Skip to content

Perché evitare l’ammorbidente per il bucato dei bambini

Quando vi abbiamo parlato delle 10 cose da non comprare per l’arrivo di un neonato, vi avevamo menzionato l’ammorbidente, ora vi spieghiamo il perché.

Gli ammorbidenti, comunemente utilizzati per rendere il bucato più soffice e profumato, sono costituiti da additivi, addensanti, coloranti e profumo.

Questi, aggiunti a fine lavaggio, tendono a restare tra le fibre degli indumenti senza essere risciacquati completamente e per questo potrebbero infiammare la pelle dei più piccoli che è delicata come un petalo di rosa. Inoltre esse sono molto inquinanti per l’ambiente.

Quando si acquista un prodotto per l’igiene del bambino bisogna guardare con molta attenzione le etichette, poiché anche molti prodotti, venduti come specifici per neonati, contengono in realtà sostanze altamente allergeniche. AltroConsumo ha rilevato che molti detersivi e ammorbidenti contengono sostanze nocive come lo phenoxyethanol, che è stato segnalato come potenzialmente rischioso per bambini con età inferiore ai tre anni.

La pelle dei neonati è molto sensibile e se sottoposta a sostanze chimiche diventa irritabile, ecco il perché non bisogna utilizzare l’ammorbidente. Per un bucato pulito ed igienizzato è sufficiente utilizzare una quantità ridotta di sapone neutro e i vostri bambini avranno dei vestitini impeccabili, senza il rischio di irritarsi e sviluppare allergie.

ammorbidente

Categorized: Mamma & bimbi
Tagged:
La redazione

La redazione

La redazione di Chizzocute è come una famiglia, grande e animata, composta da donne e uomini uniti da ideali di vita sostenibile, che pongono le relazioni umane al centro delle proprie scelte, consapevoli che tutti noi “siamo frutto della nostra famiglia”.

All posts by La redazione