Novità in corso!

Lo so che il momento non è dei migliori, che state rientrando dalle ferie, che oggi per molti è il primo giorno dopo settimane di relax. Ma settembre è anche il mese delle riunioni condominiali, nelle quali si decidono spesso gli impegni economici di ristrutturazione dei mesi successivi. 

Settembre quest’anno è foriero di grandi novità in tema di Ecobonus per i condomini, ovvero gli incentivi fiscali per i lavori di riqualificazione energetica di tetti, facciate, sostituzioni infissi, schermature solari  e il rifacimento di impianti di riscaldamento e raffrescamento.

Si possono raggiungere:

• La detrazione al 70% quando l’intervento sulle parti comuni interessa almeno il 25% dell’involucro edilizio.

• La detrazione al 75% se l’intervento interessa il 25% dell’involucro edilizio e migliora la prestazione energetica invernale ed estiva, raggiungendo almeno la qualità media di cui al DM 26/06/2015 (nuove linee guida).

Se dobbiamo rifare la facciata o il tetto del condominio, recuperare il 70% della spesa, vi farebbe comodo? Magari con i soldi risparmiati programmate la prossima vacanza?! Proponetelo al vostro Amministratore di Condominio,  l ’ENEA ha pubblicato da poco un vademecum con tutti i dettagli. http://efficienzaenergetica.acs.enea.it/tecno/vademecum_parti_comuni.pdf

Le detrazioni sono calcolate su un ammontare complessivo delle spese sostenute dal 1° gennaio 2017 al 31 dicembre 2021 non superiore a euro 40.000, moltiplicato per il numero delle unità immobiliari che compongono l’edificio.Ecobonus condomini

Il Condominio dovrà rivolgersi ad un professionista abilitato, magari lo stesso già incaricato per la progettazione e direzione dei lavori, che compilerà le schede compilabili attraverso il portale messo a disposizione da Enea, produrrà le asseverazioni e i calcoli necessari per accedere al Bonus.

Non fatevi spaventare da eventuali difficoltà burocratiche, paventate da altri condomini… l’iter è chiaro e non particolarmente macchinoso.

Ricordate però all’Amministratore di pagare sempre con un bonifico che rechi chiaramente come causale il riferimento alla legge finanziaria 2007, il numero e la data della fattura, i dati del richiedente la detrazione e i dati del beneficiario del bonifico.

Arch. Valeria Masera