Skip to content

Marmellata di arance amare | Ricetta di famiglia

In casa Crippa solo Alessandro mangia le arance, alcune volte capita che ne acquistiamo troppe e, per evitare di buttarle (che non è mai una cosa bella), faccio un’ottima marmellata.

Il tempo di preparazione è limitato e la realizzazione non è così complicata come si possa immaginare, un’ulteriore nota positiva è che la casa si immerge in un profumo dolcissimo che a me piace molto.

Marmellata di arance amare

Ingredienti per 4 barattoli:

10 arance

1 kg di zucchero
Informazioni:

Tempo di preparazione: 30 minuti
Tempo di cottura 30/40 minuti

 

Consiglio in più:
Tenete le arance in frigorifero fino a pochi minuti prima della preparazione: sarà più facile togliere la scorza e tagliare gli spicchi
Setacciate lo zucchero
Frullare per pochi minuti la marmellata prima di terminare la cottura
Sterilizzare i barattoli per le conserve: fare bollire i barattoli per 1 minuto in una pentola capiente.
Preparazione:
Tagliate le scorze delle arance con il pelapatate e tagliatele a listarelle lunghe e molto sottili. Se avete il pelalimoni usate quello in modo da avere gia’ le bucce della dimensione corretta.
Eliminate dalle arance la pelle rimasta, tagliare gli spicchi in pezzetti piccoli e rimuovete la parte esterna (la parte bianca).
Durante la lavorazione raccogliete il succo che cola, pesate le arance ed  succo, dovrete infatti utilizzare tanto zucchero quanto i kg delle arance e succo.
Mettete in un tegame gli spicchi preparati e scaldate a fuoco medio, nel frattempo scottate  per 1 minuto le scorzette in pochissima acqua bollente in modo da togliere il sapore amarognolo. Unite le scorzette agli spicchi e quando tutto bolle unite lo zucchero setacciato.
Lasciate cuocere a fuoco basso eliminando l’eventuale schiuma che potrebbe formarsi in superficie e  proseguite la cottura per mezz’ora.
Potete poi verificare la cottura: versare 1 goccia di marmellata su 1 piatto freddo, se cola non e’ pronta perche’ deve risultare densa. Una volta raggiunta la compostezza desiderata spegnete il fuoco e versate la marmellata calda nei vasetti sterilizzati, chiudete con il coperchio e capovolgete i vasetti in modo che il vuoto protegga la conserva dagli eventuali batteri esterni. Dopo 5 minuti rigirate i vasetti e coprite con 1 telo x evitare che la luce possa pregiudicare la conservazione nella delicata fase di raffreddamento.
Barbara

Articoli correlati

Categorized: Ricette
La Chizzo

La Chizzo

Un caban in cashmere avvolgente e un paio di jeans veloci, un filo di Chanel peonia sulle labbra e Hunter colorati ai piedi.
Sono io, Barbara: una vita a colori e un mix and match di contrasti ai quali non saprei rinunciare!
Un lavoro nel mondo frenetico del digital, fatto di strette di mano e vita mondana, e una casa immersa nella natura e nella pace da condividere con le persone che amo, la mia famiglia. Qui troverai maggiori informazioni su di me

All posts by La Chizzo