Skip to content

Il tuo bambino succhia il pollice? Conseguenze odontoiatriche della suzione prolungata

Cari genitori, oggi vi parlo di suzione prolungata del pollice, una delle più diffuse “abitudini viziate”.

In ambito odontoiatrico un’abitudine viziata è un tipo di comportamento considerato “normale” entro un certo limite di tempo, ma se protratto oltre questo limite diviene causa diretta di problemi nella crescita ossea dei mascellari, con conseguente comparsa di malocclusioni.

Le principali abitudini viziate sono:

  • Succhiamento del pollice
  • Succhiamento del ciuccio
  • Succhiamento di labbra o guance
  • Nutrizione tramite biberon oltre i 2-3 anni di età 
  • Interposizione di oggetti tra le arcate
  • Parafunzioni quali respirazione orale e deglutizione atipica.

In questo primo articolo parleremo delle conseguenze della suzione del pollice, nei prossimi approfondiremo gli altri “vizi” sbagliati dei bambini.

La pratica di suzione per il neonato è “vita”, tramite la suzione il cucciolo d’uomo si sente tranquillo, coccolato e rassicurato; pertanto essa è una pratica considerata fisiologica nel neonato, considerando che già a 14 settimane di vita intrauterina possiamo osservare il succhiamento del pollice!

Dopo l’anno dovremmo ridurre al minimo l’uso del ciuccio e del biberon e cercare di disabituare il bambino alla suzione del pollice fino ad arrivare ad eliminare completamente queste pratiche all’età di 2 anni.

La persistenza della suzione del pollice secondo alcuni è legata allo svezzamento precoce, che toglierebbe al piccolo la gioia della suzione attraverso il biberon o dal seno materno.

Le conseguenze di questa abitudine viziata sono diverse:

  • il bambino abituerà la lingua a stare in una posizione di riposo “bassa” piuttosto che sul palato;
  • il palato a causa della mancata spinta della lingua avrà una crescita anomala, presentandosi alto e stretto (palato ogivale);
  • morso aperto: si parla di morso aperto quando, con le arcate dentarie in occlusione, sono presenti spazi dovuti al mancato contatto fra elementi dell’arcata superiore ed elementi dell’arcata inferiore. Il morso aperto è più frequentemente anteriore ossia tra incisivi superiori ed inferiori ma talvolta si presenta anche posteriormente.

Considerate le conseguenze, se notate che quest’abitudine persiste troppo a lungo nei vostri figli, vi consiglio di prenotare una visita specialistica per farvi consigliare il modo migliore di procedere.

Nel prossimo articolo approfondiremo un altro “vizio”: la deglutizione atipica.

Teresa Raguso

 La dottoressa Teresa Raguso, laureata in Odontoiatria e protesi dentaria presso l’Università degli studi di Bari, specializzata nelle cura dell’igiene orale per i bambini, è operativa nel suo studio dentistico a Guagnano (LE) in via Como, 7. Le prestazioni offerte sono numerose, grazie anche alla collaborazione con diversi specialisti : diagnostica, ortodonzia e pedodonzia, conservativa, endodonzia, implantologia, igiene orale e sbiancamento, protesi.

Articoli correlati

La redazione

La redazione

La redazione di Chizzocute è come una famiglia, grande e animata, composta da donne e uomini uniti da ideali di vita sostenibile, che pongono le relazioni umane al centro delle proprie scelte, consapevoli che tutti noi “siamo frutto della nostra famiglia”.

All posts by La redazione

Comments are closed.