Skip to content

Passeggino ideale: 5 riflessioni prima dell’acquisto

passeggino idealeContinuiamo la nostra carrellata di consigli per le mamme che si avvicinano per la prima volta all’acquisto di un passeggino. Riflessioni utilissime anche e soprattutto per chi invece ha già acquistato e non è rimasto soddisfatto…

 

  1. IL PASSEGGINO DEVE ADATTARSI ALLA NOSTRA QUOTIDIANITÀ, non a quella dell’amica o della cognata… Ogni consiglio è ben gradito ma siamo noi a dover usare il passeggino. Oltre al fatto che, parlando di qualità, ognuno ha i suoi standard e non è detto che ciò che soddisfa gli altri possa essere il prodotto valido anche per noi. Bisognerà dunque chiedersi
  • che tipo di auto ho e quanto spesso caricherò il passeggino in auto?
  • vivo in città ed esco direttamente a passeggio senza usare l’auto?
  • utilizzo ascensori? Grandi o piccoli?
  • lascio spesso il passeggino ad altre persone?

Quindi in generale sono da valutare le nostre abitudini e le misure dei nostri accessi e spazi e soprattutto valutare sempre con un certo senso critico i consigli che ci vengono dati e la loro fonte!

 

  1.  IL PASSEGGINO DEVE POTERCI SEGUIRE OVUNQUE O QUASINon mi stancherò di ripeterlo: perché il prodotto sia valido sono “obbligatorie” ruote su cuscinetti, possibilmente di medie o (se i nostri spazi lo permettono) grandi dimensioni: così saranno garantite non solo la manovrabilità e la leggerezza di guida, ma anche l’accesso ai terreni più impervi. Non pensate che solo i sentieri sterrati di montagna richiedano ruote e telai con certe prestazioni, tante volte anche la città, con i sali scendi dei marciapiedi e le pavimentazioni sconnesse dei centri storici rappresentano un percorso ad ostacoli per i nostri passeggini. Se pensate di prendere spesso aerei o mezzi in cui il passeggino debba occupare pochissimo spazio, allora dovrete successivamente optare per passeggini micro, con ruote piccolissime che non compromettano l’ingombro da chiuso. Ottimi esempi sono il modello YoYo di Baby Zen oppure il modello Yezz di Quinny: dimensione ridotta su misura delle cappelliere d’aereo per due gioiellini che, grazie a ruote su cuscinetti e telai di alta qualità, si comportano bene anche in movimento.

 

  1. IL PASSEGGINO FRONTE STRADA/FRONTE MAMMA E’ SEMPRE LA SCELTA MIGLIORE? Il passeggino con seduta rivolta verso la mamma è sicuramente rassicurante perché ci permette il controllo e l’interazione col bambino. Ricordatevi comunque che per i primi tempi, quando si usa carrozzina e ovetto il bimbo è sempre rivolto verso di noi quindi il contatto visivo è garantito. Quando il bimbo è un po’ più grandicello e utilizza il passeggino vero e proprio sappiate che una seduta reversibile comprometterà la praticità di chiusura e/o il peso del passeggino. I passeggini in assoluto più facili e compatti da chiudere (se è questo il vostro primo criterio di scelta) sono quelli con seduta fissa rivolta verso l’esterno. Valutate quali di questi due aspetti privilegiare! Mettetevela via: il compromesso, per avere vita facile e con prodotti di qualità, non è comprarne uno che abbia entrambe le cose ma avere due passeggini che assolvano funzioni diverse.

 

  1. C’ERA UNA VOLTA IL PASSEGGINO CON CHIUSURA AD OMBRELLO  E 8 RUOTE GEMELLATE… ed esiste ancora, per carità, ma è stato ampiamente superato da prodotti molto più robusti e di qualità più elevata e comunque leggeri e facili da chiudere. Che il passeggino ad ombrello sia il più compatto è un falso mito ormai. Di sicuro i Buggy di questa tipologia non montano quasi mai ruote su cuscinetti (quindi la spinta per la mamma che lo guida è più faticosa e meno scorrevole) e per loro stessa costruzione (molti punti di snodo sugli assi orizzontali) l’utilizzo e l’usura ne compromettono ulteriormente  scorrevolezza e stabilità. Con ciò non voglio dire che siano destinati a rompersi ma la percezione di solidità e leggerezza quando lo guidate è decisamente poco soddisfacente. Ormai sul mercato ci sono tantissime proposte per avere un passeggino facile da chiudere e leggero ma al tempo stesso anche robusto e scorrevole. Un esempio su tutti? Il passeggino Snap della Valco Baby, un’azienda australiana che in poco tempo ha conquistato il mercato Europeo con un prodotto perfettamente equilibrato (seduta ampia per il bambino, leggerissimo ma robusto, ruote grandi, chiusura facile e compatta) con un prezzo giusto (a partire da 299€ per il passeggino, da 620€ circa nelle versioni trio con navetta e ovetto)

 

  1. DOVE CERCARE COSA Quando cominciate a informarvi su cosa proponga il mercato in fatto di passeggini, non fermatevi ai marchi commerciali più pubblicizzati e noti che si trovano nelle catene e nella grande distribuzione. Il mercato dei passeggini di qualità spesso è fatto di marchi poco pubblicizzati, colossi nel settore ma sconosciuti ai non addetti ai lavori (almeno prima di diventare genitori) che però sono quelli che dettano legge in fatto di innovazione, qualità e prestazioni e che si trovano nei negozi specializzati. Ogni zona geografica in Italia ha le sue realtà distributive e la diffusione dei marchi può essere poco omogenea, ma non pensate che solo i negozi grandi con vasta esposizione abbiano il prodotto ideale. Anche il negozietto piccolo può detenere l’esclusiva di una chicca!

Alla prossima, Sara!

Leggi anche: PASSEGGINO TRIO OPINIONI: 5 REGOLE PER ACQUISTO INTELLIGENTE
La redazione

La redazione

La redazione di Chizzocute è come una famiglia, grande e animata, composta da donne e uomini uniti da ideali di vita sostenibile, che pongono le relazioni umane al centro delle proprie scelte, consapevoli che tutti noi “siamo frutto della nostra famiglia”.

All posts by La redazione