Skip to content

Matrimonio in estate: in spiaggia? Organizzazione pro e contro 

matrimonio in spiaggiaLa proposta di matrimonio è arrivata e, dopo l’emozione dei primi giorni, state analizzando ogni particolare per arrivare alla scelta della data delle nozze.

Come dicevamo nell’articolo precedente, la prima cosa da fare è scegliere il periodo dell’anno che preferite: estate o inverno!?

Siete indecisi?

Beh, iniziamo a guardare insieme i pro e i contro legati alla stagione estiva.

Se penso all’estate, la prima visione super romantica che mi viene in mente è il sognato matrimonio sulla spiaggia:

l’Italia è il paese delle spiagge, dei fondali azzurri e sicuramente non mancano le location incantevoli che possano fare da cornice al giorno più atteso.

Però, c’è un però, in Italia, contrariamente a quanto avviene all’estero, il matrimonio sulla spiaggia è poco diffuso e, oltre a questo, se si vuol celebrare il matrimonio in spiaggia bisogna togliersi dalla mente alcuni aspetti del classico matrimonio: se avete pensato ad un matrimonio sulla spiaggia come quelli visti nei film, purtroppo dovrò darvi un dispiacere.

Perché?

Perché i film sono “finzione” oltre al fatto che la maggior parte dei film sono Americani e i matrimoni sono protestanti ed hanno quindi, regolamenti differenti rispetto al matrimonio cattolico.

Prima di impuntarvi su questa tipologia di matrimonio dovete chiedervi se per voi conta più la fede o il romanticismo. Un sacerdote difficilmente accetterà di celebrare un matrimonio in spiaggia.

Se invece state pensando di sposarvi con rito civile non ci sono impedimenti particolari, tranne il fatto che la spiaggia non può essere considerata una sede autorizzata alla celebrazione del matrimonio, ma a questo si può rimediare recandosi, insieme ai testimoni, in Comune per firmare i documenti anticipatamente.

…E queste sono le rinunce che riguardano la parte burocratica, ma ci sono altri aspetti da considerare come ad esempio l’orario in cui si svolgerà la cerimonia: stiamo parlando di mesi estivi, quindi farà caldo… di solito l’ora consigliata per un matrimonio in spiaggia è il tramonto. Dimenticate cerimonie di primo pomeriggio o delle undici del mattino!

Passiamo all’abito da sposa: il raso e il tulle non vanno neanche presi in considerazione, pensate piuttosto ad un abito con stoffe leggere ed eleganti come la seta. Molti consigliano anche un velo corto, ma questo solo se avete scelto di celebrarlo sulla sabbia (di solito è così) e magari optate per un’acconciatura naturale… niente acconciature elaborate, ma una bella chioma libera magari adornata con una corona di fiori.

Anche lo sposo dovrà fare delle rinunce, ma scommetto che i futuri mariti saranno ben lieti di adottare un abbigliamento un po’ più casual: niente cravatte e papillon, ma largo ai pantaloni chiari in lino e una bella camicia bianca.

“A piedi nudi, sulla sabbia, un romantico arco di fiori che fa da cornice al mare che da blu diventa ramato quando il sole ci si tuffa dentro proprio mentre vi state giurando amore per tutta la vita… esiste qualcosa di più romantico?”

Ma è necessario sposarsi sulla spiaggia per rendere il matrimonio veramente estivo?

Ma certo che no!

Ci sono molti altri modi per trarre ispirazione da questo periodo dell’anno, come ad esempio i colori…

Uno tra tutti il blu, sempre in voga da tantissimi anni: il colore del cielo limpido e del mare. Lo si può abbinare facilmente ad altri colori leggeri o a delle sfumature di blu più lievi, leggeri ed eleganti.

Oppure, si può puntare sul colore pastello della lavanda. Un colore che possa fare da filo conduttore con il bouquet della sposa, i nastrini per le partecipazioni (sono molto di moda le partecipazioni in cartoncino chiaro con effetto pizzo adornati da nastrino in raso colorato) e i mazzolini di lavanda utilizzati per i sacchettini dei confetti da donare agli invitati.

Altra valida sostituta della location sulla spiaggia, è la location con piscina sempre gradita dagli ospiti. Un ricevimento a bordo piscina illuminata fa sempre il suo effetto scenico.

Per il banchetto nuziale, sia che si scelga una cerimonia sulla spiaggia o la più classica cerimonia in comune o in chiesa, è opportuno pensare al bene dei vostri ospiti: contrariamente a quanto si pensa, per un matrimonio estivo (magari nei mesi di luglio e agosto) un intero ricevimento all’aperto è sconsigliato. E’ sempre meglio scegliere una location che sia dotata di aria condizionata, ma se proprio non potete rinunciare ad un ricevimento immerso nella natura, cercate almeno una location con giardino adeguatamente ombreggiato da ombrelloni o, meglio ancora, alberi.

Poi, chi l’ha detto che il matrimonio in spiaggia o con vista mare sia il più romantico in assoluto?

Anche il prato di un casale di campagna può diventare indiscutibilmente romantico illuminato dalla flebile luce di eleganti lanterne!

Zanzare a parte…

Si parlava di pro e contro… dovevo per forza sottolinearli questi “contro” anche se poi, quel giorno, gli sposi sono talmente felici da non vederne neanche uno!

Cinzia Lc.   

La redazione

La redazione

La redazione di Chizzocute è come una famiglia, grande e animata, composta da donne e uomini uniti da ideali di vita sostenibile, che pongono le relazioni umane al centro delle proprie scelte, consapevoli che tutti noi “siamo frutto della nostra famiglia”.

All posts by La redazione

Comments are closed.