Skip to content

Personal Branding: una questione di reputazione

Oggi parliamo della reputazione ossia del modo in cui gli altri ci vedono.

Quando ci occupiamo dei nostri prodotti o dei servizi che proponiamo lo facciamo sia perché siamo mossi dalla passione e dall’interesse nel realizzare tutto ciò, ma anche per vendere il nostro lavoro.

Vendere non solo ci fa guadagnare quello di cui abbiamo bisogno ma anche aumenta la nostra autostima perché è il segno concreto che quello che facciamo, magari con fatica, viene apprezzato.

Ma come possiamo attrarre il maggiore numero di persone interessate al nostro lavoro? Come facciamo a fare sapere che noi in quel settore siamo “i migliori” sul mercato?

Attraverso una buona attività di Personal Branding possiamo costruirci una reputazione tale da comunicarlo. Bisogna fare attenzione che non intendiamo dire: “Ecco, compra il mio prodotto perché è il migliore”, ma con il Personal Branding vogliamo comunicare e fare percepire alle persone che il nostro servizio o il manufatto è in grado di soddisfare la loro ricerca e che è la risposta corretta alla loro richiesta.

Immaginiamo che siate una crafter che realizza gioielli. Scegliete in materiali migliori, individuate i tagli più sofisticati, arricchite l’oggetto con particolari innovativi. Perfetto! Ma non aspettatevi che sia tutto. Siete certamente a un ottimo livello, ma a questo punto dovete fare in modo che le persone e il vostro possibile target non solo vi conoscano ma anche che pensino che il vostro prodotto sia il migliore che possano trovare e che attraverso il suo acquisto saranno appagate.

Come fare quindi? Una seria attività di Personal Branding può essere la risposta perché vi è di molto aiuto nel creare la vostra corretta reputazione.

Ecco perché:

Racconta la vostra passione e quindi trasferisce valore ai vostri prodotti. Non bastano le immagini, quelle sì, colpiscono e sono assolutamente fondamentali. Ma un racconto di cosa fate e come lo fate arricchisce il vostro prodotto e motiva la persona all’acquisto.

Definisce la vostra professionalità.  Fa capire al vostro potenziale acquirente che non vi siete improvvisati e che, se quello che fate nasce sì da una passione, quest’ultima l’avete coltivata, vi siete informati e avete studiato per arrivare dove siete.

Regala un po’ di voi. Fare conoscere chi siete, cosa vi spinge a fare l’artigiana, quali sono le vostre fonti d’ispirazione sono elementi importanti per affermare la vostra personalità e confermare che siete la persona giusta per quel progetto.

Crea relazione. Potreste pensare che il vostro sito sia sufficiente per mostrare la vostra produzione. E’ vero, attraverso il sito illustrate e magari vendete, ma non avete creato una relazione stretta con il vostro acquirente. La difficoltà nella vendita non è tanto forse la prima vendita ma mantenere fedele il Cliente, o no?

Giustifica i vostri prezzi. E sì, nel produrre il vostro manufatto ci impiegate tempo e fatica. Ma abbiamo detto che uno dei motivi per cui lo fate è anche per guadagnare. E se vi dicono che siete troppo care, ecco la soluzione! Il fatto di avere raccontato chi siete e come lo fate, il tempo e la dedizione che gli dedicate aiuta a superare “facilmente” tale obiezione.

Vi rende unica. Non solo il fatto di produrre manualmente il vostro braccialetto è frutto di un lavoro artigianale che rende unico e speciale il pezzo, ma anche la vostra storia vi rende uniche. Perché non farlo sapere?

E come fare tutto questo? Esistono delle tecniche mutuate dal marketing e dalla comunicazione che aiutano a definire un corretto Personal Branding. Le scopriremo insieme.

Daniela Pellegrini

Articoli correlati

Categorized: Yourself
La redazione

La redazione

La redazione di Chizzocute è come una famiglia, grande e animata, composta da donne e uomini uniti da ideali di vita sostenibile, che pongono le relazioni umane al centro delle proprie scelte, consapevoli che tutti noi “siamo frutto della nostra famiglia”.

All posts by La redazione