Skip to content

Le mille vite delle mussole: 10 modi per utilizzare i teli garzati per neonati

Tornate prepotentemente di gran moda negli ultimi anni, le mussole di cotone (o teli garzati per neonati) venivano usate dalle nostre mamme e nonne in svariati modi.

Si tratta di pezze realizzate in uno speciale filato di cotone, la mussola appunto, nota per le sue proprietà di morbidezza e durevolezza ma anche per la caratteristica naturale di estrema traspirabilità e assorbenza.

Anticamente le mussole di cotone si utilizzavano per fasciare i neonati, pratica consigliata ancora oggi per dare al bimbo un senso di sollievo e protezione, soprattutto in caso di coliche. Il particolare filato protegge inoltre dal caldo e dal freddo, fungendo in modo naturale da termoregolatore e risultando delicato sulla pelle del bebè.

Nella storia, più recente, delle nostre mamme e nonne, la mussola di cotone era anche il materiale dei ciripà, gli antenati dei nostri pannolini lavabili. Ancora oggi uno degli utilizzi delle mussole è proprio all’interno dei pannolini lavabili come strato assorbente.

Oggi le mussole possono davvero vantare numerosi utilizzi e in commercio si trovano varie misure ( 70×70 o 120×120) anche con fantasie davvero irresistibili. Le vere mussole di qualità hanno inoltre la caratteristica di aumentare la morbidezza e la resistenza dopo i lavaggi, peculiarità che abbiamo notato soprattutto su quelle del marchio inglese MuslinZ, noto per l’ottimo rapporto qualità prezzo e per alcuni modelli ancora più morbidi e naturali realizzati in cotone organico e bamboo.mussole di MuslinZ cotone organico

Ecco gli usi più consueti e anche quelli meno scontati per queste …magiche “pezze”!

La mussola (o swaddle, dal verbo inglese to swaddle, fasciare) si può utilizzare:

  • appoggiata sulla spalla della mamma durante l’allattamento o al momento del ruttino
  • come maxi bavaglio per la pappa o come tovaglietta di emergenza
  • come copertina estiva
  • per fasciare il bebè in caso di colichemussole fasciare il neonato
  • come accappatoio al posto di quelli tradizionali in spugna, al posto dell’asciugamano sopra il fasciatoio o come fasciatoio di emergenza
  • in estate, sulle sedute dei seggiolini auto e dei passeggini, posizionate sotto testa e schiena del bimbo, per assorbire il sudore o evitare il contatto della pelle delicata coi tessuti sintetici
  • come tenda su ovetti, carrozzine e passeggini per proteggere dal sole e dall’aria
  • come scialle su spalle e collo del bimbo col doppio uso di proteggere dal vento e di asciugare eventuali “sbrodolamenti” -più o meno lo stesso concetto, ma in versione maxi, dei bavagli a bandana
  • dentro i pannolini lavabili al posto dell’inserto assorbente
  • come coperta gioco in spiaggia o su un prato

 

Insomma le mussole sono praticamente indispensabili per proteggere o per qualunque tipo di incidente di percorso in cui ci sia…qualcosa da asciugare!

E poi si parlava di moda. Certo, perché avere una mussola “giusta” legata come un foulard di Hermes ad una bella borsa cambio, oggi è decisamente glamour!

Sara

Articoli correlati

La redazione

La redazione

La redazione di Chizzocute è come una famiglia, grande e animata, composta da donne e uomini uniti da ideali di vita sostenibile, che pongono le relazioni umane al centro delle proprie scelte, consapevoli che tutti noi “siamo frutto della nostra famiglia”.

All posts by La redazione