Skip to content

La mia esperienza di volontaria per bambini con famiglie in difficoltà

Si parla tanto di figli a tutti i costi; oggi voglio mostrarvi l’altro lato della medaglia e spiegarvi nel mio piccolo, come si può amare anche da volontaria, donandosi verso quei bambini con famiglie in difficoltà.

La mia esperienza nel volontariato ha inizio tanti, tanti anni fa quando, durante gli anni del liceo, con un gruppo di compagni avevamo fatto volontariato nelle case famiglia del Centro Mamma Rita di Monza, comunità che accoglieva bambini affidati loro da istituzioni locali e provenienti da famiglie che attraversavano momenti difficili.

Era stata un’esperienza che mi aveva aperto gli occhi su come la realtà di tutti non fosse come la mia, di figlia unica un po’ viziata.

Proprio questo sentirmi privilegiata mi aveva lasciato un po’ di tristezza nel cuore e mi ero ripromessa nella vita di dedicarmi a chi, senza colpe, si ritrova in situazioni difficili.

Poi gli studi a Milano e il lavoro per un decennio mi hanno portato lontano da Monza ma mi è rimasto sempre nel cuore il desiderio di tornare in quella comunità.

Tornata a Monza mi sono dedicata a varie attività nel volontariato ma il pensiero mi portava spesso ai bambini del Mamma Rita e solo per timidezza non ho osato varcare il cancello per chiedere se potevo far qualcosa per loro.

Caso vuole che un’amica, per aiutare una sua conoscente rimasta vedova, senza lavoro e con 2 bambini piccoli mi ha portato con lei dai servizi sociali che immediatamente l’hanno inserita in una comunità del Centro dove mi è stata poi chiesta la disponibilità per dare una mano a questa stessa famiglia, ecco esaudito il mio desiderio.

I primi tempi sono stati duri, ma man mano che i mesi passavano, ho iniziato a capire molte cose, soprattutto che la mia razionalità serviva poco in queste realtà e che ciò che ti consente di entrare in relazione con i bambini è la spontaneità di vivere le nostre stesse emozioni.

Così, senza che me ne accorgessi, ho iniziato a restare in comunità forse più che a casa mia e con me mio marito, e se ancora continuo a frequentare questa comunità è perché qui ho trovato sorelle, educatori, volontari, animatori, sostenitori che vogliono creare un ponte su cui passano comprensione, buona volontà e un quotidiano impegno per rendere l’esistenza di questi piccoli ospiti migliore di quella che hanno conosciuto, cercando di dargli gli strumenti per un domani sereno, con maggiori opportunità.

Niente vale di più del sorriso di un bambino felice.

Al Centro Mamma Rita lo sperimentiamo ogni giorno.

Articoli correlati

Categorized: Mamma & bimbi
Tagged: ,
La redazione

La redazione

La redazione di Chizzocute è come una famiglia, grande e animata, composta da donne e uomini uniti da ideali di vita sostenibile, che pongono le relazioni umane al centro delle proprie scelte, consapevoli che tutti noi “siamo frutto della nostra famiglia”.

All posts by La redazione