Skip to content

Perché è importante occuparsi del proprio Personal Branding nel mondo del lavoro?

Perché “dovremmo” occuparci del nostro Personal Branding nel mondo del lavoro? O meglio ancora: “Perché dobbiamo comunicare il nostro Brand? Non basta il curriculum o raccontare quello che sappiamo fare?”

La risposta, quasi ovvia oserei dire, è no e capiamo insieme il perché. Abbiamo già detto infatti che con Personal Branding si intende quella modalità attraverso cui definiamo noi stessi e facciamo sapere alle persone quali sono i nostri punti di forza, in modo univoco e coerente.

Siamo chiaramente nel mondo del lavoro e conoscete anche voi la situazione che offre il mercato e quanto a volte sia difficile potere trovare una propria collocazione. E con questo mi sto riferendo sia a situazioni lavorative da lavoro dipendente sia, a maggiore ragione, a tutti coloro che sono consulenti o free lance.

Poniamo il caso che siate dipendenti e che siete alla ricerca di un lavoro, perché “dovete” cambiare o l’Azienda per cui lavorate non vi soddisfa più. Benissimo, allora in questi casi iniziate a leggere le inserzioni, a cercare sul Web, a guardare Linkedin, a chiedere informazioni ad amici e conoscenti, ma vi accorgete che per una stessa offerta il numero delle risposte è altissimo, pena non riuscire a “scavalcare” il numero delle risposte. Che fare allora?

Invece di mandare a raffica il vostro curriculum vitae, sperando in una risposta che magari non arriva, partite proprio da quello e leggetelo bene.

Personal Branding e lavoroLa prima domanda che vi dovete porre è? Esiste qualche elemento in quello che ho scritto che mi caratterizza? C’è un motivo valido per cui un possibile datore di lavoro dovrebbe contattarmi, rispetto a un altro profilo, perché crede che io possa soddisfare la sua esigenza? Ecco: un’analisi delle vostre caratteristiche e un racconto di quello che sono le vostre capacità (in poche parole, e qui sta il difficile…!) può essere uno strumento per farvi emergere dalla massa.

In pratica un lavoro sul vostro Personal Branding e una migliore comunicazione delle vostre expertise può aiutarvi nella svolta lavorativa che cercate.

A maggiore ragione se siete consulenti o free lance. In questo caso non solo il curriculum vitae o l’elenco dei lavori che avete svolto, ma anche la vostra immagine, quello che comunicate all’esterno e come lo comunicate raccontano già molto di voi e delle vostre capacità, e fanno in modo che chi sta cercando un esperto proprio di quell’argomento si soffermi a leggere di voi, a vedere i vostri prodotti, a guardare le vostre strategie. Insomma che quel potenziale cliente venga catturato da qualcosa che ha fatto scattare una certa curiosità su di voi. E magari poi può accadere che vi scriva, o vi telefoni, sempre che i vostri canali di contatto siano ben visibili e fruibili, e allora questo è un gran segno evidente che il vostro Personal Branding ha funzionato.

Quindi: Personal Branding è un concetto che porta con sé tutta una serie di considerazioni  molto importante per la vita lavorativa di tutti noi, ma anche soprattutto di tecniche che impareremo a conoscere per strutturare il nostro “migliore” profilo professionale.

Daniela Pellegrini

Articoli correlati

Categorized: LIFESTYLE
La redazione

La redazione

La redazione di Chizzocute è come una famiglia, grande e animata, composta da donne e uomini uniti da ideali di vita sostenibile, che pongono le relazioni umane al centro delle proprie scelte, consapevoli che tutti noi “siamo frutto della nostra famiglia”.

All posts by La redazione