Il male assoluto dell’estate non è il caldo soffocante, ma l’aria condizionata gelante! Diciamo no al condizionamento dell’aria accendendo il forno per preparare un pasto veloce e molto gustoso: Involtini di zucchine al gratin con tonno e formaggio.

Sono le 12.00 di un sabato di luglio, di quelli in cui già alle 7.00 del mattino si suda come dopo una Parigi/Dakar a piedi. Giunta alla fine di un giro di saldi assolutamente insoddisfacente, nel quale continua a confermarsi la mia teoria che nel mondo le magre non si coprono di nulla, per cui se vuoi qualcosa al 50% sei costretta a stripparti nelle uniche le taglie rimaste nei negozi, quelle che vanno dalla S alla XXS.

Decido allora di andare a colpo sicuro ed entrare nell’unico locale commerciale che non mi deluderà: il supermercato!
Varco così la soglia del più fornito della zona e appena le porte scorrevoli mi si chiudono alle spalle il sangue mi si gela. Passo da +170° all’ombra a -200° nel giro di qualche nano secondo. Il sudore sahariano si mischia subito con i brividi da circolo polare artico. E io comincio a sudare freddo. E non sono neanche arrivata al reparto latticini.

Intontita dallo shock termico, mi fiondo nella borsa alla disperata ricerca di qualcosa con cui coprirmi. Ma date le balle di fieno che rotolano fuori dal quel posto ghiacciato, l’unica cosa utile che trovo può portare solo a costruirmi una collana di Tampax. Anche MacGyver avrebbe desistito. E chi sono io per contraddirlo.

Intanto continuano gli effetti nefasti dell’odiata aria condizionata che, oltre a darmi intontimento (molto più di quello quotidiano) e sudori freddi nelle parti alte e sudori caldi nelle basse, mi provoca anche una inarrestabile fame chimica. Così, in stato di semi incoscienza, comincio a buttare nel carrello qualsiasi cosa contenga zuccheri, cioè praticamente tutto ciò che è di produzione industriale. Restano fuori dai giochi: il tofu, il seitan e i ravanelli. Proprio non ce l’ho fatta…

Con un carrello del peso specifico di Platinette (ante Ballando con le stelle), mi dirigo verso i surgelati. Grande errore. Al gelo condizionato si aggiunge il gelo surgelato. Mi parte così un sommovimento intestinale con un bisogno immediato di un bagno. Un bagno qualsiasi, anche quello chimico tenuto 16 ore sotto un sole feroce e dopo un concerto di Vasco Rossi. Ma niente, all’iper scarseggiano i water.

Mi lancio allora verso le casse, sempre portandomi dietro Platinette carica di cibo. Arrivo alla cassa n.3, che è anche il numero totale delle casse aperte sulle 9 disponibili. È sabato, è quasi ora di pranzo, alle tre casse aperte c’è la stessa fila dei Musei Vaticani. Praticamente sarei uscita di lì nel primo pomeriggio.
Il mio intestino dice di no, la mia fame chimica dice di si. Vince la cervicale da colpo di freddo. Mollo il carrello nel bel mezzo della fila, giurando a me stessa di tornare lì dentro solo a fine novembre.

Arrivo a casa e dopo essere riuscita a non svenire nell’androne davanti all’anziana del terzo piano, in ascensore e davanti alla porta di casa, svengo sul divano.
Rinvengo dopo pochi minuti. Ho fame. Non chimica ma alimentare. Peccato che il carrello carico di beni di prima necessità sia rimasto al centro della fila della cassa n.3.
Mi deprimo.

Ma poi mi ricordo che tre antiche zucchine fluttuano nel mio frigo. La fame sarà presto sopita con dei gustosi Involtini di zucchine al gratin con tonno e formaggio.

Primo piano degli involtini di zucchine al gratin con tonno e formaggio
Prendete 3 belle zucchine grandi, lavatele e tagliatele a fette sottili, dal lato lungo, con una mandolina. spennellatele con un po’ di olio e fatele cuocere, qualche minuto per lato, in una padella calda. Lasciatele raffreddare e poi passatele in un mix composto da: 50gr. di pane grattugiato, 40gr. di parmigiano grattugiato, 2 cucchiai di gomasio, 1 cucchiaio di menta (o prezzemolo) tritata molto finemente.

Preparazione delle zucchine

Intanto, con l’aiuto di mixer ad immersione, lavorate a crema 180gr. di tonno in scatola sgocciolato con 100gr. di formaggio spalmabile e 30gr. di pinoli tostati. Spalmate la crema ottenuta su tutte le fette di zucchine, arrotolate, chiudete con uno stuzzicadenti e ponetele in una pirofila. Cospargetele con un filo di olio, il trito rimasto e dei pinoli interi. Mettete a gratinare in forno caldo a 200° per circa 10/15 minuti (5 dei quali con al funzione grill).

Lasciate raffreddare un po’ prima di gustare gli Involtini di zucchine al gratin con tonno e formaggio. Sono buonissimi anche freddi.

Teglia di Involtini di zucchine al gratin con tonno e formaggio

Miss Brownies