Skip to content

Freddie Mercury a 24 anni dalla morte

Freddie Mercury morteDa piccola la musica per me era quella de Lo Zecchino d’Oro, quella di papà e mamma che cantavano Celentano e Battisti in macchina (cosa che spiega come mai io conosca a memoria un sacco di canzoni di cui non ho mai sentito la versione originale), quella di mio fratello che storpiava le sigle dei cartoni animati e quella della banda del paese (a cui a 8 anni mi sono aggregata spinta da non so cosa).

Così come non so cosa abbia portato me e mio fratello, negli ani ’90, ad avere gusti musicali molto precisi, quanto diversi. Avevamo entrambi il nostro gruppo preferito, coi poster sui muri, le magliette fatte a mano che quelle originali costano troppo, i ritagli di giornale appesi sopra il letto, le cassette delle ultime antologie trovate come regalo nell’uovo di Pasqua…

Lui aveva i Queen, io avevo i Beatles. Tengo a precisare che io sono la più piccola e la più intimista. La sua passione per i Queen, invece, era una continua condivisione: Innuendo ascoltata 10 volte al giorno con il volume a palla, imitazioni coreografiche di Brian May sull’assolo di Bohemian Rhapsody, l’aspirapolvere rubato alla mamma per cantare I Want To Break Free come Freddie Mercury nel video originale…

Avete mai visto fratello e sorella che in periodo preadolescenziale ascoltano insieme la stessa musica in armonia? Sì? Erano alieni? Per noi non c’era un grande accordo a riguardo…

Poi le cose sono cambiate, siamo cresciuti e il gruppo preferito di uno ha iniziato ad essere una parte della storia dell’altro. Almeno per me, con i Queen, è stato così. Ora la maggior parte dei loro brani sono la colonna sonora di ricordi d’infanzia, di quando Zanzibar, la città di origine di Freddie Mercury, mi ricordava più i torroncini che piacevano alla nonna che una meta di viaggi organizzati.

E ora penso che sarò io a portare mio fratello al cinema quando uscirà il film su Freddie Mercury. A 24 anni dalla morte di questo artista, sembra che vogliano davvero lavorare a qualcosa che ne ricordi la vita straordinaria. Gli ultimi rumors vogliono Anthony McCarten (quello de “La teoria del tutto”) come sceneggiatore della biopic, mentre l’attore protagonista potrebbe essere Ben Whishaw – che interpreta Q nell’ultimo capitolo della saga di 007. Forse i lavori inizieranno a giugno 2016. Forse, perché sono anni che se ne parla e sembra che trovare un accordo su come raccontare la vita di una leggenda del rock come Freddie Mercury sia davvero difficile.

Ma io intanto aspetto fiduciosa, riavvolgendo il nastro dei miei ricordi. Perché sono certa che “the show must go on” anche dopo tutto questo tempo…

Articoli correlati

Categorized: LIFESTYLE
Tagged:
La redazione

La redazione

La redazione di Chizzocute è come una famiglia, grande e animata, composta da donne e uomini uniti da ideali di vita sostenibile, che pongono le relazioni umane al centro delle proprie scelte, consapevoli che tutti noi “siamo frutto della nostra famiglia”.

All posts by La redazione