Skip to content
Babywearing: supporti ergonomici migliori

Quando ci si avvicina per la prima volta al mondo del babywearing, la prima cosa che succede è che si comincia a sentir parlare di supporti.

Cosa sono esattamente i supporti? Sono gli strumenti che ci accompagneranno nel nostro percorso del “portare addosso” i nostri piccoli. Per aiutarvi a capirne un po’ di più abbiamo pensato di fornirvi una panoramica dei supporti ergonomici più diffusi.

FASCIA LUNGA ELASTICA

Categoria: non strutturato

Posizioni permesse: davanti pancia-pancia. Per ragioni di sicurezza, sono sconsigliate le posizioni sul fianco e sulla schiena

Età consigliata: dalla nascita fino ai 6/7 kg di peso

Caratteristiche: è una striscia unica di stoffa dalle caratteristiche elastiche (jersey di cotone o cotone elasticizzato tramite fibra di elastane) di circa 5 metri di lunghezza

Vantaggi: morbida e avvolgente, adatta dalla nascita anche con bimbi piccoli.

Svantaggi: poca versatilità (permette solo il pancia a pancia), utilizzabile per un periodo limitato di tempo (fino ai 6/7 kg), la lunghezza può spaventare un utilizzatore poco esperto

FASCIA RIGIDA

Categoria: non strutturato

Posizioni permesse: davanti pancia-pancia, fianco, schiena

Età consigliata: dalla nascita (per neonati normopeso). Non esiste un limite superiore di peso

Caratteristiche: è una striscia unica di stoffa tessuta, solitamente a trama diagonale, che può variare per lunghezza tra i 2,5 e i 5 metri circa.

La composizione del tessuto può variare da 100% cotone, a cotone misto lino, canapa, bamboo, lana,  e queste differenze conferiscono alla fascia delle caratteristiche diverse in termini di morbidezza e sostegno del tessuto stesso.

Si parla di fascia rigida lunga o di fascia rigida corta in base alla lunghezza della fascia stessa, le diverse lunghezze sono chiamate taglie. La taglia necessaria varia in base alla corporatura di chi porta e alle legature che si vogliono utilizzare.

Vantaggi: estrema adattabilità al corpo di portato e portatore, estrema versatilità, perfetta avvolgenza

Svantaggi: supporto non intuitivo ed immediato. Necessita di un po’ di pratica.

MEI TAI

Categoria:  semi-strutturato

Posizioni permesse: davanti (pancia a pancia), dietro. L’uso sul fianco, pur essendo possibile, è molto scomodo

Età consigliata: dai 3 mesi. Alcuni modelli di mei tai possono essere utilizzati dalla nascita, a patto che abbiano fasce larghe almeno 25 cm e siano dotati di reggitesta e coulisse per il restringimento della seduta. Non esiste un limite superiore di peso.

Caratteristiche: pannello rettangolare di stoffa ai cui angoli sono cucite saldamente quattro fasce; le due fasce inferiori (ventrali) si legano in vita, mentre le due fasce superiori (generalmente più lunghe) vengono fatte passate sulle spalle e permettono di sorreggere e avvolgere il bambino. Possono essere dotati di reggitesta e di coulisse per la regolazione del pannello. Le fasce possono essere leggermente imbottite.

Vantaggi: Supporto piuttosto semplice e veloce da indossare, sulla schiena permette di portare il bambino in una posizione alta confortevole anche per lunghe passeggiate. Adattabile a bambini di diverse età.

Svantaggi: non permette legature preannodate (la legatura deve essere rifatta ogni volta che il bimbo viene scaricato e ricaricato)

RING SLING O FASCIA AD ANELLI

Categoria:  semi strutturato

Posizioni permesse: pancia a pancia, fianco. La posizione sulla schiena è sconsigliata per ragioni di sicurezza.

Età consigliata: dai 3/4 mesi o comunque da quando il bambino acquisisce il controllo della testa. Non esiste un limite superiore di peso, anche se con bimbi molto grandi e pesanti può non risultare comoda.

Caratteristiche: è un telo prevalentemente di tessuto robusto, anche in questo caso il tessuto può variare da 100% cotone a composizioni miste ad esempio in canapa o lino, alla cui estremità viene cucita una coppia di anelli appositi per babywearing (di alluminio anallergico, senza giunture). La coda della fascia viene fatta scorrere all’interno degli anelli e fermata negli stessi, così da creare una seduta per il bimbo, che deve mantenere la posizione a “M” con il sederino più  basso delle ginocchia.

Vantaggi: Supporto molto veloce da indossare e pratico da tenere in borsa o in auto per rapidi spostamenti o per i “sali-scendi” tipici dei bimbi che hanno da poco imparato a camminare.

Svantaggi: non adatto per lunghi tragitti o per molte ore di utilizzo, essendo il peso scaricato in modo asimmetrico (su una sola spalla).

MARSUPIO ERGONOMICO:

Categoria: strutturati

Posizioni permesse: davanti (pancia a pancia) e dietro. Alcuni modelli permettono la posizione sul fianco, ma è piuttosto scomoda.

Età consigliata: dai 4/5 mesi o comunque da quando il bambino acquisisce il controllo della testa e la divaricazione delle gambine non è più forzata. Alcuni modelli sono dotati di riduttori (integrati o acquistabili a parte) da utilizzare con i neonati, ma noi ne sconsigliamo l’utilizzo. Il limite superiore di peso è stabilito dai produttori, ma in genere il fattore limitante è la larghezza della seduta.

Caratteristiche: è costituito da un rettangolo di stoffa (pannello), due spallacci regolabili ed una cintura da allacciare in vita, chiusi tramite fibbie a scatto. La seduta è ampia, in modo da offrire il giusto supporto alle anche, mantenendo il bimbo in posizione fisiologia (posizione a M); questo li distingue dai classici marsupi a seduta stretta.

Vantaggi: rispetto ai classici marsupi a seduta stretta, mantengono la posizione ad M e la fisiologica cifosi del bambino, permettono un miglior scarico del peso con riduzione della sollecitazione a livello di spalle e schiena del portatore.

Rispetto a supporti non strutturati e semistrutturati, risultano più maneggevole e di rapido utilizzo. Estrema praticità ed immediatezza d’uso.

Svantaggi: poca avvolgenza e ridotto sostegno del capo del portato.

Le Rolling Mamas

SFOGLIA LA FOTOGALLERIA

Fascia elastica