Skip to content

Cosa mettere in valigia per il mare quando sei mamma (ma non solo)

In realtà il lunghissimo titolo di questo articolo sarebbe dovuto essere: “cosa mettere in valigia, anche se non hai figli, ma che purtroppo impari a tue spese quando li hai”.

Sì, insomma, parliamo di quei trucchetti che volente o nolente impari quando il tuo metafisico borsone scafato da ragazzetta spensierata, si trasforma magicamente in un set completo di cappelliera (in cui finisce il tiralatte o lo scaldapappa) che solo per spostare quello, ci vuole un esercito di facchini nerboruti (dovrebbero venderli compresi nel prezzo!).

Su cosa mettere nella valigia dei bambini –o dei mariti!!- c’è una vasta e variegata letteratura online, ma su cosa mettere in quella di una mamma sembra esserci una fitta coltre di mistero.

Andiamo allora al sodo e vediamo come ottimizzare gli spazi e possibilmente anche semplificarci la vita mentre siamo via.

  • Due denim

Personalmente, la mia base per gli outfit al mare sono sempre gli shorts: ne porto “strategicamente” due tipi: uno più spesso che non si stropiccia e uno più leggero che si asciughi al volo. Questa alternanza funziona molto bene, provare per credere!

  • Foulard/sciarpe

Oltre ad essere un accessorio scenografico, che valorizza una normalissima canotta/t shirt bianca, è super pratico. Io ne ho fatto un uso smodato,  vi farà assai comodo con dei pupi al seguito, fidatevi! Se li scegliete anche belli ampi possono anche essere annodati al volo dietro il collo come pareo.

  • Cintura

Basta una sottile cintura gioiello (che prende poco spazio e peso nel bagaglio!) per rendere speciale un kaftano o un camicione basic. Esistono persino delle collane-cinture, un accessorio multi tasking davvero perfetto per le mamme!

  • Double face

Sfruttiamoli, tutti i trucchetti che ci mettono a disposizione i designer! Quella dei capi reversibili è una gran bella trovata che salva tempo e spazio e ci aiuta a “guadagnare” un outfit. Tra i vestiti non è facilissimo da reperire, ma per i costumi la scelta è sicuramente molto più nutrita. Anche perché possiamo prevedere una tonalità accesa quando siamo ancora un po’ bianche e passare ai pastello con un incarnato già dorato dal sole come ad esempio questi modelli di Oysho

Oysho costume double face Oysho costume double face

  • Metti un turbante tra i capelli

Un’alternativa ai fiori stile hippie, è il più sofisticato turbante: grande protagonista di stagione insieme alle bandane/fazzoletti, se ne trovano dappertutto, da Zara ai brand di nicchia. Io ne sono una grande fan: soprattutto al mare (ma anche in città) salvano dall’effetto “bad day” dei capelli e proteggono da sole e salsedine. Si possono sfruttare davvero from day to night. Qui il tutorial che ti insegna come realizzarli.

  • Borse grandi ma “piatte”

Belle le ceste di paglia…anche io ne avevo una che faceva tanto Brigitte Bardot a passeggio per la Costa Azzurra. Ecco, purtroppo non sono però il massimo della praticità per gli spostamenti: se volete puntare alla praticità potete optare per i modelli (anche in paglia, perché no!) che si possano appoggiare in valigia perché da vuote non hanno nessun volume che ingombri. Altrimenti una valida alternativa è la shopper di cotone, magari a righe marinare, così la Costa Azzurra è salva!

yes

noBuone vacanze, anche se correremo dietro ai nostri piccoletti!

 Sabina Frauzel

Articoli correlati

Categorized: Moda donna
Tagged: ,
La redazione

La redazione

La redazione di Chizzocute è come una famiglia, grande e animata, composta da donne e uomini uniti da ideali di vita sostenibile, che pongono le relazioni umane al centro delle proprie scelte, consapevoli che tutti noi “siamo frutto della nostra famiglia”.

All posts by La redazione

Comments are closed.