Skip to content

Un’originalissima ricetta vegana!

Ricetta vegana: hamburger di quinoa

Ti proponiamo di seguito una ricetta vegana, fatta cioè con ingredienti del tutto vegetali e pertanto non di derivazione animale, escludendo del tutto quindi carne, pesce, latte e suoi derivati, uova e miele. Una riflessione però sorge spontanea: eliminando tali alimenti dalla propria dieta si potrebbe incorrere in alcune serie carenze e di conseguenza in gravi problemi di salute. No, in realtà basta solo sostituire i suddetti alimenti ad altri e il gioco è fatto! Questo significa inoltre non dover rinunciare, oltre che ad alcuni nutrienti essenziali come le proteine, anche al gusto della buona cucina, che in questo caso avrà il valore aggiunto di essere anche estremamente sana!

Le ricette vegane hanno per di più il vantaggio di poter tornare utili anche a coloro i quali sono intolleranti o allergici a lattosio o all’uovo, e alle volte, come in questo caso, sono indicate anche per i celiaci.

Le ricette vegane poi spaziano dagli antipasti, ai primi piatti, i secondi e addirittura i dolci, proprio per non dover rinunciare ai piaceri della buona tavola!

Ecco allora la ricetta degli hamburger di quinoa, un piatto ispirato dal corso di cucina vegana di nutrizione superiore, un piatto estremamente sano e soprattutto energetico, ricco di vitamine, carboidrati e proteine, reperibile anche presso alcuni supermercati ma dai costi abbastanza elevati, per cui meglio prepararlo da sé, data l’estrema facilità! Ci vorranno infatti solo 20 minuti per la loro preparazione e altri venti per la cottura, quindi in totale andranno via circa 40 minuti.

Come preparare gli hamburger vegani

Ingredienti per sei hamburger vegani:

– 150 gr di quinoa preferibilmente biologica

– 1/2 cipolla

– 200 gr di fagioli cannellini lessi

– paprika dolce o piccante, a tuo piacimento

– sale (possibilmente iodato)

– olio d’oliva (o se preferisci di semi)

– basilico

Procedimento:

Prendi la quinoa e mettila in una ciotola, o in un pentolino, sciacquala più volte sotto l’acqua corrente e sfrega bene i chicchi tra loro. In seguito mettili su un fornello, nella pentola stessa e immersi in circa 300 gr di acqua, e falli cuocere per 10 minuti, minuti che conterai da quando l’acqua comincerà a bollire.

Terminata la cottura, se ti accorgi che l’acqua non è completamente evaporata, scolala e metti la quinoa in una ciotola a parte per farla raffreddare. Di tanto in tanto puoi, aiutandoti con una forchetta, sgranare i chicchi del cereale. Intanto prendi i fagioli lessi, per comodità puoi anche utilizzare quelli precotti in barattolo, e mettili nel frullatore con la cipolla, il basilico, il sale e la paprika. Il composto cremoso che otterrai frullando questi ingredienti, dovrà essere aggiunto alla quinoa che hai messo nella ciotola e amalgamato per bene.

Crea poi da questo impasto delle polpette vegane abbastanza grandi, in numero di sei, e disponile su un foglio di carta forno a distanza non ravvicinata le une dalle altre. Schiaccia le polpette affinché si creino degli hamburger (volendo puoi aiutarti anche con un bicchiere per dar loro una forma perfettamente tonda), poi metti in frigo per far compattare e raffreddare gli hamburger di quinoa per circa mezz’ora.

Infine cuoci gli hamburger vegani in padella con un filo d’olio fino a che non raggiungano la giusta doratura, o meglio quella che piace a te. In alternativa puoi anche cuocerli in forno, e senz’olio, spostando direttamente la carta forno con sopra gli hamburger, su una teglia. Non farli cuocere però per troppo tempo: una cottura a 180 gradi, dopo ovviamente aver preriscaldato il forno, andrà benissimo. In ultimo fai raffreddare un po’ i tuoi hamburger vegetali e servili. Sono buonissimi!

Articoli correlati

Categorized: Ricette
Tagged: ,
La redazione

La redazione

La redazione di Chizzocute è come una famiglia, grande e animata, composta da donne e uomini uniti da ideali di vita sostenibile, che pongono le relazioni umane al centro delle proprie scelte, consapevoli che tutti noi “siamo frutto della nostra famiglia”.

All posts by La redazione