Skip to content

Mamme a confronto: ieri ed oggi. Cos’è cambiato rispetto al passato?

 

Fare la mamma è il mestiere più difficile del mondo. Nessuno nasce “imparato”, tutti abbiamo bisogno di consigli, aiuti e sostegno.

Ma come sono cambiate oggi le mamme, rispetto al passato?

Innanzitutto possiamo dire con certezza che le mamme di oggi hanno sicuramente un aiuto maggiore da parte dei papà. E non parlo solo della gestione dei figli, ma anche della collaborazione in casa, dalla tavola alla biancheria, dalla spesa al bagnetto dei bambini, oggi gli uomini sono certamente interscambiabili con le donne.

Dall’altra parte della medaglia però, troviamo una mamma che fa più fatica a conciliare il proprio ruolo di madre con quello di donna in carriera.

I tempi e gli impegni che il lavoro richiede, spesso non coincidono con i bisogni dei figli, ma anche della casa. Per questo motivo, a differenza di quello che si faceva un tempo, si richiede maggiormente la presenza dei nonni, per accudire i nipoti ma anche per dare una rassettata alla casa o per preparare la cena. Una volta, secondo me, le donne avevano più organizzazione e “meno pretese”, quindi riuscivano a conciliare meglio il ruolo di madre a quello di lavoratrici. Oggi dopo l’ufficio c’è la palestra, l’estetista o l’apericena con le amiche.

Oggi c’è una maggiore attenzione ai bisogni del bambino, cosa che un tempo veniva data per scontata.

Se un bambino piangeva, ieri era solo un capriccio, oggi si sa che è un disagio che il bambino sta esprimendo e quindi si cerca il modo di capire, senza più ignorare. Oggi si tengono in considerazione i figli in modo differente rispetto a  come si faceva una volta, considerandoli come persone, piccole si, ma con pensieri e sentimenti uguali a quelli di un adulto.

Un tempo ciò che il pediatra diceva era preso come oro colato. Ci si fidava al 100%. Oggi, invece, “googlare” è diventato il modo più semplice per diagnosticare malattie e prescrivere cure.

Si scrive nei forum e ci si confronta con altre mamme nei gruppi Facebook. Che non è proprio così sbagliato. A volte, tanti pareri diversi, ci fanno vedere la situazione in modo differente e il quadro ci risulta più chiaro. Quante corse in pronto soccorso evitate perché “mammina23” ha riportato la calma è la lucidità che avevi perso, dopo che il tuo bambino si era fatto male cadendo….

Insomma, i tempi sono cambiati, molte cose sono migliorate, altre erano meglio un tempo. L’unica cosa che posso dire è che è utile ascoltare l’esperienza, ma è anche giusto seguire l’istinto materno e soprattutto l’evoluzione della scienza e dell’ambiente.

Quante volte ci siamo sentite dire “io con te ho fatto così, e sei cresciuta lo stesso”? Credo che si possa sempre migliorare e, anche se siamo cresciuti tutti sani, sia giusto anche andare avanti, crescere, conoscere e studiare, anche se a volte il futuro coincide con un passato un po’ lontano di quello dei nostri genitori.

Maria Russomanno

Articoli correlati

La redazione

La redazione

La redazione di Chizzocute è come una famiglia, grande e animata, composta da donne e uomini uniti da ideali di vita sostenibile, che pongono le relazioni umane al centro delle proprie scelte, consapevoli che tutti noi “siamo frutto della nostra famiglia”.

All posts by La redazione

Comments are closed.