Skip to content

Che cos’è l’osteopatia pediatrica

L’Osteopatia è una medicina manuale non convenzionale riconosciuta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e definita nel 2007 come una medicina basata sul contatto primario manuale nella fase di diagnosi e trattamento.

Il report 2012 della Osteopathic International Alliance la definisce come un sistema di cura che, attraverso la valutazione, la diagnosi e il trattamento, può essere applicata ad una vasta varietà di condizioni cliniche, entrando a pieno titolo nel concetto di cura della salute supportato da conoscenze scientifiche.

L’Osteopatia si basa sul considerare l’essere umano come l‘unità di corpo, mente e spirito.

Ogni singola parte del corpo è in grado di interagire con l’insieme attraverso il movimento, cartina di tornasole della qualità della vita e della salute.
Attraverso la sua valutazione (analisi della postura e palpazione) è possibile individuare gli eventuali disturbi su cui intervenire attraverso tecniche manuali in grado di correggere i disequilibri e ripristinare le condizioni fisiologiche del movimento e quindi della salute.

OSTEOPATIA PEDIATRICA

L’Osteopatia PEDIATRICA per neonati, bambini e adolescenti  è un approccio gentile e non invasivo nel quale l’osteopata favorisce il meccanismo intrinseco del corpo di autoguarigione al fine di alleviare il trauma che può essere avvenuto durante la nascita.

Il movimento del nascituro attraverso la cervice durante il travaglio obbliga la sua testa a muoversi in molteplici e specifiche direzioni mentre subisce la potente pressione delle contrazioni: questo causa una naturale compressione e sovrapposizione delle ossa craniche. Alcune compressioni possono rilasciarsi spontaneamente dopo il parto quando il bambino inizia a poppare, piangere, sbadigliare, etc.

Tuttavia, questo processo di demodellamento è spesso incompleto, specialmente se il parto è stato difficoltoso. I neonati che sono stati estratti con il forcipe o che hanno subito un lungo travaglio o che sono nati con parto cesareo, spesso richiedono le attenzioni di un osteopata qualificato.

osteopatia pediatrica 2

I motivi per un  consulto osteopatico in ambito pediatrico sono molteplici, dai problemi osteoarticolari quali: problematiche di osso sacro, piede o ginocchio varo e valgo, attitudine scoliotica, scoliosi, cifosi, torcicollo, fino ad arrivare alle tecniche chiamate “ craniali” dove tramite dolci  e delicate mobilizzazioni  delle suture craniche si può essere di aiuto nelle disarmonie del cranio come per esempio le plagiocefalie (pre-post natali), nel trattamento dei disturbi del sonno, delle cefalee e delle problematiche legate all’articolazione temporo-mandibolare, otiti, riniti, sinusiti, fino ad arrivare ai  trattamenti “viscerali” utili per i problemi di  stitichezza e per le famose temute coliche gassose.

osteopatia pediatrica 1

Bisogna sempre tenere presente che il  bambino non è un adulto in miniatura, per questo motivo è necessario porre attenzioni particolari e specifiche per ogni fase evolutiva (dal  neonato all’adolescente) utilizzando delle tecniche osteopatiche appropriate all’età.

Tutte le patologie cosidette “organiche” saranno  comunque sempre di  competenza medica e non osteopatica.

L’osteopata, in special modo in ambito pediatrico, dovrebbe ricordarsi  sempre di avere un onere e un onore particolari nel prendersi carico dei “piccoli” pazienti, tenendo ben in mente che l’osteopatia pediatrica deve:

  • Iniziare con la prevenzione e il trattamento di eventuali disturbi della futura mamma durante la gravidanza, così da evitare possibili problematiche al feto.
  • Alleviare l’eventuale “trauma” della nascita.
  • Accompagnare la crescita.
  • Aiutare e seguire le esperienze e i livelli di evoluzione psicomotoria.
  • Collaborare sempre con il pediatra per il  bene del bambino.

Fabio Abrate – Osteopata

Articoli correlati

La redazione

La redazione

La redazione di Chizzocute è come una famiglia, grande e animata, composta da donne e uomini uniti da ideali di vita sostenibile, che pongono le relazioni umane al centro delle proprie scelte, consapevoli che tutti noi “siamo frutto della nostra famiglia”.

All posts by La redazione

Comments are closed.