Skip to content

Film da vedere (e rivedere): I titoli imperdibili del 2015

Film2015_cittadicarta

Oggi ho deciso di proporvi i 5 film del 2015 da vedere assolutamente.

Visto che conoscendomi, avrei stilato un elenco di film drammatici e avrei fatto piangere tutti coloro che mi leggono, ho deciso di proporre 5 film di diverso genere.

Ma bando alle ciance! E partiamo subito!

  1. Inside Out:

Ebbene si, il film d’animazione più bello del 2015 è proprio lui. Firmato Pixar Animation Studios e diretto da Pete Docter, il film racconta delle vicende della piccola Riley, una bambina del Minnesota che si trasferisce a San Francisco con la sua famiglia.

Film 2015 Inside OutLa maggior parte del film è ambientato nel Cervello della bambina, qui, Gioia, Tristezza, Paura, Disgusto e Rabbia controllano le sue emozioni attraverso una console di comando, ma non solo, le stesse emozioni gestiscono ricordi e reagiscono agli stimoli esterni che riceve Riley. Durante un litigio, tra Gioa e Tristezza, queste due emozioni finiscono in un’altra parte del cervello di Riley. E a controllare le emozioni della bambina rimangono Rabbia, Disgusto e Paura. Il film racconta in parallelo il viaggio di ritorno di Gioia e Tristezza alla postazione di comando e di Riley che cerca di tornare felice come quando abitava nel Minnesota.

Il film, anche se a scopo puramente artistico dedica molta cura alla fisiologia del cervello e alla struttura della psiche. Pete Docter è riuscito a dare forma concreta ai sentimenti. Il film è davvero ricco di emozioni, adatto a tutti. Secondo me vale davvero la pena guardarlo.

Ehm si, dimenticavo… munitevi di fazzoletti…

 

2. Città di Carta:

Diretto da Jake Schreier, tratto dall’omonimo romanzo di John Green, il film drammatico/sentimentale che vi propongo è proprio lui. Quentin Q Jacobsen (Nat Wolff) innamorato della sua vicina di casa; Margo (Cara Delevingne) sin da quando era piccino. I due sono opposti, lei misteriosa e ribelle e lui timido e docile. Con il passare del tempo da migliori amici di infanzia, i due, crescendo, si allontanano sempre di più sino a diventare quasi due sconosciuti. Ma una notte, cambia tutto, Margo entra dalla finestra di Quentin e gli chiede aiuto per vendicarsi del suo ex. Quando Quentin inizia a fantasticare su cosa potrebbe succedere dopo quella notte di follie, ecco che Margo il giorno dopo scompare misteriosamente. Quentin scopre che quest’ultima ha lasciato degli indizi che potrebbero rivelare dove sia finita.

Durante il viaggio per ritrovare Margo, Quentin si rende conto che la fine del liceo non è altro che l’inizio della sua vita. Da quando Margo ha bussato dalla sua finestra ha iniziato a sentirsi vivo per davvero. Il film è una riflessione sul cosa significhi vivere per davvero, su quando sia importante l’amicizia e quanto sia meraviglioso innamorarsi. Consigliatissimo!

 

3. The Imitation Game:

Per il genere biografico/thriller/drammatico/storico ( non ci facciamo mancare proprio niente), il film è l’adattamento cinematografico della biografia di Alan Turing (uno dei padri dell’informatica per capirci). Il film segue le vicende di Turing in un percorso a ritroso nel tempo, tre epoche diverse si alternano durante la storia, attraverso un gioco di flashback e flashforward intreFilm2015_theimitationgame_cciati.

Si parte dagli anni ’50, dove Turing viene interrogato da un agente di polizia con l’accusa di atti osceni, per poi passare con un salto temporale, agli anni della Seconda Guerra Mondiale, dove Turing e alcuni tra i più brillanti matematici, analisti e linguisti britannici misero a punto un sistema in grado di decrittare la diabolica macchina di comunicazione nazista Enigma, ideata dai Nazisti per comunicare in forma segreta durante il conflitto mondiale. Si arriva infine, attraverso un altro salto temporale, all’adolescenza del protagonista, vissuta tra prepotenze da parte dei compagni di College, dove l’unico barlume di luce del protagonista era il suo amico Christopher.

Tre pezzi di vita che ne formano solo una, all’insegna di segreti, sotterfugi e dell’ossessione. The Imitation Game è la storia commovente di un genio che ha cambiato la storia, ma non solo per l’aver fatto terminare il primo conflitto mondiale (salvando i milioni di persone), ma anche per il lascito dei suoi studi, che arriva fino al dispositivo su cui leggendo questo articolo. Una storia veramente importante che vale la pena di essere raccontata a tutti.

Niente da dire, guardatelo, punto.

 

4. Cindarella/Cenerentola:

per il genere Fantasy vi propongo l’adattamento cinematografico della mia favola preferita in assoluto. Diretto da Kenneth Branagh, qui, ancora una volta, la Dinsey dimostra che i suoi film, ricchi di contenuti, sono adatti a tutti i membri della famiglia. Ogni singolo elemento del film mi ricorda il magico cartone animato degli anni ’50, solo che qui, sono tutti in carne ed ossa!

film2015_cenerentolaNemmeno vi racconto la trama del film perchè dai su, tutti la conoscete. Lily James è perfetta nei panni di Cenerentola, elegante e dolce, per non parlare di Richard Madden, cioè, se il principe azzurro è davvero così… wow!

Insomma un cast perfetto, i costumi sono meravigliosi, ne troppo forzati ne troppo “finti”. Non so se sono io di parte, ma questo film mi è piaciuto molto, non annoia, quando lo guardi capisci, ancora una volta, la magia di questa fiaba. Insomma, i sogni son desideri…

Non penso sia molto adatto ai maschietti, ma mamme, mammine, ragazze, ragazzine se non l’avete visto, guardatelo e poi fatemi sapere se non avete fantasticato almeno per 2 minuti dopo averlo visto.

 

5.  Lo Stagista Inaspettato:

Come ultimo, ma non per importanza, vi propongo questa piacevolissima Commedia. Ben interpretafilm2015_lo-stagista-inaspettato-poster-e-foto-del-film-con-robert-de-niro-e-anne-hathaway-20to da Robert De Niro, è un pensionato settantenne e vedovo che non sa come ingannare il tempo, non sa rimanere senza lavoro e senza amore. Ben decide di rimettersi in carreggiata e quindi di partecipare ad un programma per stagisti di senior promosso dalla start­up About The Fit. A Ben viene quindi assegnato il ruolo di assistente della fondatrice dell’azienda Jules, interpretata dalla bellissima Anne Hathaway. Nonostante le notevoli differenze iniziali fra Jules e di Ben, tra i due nascerà un’ inaspettata sintonia e Ben dimostrerà di essere una validissima risorsa per l’azienda. La pellicola è dolce e divertente, ok, forse un po’ prevedibile ma, dai! E’ un film fatto per evadere dalla routine di tutti i giorni, va guardato e preso per quello che è senza troppe pretese. Io l’ho trovato piacevole, mi sono fatta quattro risate e si, merita davvero un’occhiata.

Spero di esservi stata utile e di avervi fatto venire voglia, almeno un po’ di guardare uno di questi film.

La ragazza nerd

Articoli correlati

La redazione

La redazione

La redazione di Chizzocute è come una famiglia, grande e animata, composta da donne e uomini uniti da ideali di vita sostenibile, che pongono le relazioni umane al centro delle proprie scelte, consapevoli che tutti noi “siamo frutto della nostra famiglia”.

All posts by La redazione

Comments are closed.