Settembre quando arriva, arriva. E a te non resta che arrenderti all’evidenza, conservare i bikini e tirare fuori i soliti, buoni e vecchi propositi. Accompagnati però da una colazione nuova di zecca: cestini di avena e banana con yogurt e frutta. E che settembre abbia inizio!

Lo so che ti sembra solo ieri che hai spento il pc, salutato frettolosamente i colleghi e sei fuggita via con un volo per le Maldive. Eppure no, non è successo ieri. Parliamo di almeno un mese fa, quando tutto ti sembrava ancora possibile. Staccare la spina, abbronzarti, leggere 20 libri sorseggiando ogni tipo di bevanda ti venga servita con un ombrellino colorato, nutrirti solo di frutta e bacche, conoscere l’istruttore di tennis più affascinante del villaggio, farlo innamorare di te e scoprire che è anche l’erede ribelle di una famiglia nobile, fare ogni tipo di attività sportiva (con e senza il suddetto istruttore), svegliarsi all’alba per lunghe passeggiate sul bagnasciuga, indossare solo eterei abiti bianchi per esaltare il colorito, cappelli di paglia che fa figo e sandali raso terra anche se sei alta come loro. E sognare che tutto ciò non finisca mai.

E invece no, non solo è finita, ma in fondo non è mai veramente iniziata. E soprattutto l’istruttore di tennis aveva 70 anni e guardava solo le ragazzine in hot pants.

E comunque, settembre è arrivato anche quest’anno. Con il suo carico di aspettative, promesse da mantenere e bisogni da soddisfare. E propositi.

Che poi sono sempre gli stessi: salute, amore, lavoro. Non per forza in questo ordine, ma praticamente i punti cardine di un oroscopo da rivista di gossip.

Salute: rientra praticamente tutto e il contrario di tutto. Da non morire in tempi brevi a dimagrire tanto da sembrare uno scheletro con la borsetta.
Passando da: alimentazione sana per dimenticare tutte le sagre dell’estate, a palestra giorno e notte per rassodare i glutei al culatello dop.

Amore: ritornare con la ex, lasciare quello con cui si sta per quello con cui sta un’altra, lasciare una ex con cui si era tornati, trovare l’ex di qualcuno e mettercisi.
Insomma, l’amore in tutte le sue sfaccettature, che include un: “con gli uomini ho chiuso” fino ad un “entro dicembre tu sarai mio!”.

Lavoro: cambiare lavoro perché insoddisfatti, infelici, frustrati, amareggiati e quant’altro. Trovare lavoro, imparare un lavoro, impegnarsi nel lavoro. Per concludere con la mitica: “diventare ricchi senza lavorare”. Un grande classico nella top ten di tutti i propositi.

Come al solito le fila le tireremo a fine novembre, quando con il Natale alle porte e quindi la fine dell’anno, staremo già buttando giù un’accurata lista dei propostiti per il nuovo anno. Che poi, in sostanza, saranno sempre: amore, salute, lavoro…

Nel mentre possiamo però lavorare sulla colazione e concentrarci su qualcosa di molto salutare quanto saporito.

Liberamente ispirati da un sito americano di cucina: cestini avena e banana con yogurt e frutta.

Presentazione Cestini con avena e banana con yogurt

In una ciotola schiacciate con la forchetta 1 banana matura fino a farla diventare poltiglia. Aggiungete 1 cucchiaio di miele e 1 cucchiaino di cannella e mescolate. Unite al composto 200gr. di avena e mescolate ancora.

Prendete una teglia per muffin e versate in ogni stampo (il mio è in silicone, se usate uno di alluminio imburratelo leggermente) 2 cucchiai di composto e premete al centro per dare la forma di un cestino (aiutatevi con le mani, un cucchiaio o un bicchiere).

Cestini avena e banana cotti e pronti per essere farciti

Mettete in frigo il tempo necessario affinché il vostro forno si riscaldi. Infornate quindi a 180° per circa 20/25 minuti. Sfornate, lasciate raffreddare e poi riempiteli a piacere. Io ho usato yogurt greco, frutti di bosco, miele, mandorle, gocce di cioccolata.

Presentazione Cestino di avena e banana con yogurt

I vostri cestini avena e banana con yogurt e frutta sono pronti per farvi affrontare settembre! O almeno la colazione…

Miss Brownies

(Letto 33 volte in totale, 1 oggi)