Skip to content

EPIDURALE E RIMEDI NATURALI

Il parto è senza dubbio uno delle esperienze più importanti ed emozionanti nella vita di una donna, ma se la gioia di dare alla luce una nuova vita non ha confini, spesso anche la paura di soffrire gioca un ruolo determinante: ecco che si ricorre all’epidurale.

Partorire è quanto di più naturale una donna possa fare, ma nella maggior parte dei casi, non siamo più abituate ad ascoltare il nostro corpo e a vivere anche il dolore come un’esperienza. Per questo sempre più future mamme scelgono di far nascere i propri bambini cedendo alla tentazione di rimedi farmacologici che acuiscano la sensazione di sofferenza. Ciò che i medici o chi affianca il processo di nascita tende ad omettere è che è possibile scegliere tra epidurale e rimedi naturali, ugualmente efficaci e sicuramente meno invasi, che permettono in egual modo di vivere un’esperienza consapevole e meno dolorosa.

Il dolore non è una sensazione spiacevole da contrastare ad ogni mezzo, ma una componente essenziale dell’esperienza del parto, che permette alla donna di seguire il percorso di uscita del proprio bambino, attraverso gli stimoli che lei stessa riceve. Comunicare, o almeno provare a farlo, le componenti fisiche del dolore all’ostetrica è fondamentale affinché questa riesca a portare a termine il suo lavoro nel modo migliore.

Tuttavia è possibile alleviare la sofferenza scegliendo tra l’epidurale e altri tre rimedi naturali.epidurale-1

  • L’epidurale: è un rimedio farmacologico, consistente in una puntura iniettata tra la dura madre e il legamento giallo. E’ un’anestesia locale, con un effetto prolungato. Questa pratica annovera però, oltre a dei vantaggi, anche notevoli svantaggi come la bradicardia fetale, il prolungamento del tempo di discesa, l’abbassamento della pressione sanguigna, cefalea o lombo sciatalgia e un’inferiore attività contrattile. Per tali ragioni non viene fatta a tutte le donne, ma solo a quelle che non presentano già nessuno dei precedenti problemi.
  • Il rilassamento: potrebbe sembrare scontato pensare di dover essere più rilassate possibile in un momento così carico di emozioni e dolori corporei. Tuttavia grazia alla respirazione la donna apporta ossigeno alle cellule, aiutando i muscoli a rilassarsi e favorendo la diminuzione delle contrazioni.
  • L’acqua: il calore dell’acqua calda è un ottimo alleato per il rilassamento dei muscoli e può essere applicato attraverso dei bagnetti nelle ore precedenti al parto. In questo caso si può utilizzare nella vasca o nella doccia un cuscino di fiori di ciliegio, riso o pula di farro.
  • Massaggio e aromaterapia: sono dei veri e propria toccasana, in quanto oltre che, come nei casi precedenti, favoriscono il rilassamento dei muscoli e dunque l’attenuazione del dolore, apportano alla donna una benefica sensazione anche a livello mentale e umorale.

 

L’epidurale è sicuramente l’escamotage principale per il dolore, ma non permette alla donna di godere a pieno di un’esperienza così ricca e formativa. Il dolore del parto sparisce non appena si abbraccia il proprio bambino per la prima volta e aiutarsi con dei metodi naturali è un’ottima alternativa per vivere a pieno questo momento.

Claudia Di Meo

Articoli correlati

Categorized: Mamma & bimbi
Tagged: ,
La redazione

La redazione

La redazione di Chizzocute è come una famiglia, grande e animata, composta da donne e uomini uniti da ideali di vita sostenibile, che pongono le relazioni umane al centro delle proprie scelte, consapevoli che tutti noi “siamo frutto della nostra famiglia”.

All posts by La redazione