senza che sia stato lui a chiedercelo perché abbiamo fretta, dobbiamo fare veloce.

I bambini sembrano presi da tutta questa frenesia tanto che spesso accade che vogliano sempre fare, fare e fare anche loro, come se non riuscissero a stare senza far nulla, ad annoiarsi, a girarsi i pollici guardando il soffitto.

Eppure questi momenti sarebbero importanti per tutti e lo sono tantissimo per i bambini perché scoprono di poter stare con se stessi, con i pensieri che arrivano all’improvviso mentre guardi il soffitto e magari ti viene anche una fantastica idea per un nuovo gioco o per risolvere un problema che non sembrava avere soluzione o per pensare a cose accadute e vederle sotto altra luce.

Permettere (e permettersi per noi adulti) di riscoprire i propri tempi, che poi sono i tempi della natura, è un dono importante.

Possiamo lamentarci ad esempio che un bambino abbia difficoltà ad aspettare il proprio turno in una conversazione o un gioco ma pensiamo se quel bambino è “allenato” ad aspettare, tutto intorno a lui in genere è frenetico: la sua giornata incastrata tra mille impegni uno dopo l’altro, addirittura anche i cartoni animati pensati per i bambini di oggi sono veloci altrimenti annoiano, non sono più come quelli di qualche decennio fa.

Per questa giornata mondiale della lentezza proviamo a riflettere sull’importanza di riscoprire insieme ai nostri bambini la bellezza del vivere lento, del sapere aspettare e ritrovare ritmi più vicini a quelli della natura.

Ad esempio impastiamo del pane e aspettiamo che lieviti in modo naturale, piantiamo un seme e aspettiamo di vederlo germogliare avendone cura, liberiamoci da qualche impegno e passiamo del tempo guardando semplicemente le nuvole passare in cielo.

Articoli correlati

Categorized: FAMIGLIA
Tagged:
La redazione

La redazione

La redazione di Chizzocute è come una famiglia, grande e animata, composta da donne e uomini uniti da ideali di vita sostenibile, che pongono le relazioni umane al centro delle proprie scelte, consapevoli che tutti noi “siamo frutto della nostra famiglia”.

All posts by La redazione