Skip to content

Passeggino e sacco termico per l’inverno: come funziona e come sceglierlo

Sacco termico Bamboom Baby-Igloo
Sacco termico Bamboom Baby-Igloo

Il sacco termico da passeggino è indispensabile per l’inverno con il bebè. Anche se il grande freddo non è ancora arrivato – e per quanto ci riguarda può pure prendersela comoda – meglio non farsi trovare impreparati quando le temperature vireranno improvvisamente dai gradevolissimi 10-15 gradi agli implacabili “sotto zero”.

L’accessorio principe degli inverni in passeggino è indiscutibilmente il sacco termico, in gergo footmuff, un vero e proprio sacco a pelo lungo circa un metro, che si apre con cerniera ai lati o sul davanti e dotato di apposite asole sul retro, nelle quali infilare le cinture del passeggino, assicurando così che il bimbo stia caldo e sicuro dentro al suo buggy. Non confondete il sacco termico, pensato da esterno esattamente come un giubbotto, col sacco nanna, studiato per il riposo notturno in casa affinché il bimbo non si scopra nel sonno e realizzato con materiali diversi.

Un buon sacco termico vi garantirà passeggiate tranquille anche nelle giornate più fredde e uggiose senza procurarvi troppe nevrosi pensando al peso dell’abbigliamento sottostante. A mio avviso è più utile di un parapioggia. Innanzitutto non toglie passaggio d’aria pulita né visuale al bambino. Inoltre è impermeabile (o per lo meno la maggior parte dei sacchi di buona qualità lo è), quindi in caso di pioggia il bimbo può contare su quello oltre che sulla cappottina in dotazione al vostro passeggino. Considerate infatti che i passeggini di nuova generazione hanno le cappottine idrorepellenti e con spicchi supplementari proprio per proteggere meglio sia dal sole estivo ma anche da aria e pioggia. Se stiamo parlando però di un’acquazzone improvviso con vento e freddo, qualora abbiate avuto la malaugurata idea di uscire, meglio avere anche il parapioggia.

Sul mercato esistono sia i sacchi originali delle varie aziende di passeggini, sia sacchi universali proposti da aziende specializzate solo in footmuff e accessori simili. Non è indispensabile avere il sacco della stessa marca del passeggino, ciò che è importante è che abbia sul retro delle asole o delle scanalature in cui poterci infilare le cinture della seduta, ciò renderà utilizzabile qualsiasi sacco su qualsiasi passeggino. Non sceglieteli troppo rigidi e voluminosi, altrimenti farete fatica a chiudere il passeggino lasciando il sacco montato.

Esistono sia i modelli più piccoli che quelli più grandi. I primi sono pensati per ovetto e carrozzina e sono ottimi sostituti delle coperte e delle tutone termiche,queste ultime piuttosto scomode da mettere e togliere e soggette al cambio taglia. Si possono utilizzare anche nel passeggino fino circa ai 9 mesi, dipende dalla dimensione del bambino e dalla stagione incontro alla quale state andando. I secondi hanno dimensioni generose e si possono usare fino alla fine dell’utilizzo del passeggino (ci dovreste fare almeno due inverni!). Anche in questo caso sostituiscono eventuali coperte ma anche giubbotti particolarmente pesanti. In entrambi i casi rimangono sempre ben aderenti al bimbo e al passeggino (oppure ovetto o carrozzina) ed evitano di spostarsi se il bimbo scalcia, cosa che invece avviene con le coperte. Credetemi: la cosa più antipatica è doversi fermare per strada ogni 5 minuti per sollevare la coperta o, peggio ancora, raccattarla da terra (…bleah!)

Per quanto riguarda i materiali, la maggior parte sono in tessuto tecnico all’esterno e cotone o pile nella parte interna, fibra in poliestere invece per quanto riguarda l’imbottitura. Con questa composizione ce ne sono tantissimi e i prezzi variano dai 50 euro ai 100 euro circa. Prodotto d’eccellenza sono poi quelli con interno in piuma d’oca, i cui prezzi (parliamo della misura da passeggino) spesso superano i cento euro.

Per la scelta dell’abbigliamento sottostante bisogna ovviamente distinguere le necessità che avete quando il bimbo ancora non cammina e quando invece vorrà scendere autonomamente. Quello che vi sto per dire rasenta per me (e credo per molti di voi) l’ovvietà più assoluta, ma sono domande che vengono poste molto spesso dalle mamme alle prime armi. Se è ancora piccolino, all’interno del sacco il bimbo potrà essere vestito normalmente, avendo cura di coprire un po’ di più la parte superiore (per esempio con giubbini o felpe morbide con cappuccio, berretto e sciarpina) che tendenzialmente rimane più scoperta. Nel caso entriate in un posto chiuso – immagino la classica passeggiata in centro dentro e fuori dai negozi – starete poco ad aprire il sacco senza scomodare il piccolo. Se invece il bimbo è più grande e optate per un giubbotto pesante potete sempre lasciare aperta una porzione di sacco sul davanti per evitare faccia la sauna nelle giornate meno rigide.

In ogni caso tarate il peso degli indumenti su come vi vestireste voi, considerando che il nostro giubbotto è il suo sacco termico, ricordandovi però che il bimbo sta fermo mentre invece voi siete in movimento spingendo il passeggino. Quindi, senza esagerare, copritelo un po’ di più di quanto vi coprireste voi!

Passiamo ora ad un rapido elenco di alcuni tra i più validi sul mercato.

Footmuff High Tech di Bugaboo, il più stiloso, tecnico e completo. Piuma d’oca, tessuto impermeabile, forma a cappuccio nella parte soprastante. Possibilità di modularne il peso grazie alle due copertine in dotazione, una più leggera e una più pesante per i climi più rigidi. Prezzo 179 euro.

-Sacchi termici Kaiser. Kaiser è un’azienda tedesca, leader di mercato, che produce una varietà infinita di sacchi termici: da ovetto, da passeggino e persino da slitta! Validissimi tutti i modelli, impossibile in questa sede farne un elenco dettagliato, ma particolarmente degni di attenzione quelli in piuma d’oca per l’ottimo rapporto qualità-prezzo.

Footmuff Deluxe by Valcobaby: unico nel suo genere per la forma e le molteplici funzioni. Contiene infatti un riduttore che può essere rimosso con la cerniera quando il bimbo cresce; inoltre si può rimuovere tutta la parte soprastante e lasciare quella sotto come materassino comfort per la mezza stagione. Particolarmente indicato per chi usa direttamente il passeggino già da piccolissimo. Prezzo 75 euro circa.

-Sacchi termici Nuvita: simpatici, morbidissimi e con ottimo rapporto qualità prezzo. Questa azienda ne propone di vari modelli, colori e dimensioni. Nuovissimo il modello Velour da ovetto, 49 euro, molto soffice al tatto, ottima alternativa alle coperte dentro la carrozzina.

-Sacco termico Igloo di Bamboom. 2 in 1 per la quintessenza dell’eleganza e della morbidezza. Grazie ad un’apposita estensione con cerniera il sacco può essere utilizzato per ovetto prima e per passeggino poi. Imbottitura in poliestere e interno tutto in naturalissima fibra di bamboo. Prezzo 129 euro circa.

Questo è solo un breve elenco ma il mercato ormai ne propone tantissimi, per tutti i gusti, per rendere più completo, caldo e sofisticato qualsiasi passeggino. Se poi lo scegliete trendy e colorato renderete anche più divertenti le fredde passeggiate invernali!

Sara

Articoli correlati

La redazione

La redazione

La redazione di Chizzocute è come una famiglia, grande e animata, composta da donne e uomini uniti da ideali di vita sostenibile, che pongono le relazioni umane al centro delle proprie scelte, consapevoli che tutti noi “siamo frutto della nostra famiglia”.

All posts by La redazione