Skip to content

Passaggio da coppia a famiglia: l’importanza di piacersi

La vita inizia quando due esseri umani si incontrano: un uomo ed una donna.

La famiglia “classica” è composta da un uomo ed una donna, che sono diventati una coppia, ed hanno dato origine a dei figli.

Secondo Bert Hellinger (ideatore delle “Costellazioni Familiari”) ciò che unisce i partner è l’attrazione reciproca e ciò che li rende coppia è l’espressione dell’amore attraverso l’intimità sessuale e, quando questa smette di esistere, la coppia non esiste più.

Sappiamo bene che la vita di una coppia attraversa molte fasi, e che, dopo la nascita di ogni figlio, la coppia deve necessariamente ridefinirsi, perché l’attrazione reciproca si modifica nel tempo e, a volte, scompare completamente (vi consiglio la lettura dell’articolo “Vi spiego perché il mio centro è mio marito INSIEME a mio figlio“).

Ci sono molti motivi per cui si può decidere di rimanere insieme, a volte per affetto, a volte per interesse economico, a volte per comodità ed abitudine, ma la dura realtà è che, se l’attrazione e l’intimità sessuale non esistono più, la coppia non è più tale.

Il legame che si crea nell’intimità è molto difficile da sciogliere, e questo è stato previsto proprio dalle leggi naturali, perché non fosse così semplice decidere di abbandonare la/il compagna/o e la prole, ma si dovesse continuare a provvedere alle loro esigenze per un lungo periodo.

Di questo siamo fatti: chimica, fisica, materia solida, necessità e bisogni:

“Il fondamento della famiglia è dato dall’attrazione sessuale tra l’uomo e la donna. Quando un uomo desidera una donna, di fatto desidera ciò di cui egli, in quanto uomo, ha bisogno e non ha. Quando una donna desidera un uomo, anche lei desidera ciò che, in quanto donna, le manca. Il maschio e la femmina formano una coppia di partner che si definiscono e si completano a vicenda. Ognuno è ciò di cui l’altro ha bisogno e ognuno ha bisogno di ciò che l’altro è. Se vogliamo che l’amore si realizzi, dobbiamo dare ciò che siamo e prendere dal nostro partner ciò di cui abbiamo bisogno. Donando noi stessi, prendendo e accogliendo l’altro, diventiamo uomini e donne e, con lui o con lei, diventiamo una coppia.” Bert Hellinger, “I due volti dell’amore”, Ediz. Crisalide

Non è così semplice riuscire a dare ciò che siamo ed accogliere ciò di cui abbiamo bisogno perché ognuno dei due partner porterà le proprie difficoltà e paure nel rapporto di coppia:

“Avendo paura di un bisogno così profondo, dell’implicita dipendenza e dal pericolo di un devastante rifiuto, tanto gli uomini quanto le donne cercano di sviluppare dentro di sé il lato femminile o maschile mancante. Gli uomini cercano così di assomigliare alle donne, e le donne diventano come gli uomini, come se davvero potessero esserlo. Se ci riescono, non hanno più bisogno di un partner, ed il loro rapporto diventa semplicemente una questione di convenienza. Perché il rapporto tra uomo e donna possa tener fede alle sue implicite promesse, l’uomo deve essere uomo e la donna donna. Nei rapporti di coppia eterosessuali, la donna continua ad interessarsi al partner solo finché è e rimane un uomo, e lo stesso vale per lui.” Bert Hellinger, “I due volti dell’amore”, Ediz. Crisalide

Possiamo capire perché così tante coppie “scoppino”, vista la confusione di ruolo e di genere che viviamo. Ma non finisce qui!

coppia famiglia

Nel momento in cui ci innamoriamo, quasi sempre, siamo attratti inconsapevolmente da qualcuno che somiglia a nostra madre o a nostro padre e, di conseguenza, ricreiamo, in qualche modo, un tipo di coppia simile a quello dei nostri genitori. Tutto questo avviene anche se pensiamo razionalmente che siamo diversi da loro, e che siamo più avanti, in molte cose!

Il primo amore della nostra vita, quello del figlio verso la madre, e quello della figlia verso il padre, devono essere trasformati per poter creare una coppia funzionale!

Quando una persona è rimasta in qualche modo ferita o danneggiata dal rapporto con la famiglia di origine, porterà le sue lacerazioni ed il sospetto in ogni nuovo rapporto. Non potrà fare a meno di condurre il vecchio sistema in quello nuovo. Di fatto, gli attaccamenti irrisolti alla famiglia di origine costituiscono una delle cause principali di difficoltà di relazione.” Bert Hellinger, “I due volti dell’amore”, Ediz. Crisalide

Come potete immaginare, il discorso è ancora molto lungo, e lo approfondiremo nei prossimi articoli!

Valeria Pisano

Articoli correlati

La redazione

La redazione

La redazione di Chizzocute è come una famiglia, grande e animata, composta da donne e uomini uniti da ideali di vita sostenibile, che pongono le relazioni umane al centro delle proprie scelte, consapevoli che tutti noi “siamo frutto della nostra famiglia”.

All posts by La redazione

Comments are closed.