Come ogni cosa importante ci si ritrova senza sapere come si è arrivati a decidere di andare a vivere insieme. Tutto bello, tanto amore e felicità ma poi bisogna scendere a terra ed iniziare a prendere le decisioni, quelle serie.

La zona in cui abitare, se rimanere in città o andare in campagna, se trovare una casa vicino al posto di lavoro per maggiore comodità o cercare qualcosa che sia più in linea con le nostre necessità. Appartamento o villetta? Giardino o terrazzo?

1000 e più scelte da fare all’improvviso, 1000 e più compromessi a cui scendere per mantenere stabilità ed armonia nella coppia.

Prima di tutto c’è una decisione fondamentale: affitto o mutuo? In entrambi i casi si tratta di matrimoni a lungo termine, di qualcosa che non vi abbandonerà per i prossimo 20 o 30 anni nella caso di un mutuo e, probabilmente, per il resto della vostra vita se opterete per l’affitto.

Noi abbiamo sempre scelto di acquistare, un primo appartamento a 20 anni, la casa che ci ha visto crescere e diventare una famiglia. Ci ha visto giovani intraprendere dei percorsi professionali che oggi ci hanno consentito di realizzare il nostro sogno: una villetta nel verde della Brianza, dove le camminate nei boschi sono all’ordine del giorno e dove si respira ancora aria fresca.

Abbiamo da subito scelto di ripetere l’esperienza acquisto, perché crediamo fortemente nell’investimento in un bene che possa rappresentare in futuro una risorsa per nostro figlio ed anche per la nostra vecchiaia. Il primo appartamento è una eredità per nostro figlio, un punto di partenza dal quale intraprendere il proprio cammino. Questa casa ci vedrà crescere ed invecchiare e magari un domani sarà fonte di reddito per una vita da pensionati in giro per il mondo.scegliere mutuo o affitto

L’affitto è stato immediatamente scartato a 20 anni come ora perché abbiamo ritenuto che una volta iniziato a pagare fosse difficile riuscire ad accantonare quella somma necessaria per l’anticipo sull’acquisto della casa. Spesso da giovani si tende a convivere in affitto perché si pensa ci siano meno spese, ma non è così, le spese ci sono comunque ed alla fine ci si ritrova senza nulla e con una rata mensile che ti accompagna per tutta la vita.

Il cammino per trovare la casa dei nostri sogni è stato lungo ed arduo, e quando l’abbiamo trovata abbiamo subito attivato la ricerca del partner perfetto per noi, di quella banca che potesse aiutarci a concretizzare ciò che abbiamo rincorso per una vita intera.

La prima cosa che abbiamo fatto è stata quella di confrontare i mutui: spread, spese di istruttoria, di perizia, assicurazione casa, ecc.

A guidare la nostra scelta è stato lo spread, quindi il tasso di interesse applicato sul mutuo e la durata del mutuo. Molte banche offrono i 30 anni mentre altre per esempio se il richiedente ha oltre i 40 anni, come nel nostro caso, non superano i 20 anni.

Abbiamo effettuato il calcolo rata mutuo per capire quale potesse essere la soluzione più adatta al nostro reddito ed a quello che sarà negli anni futuri.

E’ importante essere lungimiranti e pensare che il proprio reddito potrebbe subire delle variazioni in positivo ma anche in negativo e quindi scegliere una rata che sia sostenibile è sicuramente una raccomandazione.

La scelta finale è stata quella di aprire un mutuo con Widiba, che da poco aveva presentato il proprio prodotto mutui. Una volta fatto il preventivo online e deciso di procedere con Widiba, siamo stati seguiti passo dopo passo da un consulente Widiba dedicato (quindi un solo interlocutore che ci ha sempre fornito tutte le informazioni necessarie), abbiamo caricato tutta la documentazione sul sito web ed atteso l’esito.

L’experience Widiba è stata per noi molto positiva: niente passaggi cartacei, interlocutori sempre disponibili e preparati a capire anche una documentazione fiscale non semplice essendo sia io che Alessandro liberi professionisti.

E’ stato importante per noi avere la loro costante presenza di professionisti dal calcolo mutuo alla finalizzazione del rogito, perché è un momento, quello dell’acquisto della casa, di grandi incertezze, in cui ti domandi se stai facendo bene, se hai scelto la casa giusta, il paese giusto, insomma tutto ciò che ti ha portato a quella decisione viene messo in discussione.

Poi, da quando quelle chiavi sono nelle tue mani, il sogno diventa realtà e nulla ha sapore più dolce.

Affitto o mutuo