Skip to content

Gandhi a 68 anni dalla morte

Gandhi

E’ il 30 gennaio del 1948 quando il Mahatma venne ucciso con tre colpi di pistola, mentre si recava alla preghiera delle 17 a New Delhi.

La settimana dopo l’assassino, un fanatico indù, venne condannato a morte e giustiziato, nonostante l’opposizione dei seguaci di Gandhi che proclamavano il perdono.

Mahatma_Gandhi_lying

Mohandas Karamchand Gandhi è meglio conosciuto col nome di Mahatma “grande anima”, che gli fu dato dal poeta R. Tagore. Politico e filosofo indiano, asceta, vegetariano rigoroso, appassionato studioso delle religioni, si adoperò per vent’anni alla lotta per i diritti civili difendendo gli immigrati indiani in Sudafrica.

Attraverso la Satyagraha, la resistenza all’oppressione tramite la disobbedienza civile di massa, guidò l’India all’indipendenza, diventando un esempio per tutto il Mondo e cambiando la storia del Ventesimo secolo.

mohandas-karamchand-gandhi

Nonostante il passare del tempo, 68 anni dopo la sua morte, Gandhi continua a vivere nel ricordo e nell’immaginario collettivo. Le sue azioni pacifiste e le sue idee sulla non-violenza sono state d’ispirazione per grandi personalità quali Martin Luther King e Nelson Mandela. In India è idolatrato come Padre della nazione e il giorno della sua nascita il 2 ottobre, non solo è segnato festivo sul calendario, ma è stato dichiarato anche Giornata internazionale della non violenza dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite.

E’ doveroso in questi giorni ricordare un grande maestro di vita, magari tramite i suoi pensieri più belli come questo:

“Il genere umano può liberarsi della violenza soltanto ricorrendo alla non-violenza. L’odio può essere sconfitto soltanto con l’amore”.

Articoli correlati

Categorized: LIFESTYLE
Tagged:
La redazione

La redazione

La redazione di Chizzocute è come una famiglia, grande e animata, composta da donne e uomini uniti da ideali di vita sostenibile, che pongono le relazioni umane al centro delle proprie scelte, consapevoli che tutti noi “siamo frutto della nostra famiglia”.

All posts by La redazione