Skip to content

Capodanno in Italia: ecco le 15 località più belle

capodanno in italiaPerchè partire per mete esotiche o lontane se possiamo fare il Capodanno in Italia?

Ecco le 15 località più belle, che vi faranno innamorare del nostro Paese, tra montagne innevate, paesini incantati e città vive e dinamiche tutte da vivere.

Sulmona

Patria del celebre poeta latino Ovidio, questa è una città che vi innamorerà a prima vista grazie a un centro storico suggestivo, intricato di viuzze e costellato di palazzi storici e di chiese bellissime, fuori e dentro. L’atmosfera invernale vi farà scoprire la faccia meno nota della città della Giostra Cavalleresca e della Madonna che scappa: camminare lungo il corso o nella piazza, bellissima, incastonata come una gemma tra le arcate dell’elegante acquedotto medievale, vi scalderà il cuore, anche in pieno inverno. Specie se farete in modo di essere in strada all’ora del tramonto, stretti alla vostra dolce metà, o prima di cena, quando i profumi dell’ottima cucina regionale iniziano a solleticare il palato.

Torino

La città antonelliana è bellissima in ogni stagione e si lascia vivere al massimo, che ci sia la pioggia o il sole: Torino unisce perfettamente storia, cultura, divertimento e gastronomia. Da Piazza Vittorio a Piazza San Carlo, camminerete in lungo e in largo attraversando portici e parchi cittadini e, per ristorarvi dalle fatiche e dal freddo, un piatto fumante di gnocchi al castelmagno vi farà rinascere. Durante il periodo invernale non perdete le Luci d’artista, illuminazione d’autore che colora la città, donandole un’atmosfera natalizia originale e sofisticata.

Madonna di Campiglio

Tra le mete invernali per eccellenza non potevamo non segnalarvi Madonna di Campiglio, località sciistica famosissima e frequentatissima, situata tra il gruppo delleDolomiti di Brenta e i ghiacciai dell’Adamello e della Presanella. Paradiso degli sport invernali, dallo sleeddog all’alpinismo, passando per lo sci e per l’arrampicata su ghiaccio, questo territorio tipicamente montano vi conquisterà per l’accoglienza calorosa che riserva ai turisti e per le sue bellezze naturalistiche e paesaggistiche, che meritano la vostra visita, in particolar modo in questa stagione. Dunque chiudete i bagagli, il Trentino vi aspetta.

Spoleto

Immaginate la luce tersa e chiara dell’inverno che bacia la Rocca Albornoziana. O che batte sulla splendida Cattedrale di Santa Maria dell’Assunta. Sì, resterete senza fiato perché Spoleto in questa stagione si veste di colori speciali. Una tappa al bar più famoso della città, quello dove è girato Don Matteo, e poi dritti ad ammirare il Teatro Romano e ilMuseo Archeologico Statale, per un tuffo nel passato. E se col freddo lo stimolo della fame è più insistente, un bel piatto di strangozzi alla spoletina soddisferanno ogni vostro desiderio. Ci state già pensando, vero?

Ascoli Piceno

Palazzi storici, chiese e torri, piazzette festose, portici e case medievali: spostiamoci nelleMarche e andiamo ad ammirare la splendida Ascoli Piceno, tra le più belle città in Italia e ancora troppo poco (purtroppo o per fortuna) battuta dal turismo di massa. Piazza del Popolo è il cuore pulsante della città e vi conquisterà con la sua armonia architettonica, così come è da vedere assolutamente Piazza Arringa, la Pinacoteca Civica e i due tempietti di Sant’Emidio, perle preziose di una bellezza rara. Il rimedio contro il freddo? L’Anisetta Meletti, naturalmente. Ma come, non sapete cos’è?

Trento

Non avete certo bisogno di una stagione particolare per visitare Trento, ma noi ci teniamo a farvi sapere che in inverno l’eleganza ricercata di questa città, il suo spirito regale e la sua doppia anima, che coniuga natura e cultura, sembrano esplodere e mostrarsi al meglio sotto la luce azzurra del freddo invernale o, meglio ancora, sotto la coltre calma della neve. La Basilica di San Vigilio, il Castello del Buonconsiglio e il Palazzo Pretorio vi racconteranno molto della storia cittadina. Se amate l’arte non dovete perdere per niente al mondo il Muse o il Mart, ottimi posti in cui passare un piovoso pomeriggio. Se invece il tempo è buono, via all’esplorazione dei mille mercatini natalizi, pieni di luci e colori, oppure spingetevi fino al lago di Toblino, ci ringrazierete del consiglio!

bologna_0Bologna

Se non l’avete mai vissuta nella stagione fredda, dovete rimediare prima possibile e andare a godervi le bellezze della città anche se il clima è più rigido: un piatto di tortellini caldi prima di uscire in strada e poi dritti in Piazza Grande ad ammirare laFontana di Nettuno e i bei palazzi, la Basilica di San Petronio, la Torre degli Asinelli e le altre bellezze di una città vivace, dinamica e piena di giovani. Di giorno e di notte. D’inverno e d’estate. E no, Bologna non delude proprio mai.

cagliari2Cagliari

Una città immersa nella natura selvaggia che contraddistingue la Sardegna, un capoluogo ricco di bellezze artistiche e naturali. Perdetevi nella Cittadella dei Musei, che riunisce diverse strutture in cui trascorrere ore leggerissime e veloci tra storia, arte e archeologia. Fate un salto nei bellissimi quartieri storici di Marina e Villanova, perfetti per passeggiare e per avvicinarsi all’eccellente gastronomia locale, da gustare intorno a un tavolo pieno di amici. Per finire, lasciatevi conquistare dal fascino del mare d’inverno passeggiando sulla spiaggia di Poetto, a pochi km dalla città.

Aosta

La Porta Pretoria, il Teatro e l’Anfiteatro Romano, maestosi e bellissimi, che ci riportano a tempi gloriosi; la collegiata di Sant’Orso, il famoso chiostro romanico e le vette altissime con le cime innevate a cingere la città come in un cerchio magico. Stiamo parlando di Aosta, città dalla bellezza superba che nasce nella piana della Dora Balteae stupisce i visitatori con la sua personalità decisa ma delicata. Sì, fa freddo, avete ragione. Ma la gioia e la soddisfazione di fronte a una bollente fonduta di ottimo formaggio, per ristorarvi dopo aver camminato in città, vi ripagherà dello sforzo e delle temperature basse. Buon appetito!

Sutri

Il verde delle piante accanto ai portoni scuri delle case, strette tra loro come in abbraccio; i colori pastello del sole alto e del cielo invernale, che dipingono di magia l’Anfiteatro; la necropoli etrusca , che sa conquistare a primo impatto e la bellissima Villa Savorelli, con la sua atmosfera quasi surreale. Sutri, perla preziosa nel viterbese, è tutto questo e molto di più. Di qui è passata la Storia, quella con la maiuscola, tra Papi epopoli millenari. Se non ci siete ancora stati, programmate subito la vostra vacanza. Non perdete la Cattedrale di Santa Maria Assunta e la splendida chiesetta *rupestre* della Madonna del Parto, che nasce su un Mitreo romano che a sua volta era nato su un sepolcreto etrusco. Avrete mica bisogno d’altri motivi per chiudere la valigia?

Alba

Le Langhe e i suoi paesaggi sono mozzafiato, sembrano una tela d’artista, nella loro geometrica e armoniosa bellezza. In questa cornice si inscrive Alba, la “città delle cento torri”, altera e avvenente, ma mai arrogante, come una donna sicura della sua bellezza. Ammirate la Cattedrale di San Lorenzo, passeggiate tra le luci e gli edifici di gran pregio del centro, lungo la Via Maestra o nella piazza del Duomo, o ancora lungo Via Cavour. Tutto è elegante e raffinato, e vi rifarete gli occhi. E poi brindate alla vostra con uno degli ottimi vini della zona! Cosa chiedere di più?

Pescocostanzo

Ci spostiamo a Pescocostanzo, uno dei Borghi più belli d’Italia abbarbicato a 1400 m d’altezza nonché nota località sciistica. Con le sue botteghe artigiane attivissime, le sue casette tipiche, gli edifici rinascimentali e barocchi del centro e le sue tradizioni ben salde, questo è un posto magico, in cui il tempo sembra sospeso tra passato e futuro, tra realtà e fantasia. Il ritmo della vita qui scorre lento e, se durante la vostra visita, avrete la fortuna di una spolverata di neve, questo diventerà uno dei vostri luoghi del cuore. Non dite che non vi avevamo avvisato.

Salsomaggiore terme

Scegliete Salsomaggiore se volete staccare dalla routine quotidiana e avete bisogno di rigenerare corpo e anima: adagiata sulle dolci colline parmensi, questa località termale saprà coccolarvi con tantissimi trattamenti attenti al vostro benessere e al contempo saprà stupirvi per la bellezza di un’architettura liberty, sinuosa ed affascinante. Nemmeno a dirlo, la gastronomia non vi deluderà. E a pochissimi km dalla città, non perdete il castello di Scipione, una piccola meraviglia che pochi conoscono. Una vacanza per i cinque sensi.

Limone sul Garda

In provincia di Brescia, lambito dalle acque limpide e calme del Lago di Garda, questo piccolo Eden vi riempirà gli occhi. Scalinate, piazzette e vicoli tortuosi vi regaleranno scorci da cartolina. Il clima mite, mai troppo rigido, favorisce la crescita di una vegetazione mediterranea accanto a quella dei terrazzamenti. Contrasti bellissimi che vi ammalieranno, come quello cromatico e paesaggistico delle cime innevate che circondano il lago. Noi non dobbiamo aggiungere altro e a voi non resta che partire.

Verona

Meravigliatevi di fronte all’enorme patrimonio artistico e culturale di Verona: godetevi il romanticismo della città di Romeo e Giulietta, ammirate la bellezza di Piazza delle Erbe, sentitevi piccoli piccoli nell’Arena e gustatevi il tramonto sul ponte scaligero del Castelvecchio. Meravigliatevi anche di fronte all’ottima cucina regionale e alla vivacità dell’apprezzato artigianato locale: entrate nelle botteghe e spulciate nei mercatini in cerca di un souvenir per chi è rimasto a casa. E sì, ripartire sarà molto difficile.

Articoli correlati

Categorized: Viaggi
Tagged:
La redazione

La redazione

La redazione di Chizzocute è come una famiglia, grande e animata, composta da donne e uomini uniti da ideali di vita sostenibile, che pongono le relazioni umane al centro delle proprie scelte, consapevoli che tutti noi “siamo frutto della nostra famiglia”.

All posts by La redazione