Skip to content

Arredamento e Feng shui: materiali naturali per case che vibrano

Per comprendere l’interrelazione dell’uomo coi luoghi in cui abita è necessario integrare l’approccio occidentale scientifico con quello energetico-intuitivo orientale.

Ma che cos’è il Feng Shui?

Il termine Feng Shui richiama le parole “vento” e “acqua” che, secondo la cultura cinese, equivalgono a salute, felicità, pace e prosperità.

Disciplina antichissima, i cui primi segni compaiono già nella Cina del Neolitico nella scelta della posizione dei luoghi sacri a seconda delle costellazioni, o dei centri per agopuntura in luoghi geopaticamente atti ad assorbire al massimo le energie. Quest’arte orientale, si propone di supportare l’architettura tradizionale nella progettazione delle abitazioni e nella scelta dell’arredamento, organizzando gli spazi in modo da creare  una vera e propria armonia tra l’interno e l’esterno della casa.

Tenendo conto della presenza di campi magnetici ed energetici, ogni scelta è volta alla creazione di ambienti accoglienti che sappiano promuovere il benessere di chi ci abita.

Nel Feng Shui vi sono due elementi fondamentali: il Ba-gua e l’energia degli elementi.

Ricordiamo che, secondo l’astrologia cinese, gli elementi fondamentali sono cinque: Fuoco, Terra, Metallo, Acqua e Legno. Essi, oltre a connotare la personalità delle persone, compongono il Ba-gua, ovvero di una specie di mappa (o più spiritualmente, di un mandala) che distingue i diversi ambiti in cui agisce la filosofia Feng Shui: carriera, amici, creatività, relazioni, successo, prosperità, famiglia, saggezza e salute. Proprio lo studio di questa mappa, può suggerire le zone della casa dove sarà necessario apportare dei cambiamenti e quali settori di rapporti personali e con gli altri debbano essere armonizzati, per ritrovare un maggiore equilibrio.

Stando alla filosofia orientale, la composizione dell’ambiente è così importante che l’eccesso o la mancanza di un elemento possono condizionare tutta l’energia della casa e aumentare il livello di stress degli abitanti.

Tramite questa griglia Ba-gua,  si collegano le aree della casa con le parti del corpo e del nucleo familiare che vi abita e sulla base degli 8 settori (i classici segni cardinali e i secondari) si assoceranno la luce, i rumori, i materiali ad ogni luogo più adatti.

Tutto ciò apre le porte verso un mondo non a tutti così noto, parlandoci dei personaggi chiave: il padre, la madre, i figli maschi, le figlie femmine. I genitori rappresentano i poli della casa, lo Yin e lo Yang, perché danno inizio alla famiglia e alla casa. Dipende da loro la serenità. Sono le parti femminili e maschili che ciascuno ha in sé e che ognuno deve avere armonizzate per vivere bene con se stesso. Lo stesso vale per la casa.

In questa disciplina ad ogni componente della famiglia corrisponde un elemento della natura, una parte del corpo, un’ora della giornata, una parte dell’anno, una particolare attitudine di vita. Per esempio,  Zan il tuono è il primo figlio maschio corrispondente all’ est, alle gambe, all’impeto dell’inizio; Son è la prima figlia femmina, corrispondente al vento, al ventre e ai fianchi, all’energia del legno, al momento dell’inizio inteso come partenza verso la maturazione.

Il Feng Shui è allora un modo per correlare l’esterno all’interno, l’ambiente alle emozioni, i padri ai figli: un modo per capire problemi della famiglia. Cercare le aree problematiche in casa, vedere se c’è armonia in esse e lavorare su di esse per modificarle è quindi lavorare sulle nostre emozioni, “sulle nostre stanze interne, sulle nostre paure”. Questo è il senso allora, “la correlazione col nostro vivere”.

Alla luce di tutto ciò i legami tra  Feng Shuibioarchitettura sono molti (, a proposito di bioarchitettura, hai letto l’articolo dell‘asilo balena eco sostenibile di Guastalla?)

Nella eco-sostenibilità c’è tutto il ciclo dello Yin e Yang – dalla terra al ritorno ad essa passando per gli altri elementi e per il metallo – e con essa si rispetta non solo l’ambiente, ma anche le persone. Scegliere quindi materiali naturali è una scelta etica non solo nei confronti del mondo circostante, ma anche di se stessi.

Integrare Feng Shui e materiali naturali significa introdurre in casa qualcosa che abbia vita, che produca vibrazione, per aumentare il nostro benessere, inteso come vitalità, come ascolto di sé, come voglia di serenità.

Valeria Masera

Articoli correlati

La redazione

La redazione

La redazione di Chizzocute è come una famiglia, grande e animata, composta da donne e uomini uniti da ideali di vita sostenibile, che pongono le relazioni umane al centro delle proprie scelte, consapevoli che tutti noi “siamo frutto della nostra famiglia”.

All posts by La redazione

Comments are closed.