Skip to content

Decluttering sì, ma poi che faccio?

Siamo ormai nella stagione fredda e sicuramente avete già messo mano ai vostri armadi facendo il cambio di stagione. Sicuramente avrete trovato dei capi che non mettete da tempo, oppure che non vi stanno più bene, fuori moda o rovinati dall’uso.

E nel frattempo i vostri armadi scoppiano e magari avete trovato quel capo che non vi ricordavate più di avere ma è rimasto nascosto dalla quantità dei capi.

Oppure i cassetti strabordano e avete fatto fatica a chiuderli, e che dire poi della cantina e delle scatole nascoste… Dite la verità che li avete rimessi via senza sapere bene che farne?

Sicuramente la prima cosa è fare un sano decluttering, è quindi decidere di liberarvi di questi capi che sapete benissimo che non userete mai più. Capisco che l’idea di buttarli via vi fa stringere il cuore e quindi ecco alcuni consigli che possono dare nuova vita al vostro abbigliamento e aiutano anche a fare del bene.

Il primo step è il momento del caos. In pratica, aprite l’armadio e i cassetti e tirate fuori tutto, sì proprio tutto! Aprite anche le scatole, gli scatoloni che avete sopra l’armadio o in cantina, dove magari avete messo i capi che “quando perderò una taglia, quelli che magari la volta che dovrò andare, quelli che ho comprato durante la vacanza in…” Insomma: tutto.

Ora dovreste avere il letto ed il pavimento ingombro di tutti i vostri capi ed i vostri accessori.

Poi prendete un capo alla volta ed iniziate a definire e dividere, facendo due mucchi separati:

Pila A: i vestiti e gli accessori che volete tenere

Pila B. i vestiti che NON volete tenere

Innanzi tutto prima rimettete via ben piegati o appesi nell’armadio i capi della pila A, mentre poi occupatevi di quelli della pila B.: è venuto infatti il momento di decidere di cosa fare dei capi che vorreste scartare.

Ci sono un bel numero di possibilità, a voi la scelta:

  1. buttarli, si proprio prenderli tutti e metterli nella spazzatura. Soluzione adatta per gli abiti ormai rovinati. Anche se mi dispiace anche a me ogni tanto capita di farlo.
  2. regalarli: avete una cugina, un’ amica a cui piacciono o stanno bene i vostri capi? Regalarli a loro ottenete due cose: fai contente loro e vi sentite meno in colpa voi. In casa mia inizio dalle figlie. Se anche loro non trovano niente che a loro piace allora le regalo oppure le porto a una Onlus.
  3. sfruttare i cassonetti di raccolta disseminati nella vostra città. So che molte dicono che a volte si rischiano furti o altro e che gli abiti non arrivano a destinazione ma di questo io non ho informazioni certe
  4. scegliere una Onlus a cui potrebbero servire. Sono sicura che nella vostra città esiste un associazione o la parrocchia che fa raccolta di abiti dismessi. Io con una mia amica abbiamo organizzato un gruppo su FB e ogni mese scatta il post. Entro un tale data lei si fa portare i pacchi degli abiti dismessi e poi li portiamo in regalo.
  5. Vendere ai negozi dell’usato o nei mercatini. Ogni tanto lo faccio anche io. Digitate su Google mercatini o negozi usato della vostra città, sicuramente trovate gli indirizzi.
  6. Partecipare o organizzare uno Swap Party dove potete barattare con le vostre amiche i vestiti che non usate più (attente però a non riempirvi di nuovo). Per ora non vi ho ancora partecipato con gli abiti ma con i libri sì, e è stato molto divertente.

Scopri con me tutti i segreti del Decluttering

Daniela Pellegrini

 

Articoli correlati

La redazione

La redazione

La redazione di Chizzocute è come una famiglia, grande e animata, composta da donne e uomini uniti da ideali di vita sostenibile, che pongono le relazioni umane al centro delle proprie scelte, consapevoli che tutti noi “siamo frutto della nostra famiglia”.

All posts by La redazione