Skip to content

Buoni propositi per sopravvivere al 2017 e un Crumble alle mele e panettone avanzato per non soccombere nel 2017

Vorrei potervi dire che in vetta ai miei propositi per il nuovo anno c’è la palestra. Ma la palestra era già nella top dei miei pensieri post vacanze estive, quando tutte le Belén del mondo mi sfilarono davanti in micro tanga e io giurai a me stessa che il 1 settembre alle ore 19:00 avrai varcato la soglia della più accessoriata tra le palestre accessoriate. E non accadde. Quindi perché mentirmi una seconda volta.

No, la palestra non c’è. 

Però al 1° posto troviamo: tagliarmi i capelli.

Voi penserete che è un proposito del cavolo. Perché voi tagliate regolarmente i capelli una volta al mese o anche più. Infatti questo è un mio proposito, non il vostro. Voi potete aspirare alla pace nel mondo attuata con le vostre mani, io ad un concreto realismo scalato, attuato dalla mia abile parrucchiera. Che mi vede tanto poco.

2° posto: non restare sdraiata sul divano

Quando potrei benissimo eliminare tutte le cose inutili contenute nell’armadio. Cose che vanno da: pantaloni di 6 taglie in meno oppure 4 in più, giacche con spalline e ancora il cartellino, vestiti informi che mi rendono un tenero sacco della spazzatura con i capelli lunghi. Ma anche uno sminuzza verdure guasto da mesi, un superman di plastica che si attacca al soffitto (se lo sapesse fare da solo…), maschere di carnevale e cappellini di capodanno, un attrezzo sadomaso per avere gambe belle in pochi secondi e una racchetta da tennis (ambedue mai usati). Si, ho un armadio difficile. Per questo resto sul divano.

3°posto: Dedicare i fine settimana a lunghe passeggiate

nella natura, immersa tra piante e animali selvatici. Respirando a pieni polmoni l’aria fresca di montagne impervie, con tanto di scarpe e bastone da trekking.

Scherzetto!!

Ovvio che non lo farò, poi chi lo spiega al divano…

4° posto: Non telefonargli

non scrivergli, ignorarlo quando mi cerca, non cercarlo quando mi ignora, non rispondergli neanche con criptiche emoticon, cancellarlo da fb, bloccarlo su whattsapp, denigrarlo su twitter, svergognarlo su instagram. Insomma eliminarlo dalla mia esistenza social e real.

Si, lo so, non è credibile.

Fate finta che non l’abbia scritto. 

Il 4° posto non esiste.

5° posto: mangiare sano

Solo verdure (fritte vale?), qualche volta legumi (che con la pastahttps://www.chizzocute.it/pasta-al-forno-vegana/ mi fanno impazzire). Niente carboidrati (vabbè quelli con i legumi però si…), zero zuccheri (tranne quelli nel caffè e nel cornetto…) aboliti i grassi (soprattutto di sesso maschile). Niente caffeina (tranne quella che deve accompagnare lo zucchero…), niente alcool (ad eccezione delle feste con le amiche, i compleanni dei parenti, i momenti di depressione), poco sale (solo sul fritto!). Abbondante yogurt magro al naturale (di quello da condire con il miele, le noci, i pezzi di cioccolato. Ma fondente…). E frutta, tanta buona frutta.

E comincio subito con questo mio proposito n.5:

Crumble alle mele e panettone

(si, anche panettone. Ma è un dettaglio. Si sa che dopo Natale perde le sue calorie…).

Crumble mele e panettone

Prendete 2 belle mele grandi, quelle che durante le feste di Natale sono state abilmente ignorate da tutti, lavatele e tagliatele a tocchetti piccoli. Conditele con il succo di un limone e lasciatele un po’ insaporire. Intanto sciogliete in una padella 15gr. di burro, versate le mele e fate cuocere per 5/10 minuti. Aggiungete 2 cucchiai di zucchero di canna e 1 pizzico di cannella, mescolate e fate sfumate con 1 bicchierino di limoncello (o altro succo di limone se preferite). Versate il tutto in una piccola pirofila e cospargete le mele di cubetti di panettone, il necessario per coprire bene. Mettete in forno caldo a 160° con grill, per un massimo 5 minuti. Quando i cubetti saranno belli dorati, spolverateli con dello zucchero a velo e il vostro crumble sarà pronto per essere servito. Magari con 1 palla di gelato alla crema. In fondo è acqua…

Alessandra Bruni

Crumble di mele e panettone

Articoli correlati

Categorized: Ricette
Tagged:
La redazione

La redazione

La redazione di Chizzocute è come una famiglia, grande e animata, composta da donne e uomini uniti da ideali di vita sostenibile, che pongono le relazioni umane al centro delle proprie scelte, consapevoli che tutti noi “siamo frutto della nostra famiglia”.

All posts by La redazione

Comments are closed.