Skip to content

Allenamento funzionale: quando l’allenamento cala a pennello

Proprio come un vestito per un’occasione importante o quel paio di jeans destinati a diventare la nostra seconda pelle, ancora di salvezza per quei momenti in cui apriamo l’armadio e nonostante ci cadano addosso pantaloni, gonne e maglie noi proprio non vediamo niente…

l’allenamento giusto, quello che dobbiamo scegliere con consapevolezza, deve essere perfetto per il nostro corpo e la nostra personalità, tirare fuori la nostra identità, e non solo quella fisica, che ci caratterizza e ci rende uniche.

Non esiste infatti una donna con le caratteristiche fisiche o psicologiche uguali a quelle di un’altra, fosse questa la sua migliore amica o sorella.
Ognuna di noi ha la fortuna di essere un contenitore magico frutto di esperienze pregresse e momenti contingenti, meccanismi mentali complessi e caratteri in continua evoluzione.

Per questo motivo è necessario individuare quale sia l’attività giusta, quella che ci fa divertire, scaricare e stare bene, quella che ci “sintetizza” e valorizzandoci esprime il nostro vero io.
E per capire quale attività più ci rappresenta possono essere necessari lunghi periodi di pratica e valutazione, così come può bastare qualche minuto di allenamento a far scoccare la scintilla, a far nascere sul tuo viso quel sorriso mix di sfida e divertimento, e subito  attivare la produzione di adrenalina.

allenamento funzionale definizione

Vi consigliamo di stare ben attente a ricercare professionalità, di fare un tour nei vari centri, se ancora non ne avete uno di fiducia, per provare le varie attività, in primis perché all’inizio è fondamentale allenarsi in presenza di un bravo istruttore e poi perché, come quando andiamo a fare shopping, è necessario provare modelli, taglia e generi sempre diversi prima di scegliere.

Il nostro obiettivo è, e sarà, quello di motivarvi ad introdurre nella vostra beauty routine un allenamento costante che tenga conto delle vostre esigenze personali compreso il poco tempo che avete a disposizione, e delle nuove realtà del mercato, presentandovi le nostre discipline preferite perché possiate scegliere quella che fa per voi. Ma non dimenticate che il nostro obiettivo è andare oltre a questo, fino a rendere il regolare allenamento una condizione sine qua non!

Qualsiasi forma di movimento va bene, una bella camminata all’aria aperta è un toccasana, ma di certo non può sostituirsi a programmi che mirino ad un miglioramento dell’elasticità, della forza e della flessibilità dell’apparato muscolare.
Una muscolatura tonica si ottiene con esercizi specifici che, uniti ad attività ad alto dispendio energetico danno come risultato un corpo tonico ed asciutto.

Negli ultimi tempi si sente molto parlare di “allenamento funzionale” che preso così com’è può voler dire tutto e niente in quanto può utilizzare attrezzi e format diversi.
In realtà è molto più semplice di come si immagini, dato che per “funzionale” si intendono movimenti “naturali”, per i quali il nostro corpo era stato “programmato ab origine”, che sviluppano sinergie tra gruppi muscolari attraverso esercizi svolti su piani e assi diversi.

Allenamento Funzionale

Tra le caratteristiche vincenti di questo tipo di allenamento possiamo annoverare:
– una grande varietà di esercizi da combinare tra loro utilizzando unicamente il peso del corpo o piccoli attrezzi
risultati, in termini di miglioramento estetico, flessibilità, metabolismo e forza, raggiunti in poco tempo… ma con costanza
– la possibilità di svolgere ovunque, e non solo in palestra, il proprio workout
breve durata dell’allenamento

Di sicuro è un tipo di esercizio altamente sfidante, dato che può essere facilmente proposta una progressione che porti ad un miglioramento continuo della performance.
La maggior parte degli esercizi vengono svolti sfruttando il peso del corpo, ma spesso sono inseriti anche piccoli attrezzi per modificarne l’intensità, tra i più conosciuti annoveriamo:
– le kettleblell: una palla di ghisa con una maniglia, un attrezzo antichissimo, disponibile in varie misure e pesi
– la corda: e questa la conosciamo tutte dato che da piccole abbiamo passato ore intere a saltare con gli amichetti
– le clave
– il TRX, che ha segnato la nascita dell’allenamento in sospensione, che si trova ormai in quasi tutti i centri fitness
– le UGI® ball, una evoluzione della palla medica, alla quale dedicheremo ampio spazio trattandosi di uno dei nostri cavalli di battaglia
– e attrezzi meno conosciuti come il BodyBlade®, le corde per il jump rope o il FreeFormBoard® che vi presentermo nei prossimi articoli.

allenamento funzionale definizione

Il primo step è prendere consapevolezza del proprio corpo, ascoltarlo, imparare a conoscerlo attraverso le sensazioni, passando proprio dalla fisicità, quella fisicità che porta all’accettazione di sé e che ci permetterà di tirare fuori la nostra parte migliore, e qui è fondamentale il ruolo del coach.

È importante consolidare questa fase di “training guidato ed assistito” in cui l’optimum sarebbe alternare allenamenti in small group ad allenamenti personal così da beneficiare di una maggiore attenzione del trainer e avere una maggiore facilità nella gestione del tempo potendo scegliere il momento della giornata più congeniale.
Puoi trovare P.T. che ti allenano fuori dai club, in spazi aperti, in qualsiasi momento dell’anno, ma in vista della bella stagione è ancora più facile e tu puoi beneficiare di un allenamento ancora più salutare perché svolto nel verde o di fronte al mare.

E l’effetto sull’umore è assicurato!

Il prossimo step è andare ancora oltre e imparare semplici esercizi che possiate fare da sole così da non avere più scuse per rimandare a domani il vostro allenamento e non rinunciare più a qualcosa che contribuirà a farvi stare meglio, ad essere più belle e in “equilibrio” con il resto del mondo.

E ricorda, la motivazione più grande è quella che nasce proprio dalle sensazioni che ti dà il tuo corpo!

Nicole e Barbara

Articoli correlati

Categorized: Sport
Tagged: ,
La redazione

La redazione

La redazione di Chizzocute è come una famiglia, grande e animata, composta da donne e uomini uniti da ideali di vita sostenibile, che pongono le relazioni umane al centro delle proprie scelte, consapevoli che tutti noi “siamo frutto della nostra famiglia”.

All posts by La redazione