Skip to content

Babywearing in gravidanza: si può portare in fascia con il pancione?

Portare in fascia in gravidanza, con il pancione, è possibile?

Quando si è in attesa di un fratellino o di una sorellina, è possibile che il bimbo più grande sia ancora piccolo e abbia necessità di essere contenuto, coccolato e trasportato. È anche possibile che il futuro fratello maggiore manifesti un maggiore bisogno di contatto, proprio come risposta alla gravidanza della mamma. Non è infrequente che il bimbo grande (che poi grande non è) chieda di essere preso in braccio e di stare avvinghiato alla sua mamma. Il babywearing ci può aiutare in questo, dando sollievo a schiena e braccia.

Prima regola: ascoltarsi! Il babywearing durante una gravidanza fisiologica non ha particolari contro-indicazioni, ma è importante non sovraccaricarsi e ascoltare sempre il proprio corpo. Questa regola è valida anche al di fuori della gravidanza, ma quando si è in attesa, assume un’importanza ancora maggiore. Se ve la sentite, portate il vostro piccolo, ma non trascuratevi. Il vostro cucciolo apprezzerà comunque un abbraccio sul divano o delle coccole insieme nel lettone, se in quel momento non ve la sentite di caricarlo in fascia o in marsupio.

Come portare in gravidanza

Nelle prime settimane di gravidanza, quando il pancione non è ancora evidente e “ingombrante”, è possibile continuare a portare come si è abituati e con il supporto che più amiamo.

Quando il pancione comincia ad avere un suo ingombro, sarà invece probabilmente necessario apprestare qualche modifica nel modo di portare.

Portare davanti non è vietato, ma potrebbe risultare un po’ difficile e, per alcune, anche fastidioso, per via della compressione sulla pancia. Per questi motivi, si tende a prediligere posizioni sul fianco e sulla schiena.

Per quanto riguarda la scelta dei supporti in gravidanza, la scelta più frequente ricade su supporti che permettono di non avere costrizione in vita. I migliori, in quest’ottica, risultano la fascia lunga rigida o il mei tai, con chiusura alla tibetana; questa chiusura permette infatti di scaricare il peso sul petto, invece che sul pancione, dandi una sensazione di maggiore libertà. Per portare sul fianco, è anche possibile usare una fascia ad anelli, che scarica però in modo asimmetrico su una spalla e può dare un maggiore affaticamento nella mamma.

Per mamme che prediligono i supporti strutturati, una buona opzione potrebbe essere l’onbuhimo strutturato, che è un marsupio che non presenta fascione ventrale.

L’onbuhimo non ha la stessa efficienza di scarico del peso del più diffuso marsupio, appunto perchè scarica solo sulle spalle e non sulla parte inferiore. Ma in gravidanza questo può rappresentare un vantaggio.

E se nessun supporto dovesse farvi sentire a vostro agio, non fatevene un cruccio; le vostre braccia potranno sempre fornire al vostro grandone tutto il contenimento e l’amore di cui necessita.

E portare in estate, come si fa? L’articolo scorso chiarirà i tuoi dubbi sul portare in fascia anche in estate.

Buon portare (con supporti o in braccio) a tutti!

Rolling Mamas

Articoli correlati

Categorized: Mamma & bimbi
La redazione

La redazione

La redazione di Chizzocute è come una famiglia, grande e animata, composta da donne e uomini uniti da ideali di vita sostenibile, che pongono le relazioni umane al centro delle proprie scelte, consapevoli che tutti noi “siamo frutto della nostra famiglia”.

All posts by La redazione