Skip to content

Come prendersi cura di un’orchidea

Orchidea: come coltivare questo fiore

Ad oggi esistono moltissime specie e varietà di Orchideae pur appartenendo ad una stessa famiglia botanica. Questa pianta particolare è molto diffusa nelle zone umide della fascia intertropicale ma è possibile incontrale un pò in  tutte le zone climatiche. In Italia si trovano circa 85 specie spontanee, distribuite nelle zone umide sia di montagna che in prossimità delle coste anche se nel mondo esistono più di 700 generi e oltre 30 000 ibridi e molte specie sono protette dalla raccolta indiscriminata in quanto sono in via di estinzione.

Le orchidee hanno habitat molto differenti: la maggior parte sono epifite, cioè posseggono solo radici aeree, o semi-epifite, per cui in riescono a vivere su rami e tronchi di altre piante o su rocce coperte da un sottile strato di frammenti vegetali, muschi e licheni.Altre specie sono terrestri, diffuse nei climi temperati mentre altre ancora sono sotterranee e semi-acquatiche.

Le orchidee sono  da sempre considerate un simbolo di amore e bellezza. Piacciono moltissimo grazie al loro fascino ed alla loro eleganza e perciò vengono utilizzate anche come piante da appartamento per arredare l’ambiente. Utilizzate anche come decorazione in diverse cerimonie, quali matrimoni e conferenze o party estivi per rendere l’ambiente più cordiale ed elegante.

Le orchidee vengono coltivate per la spettacolare bellezza dei loro fiori. Vengono commercializzate principalmente come fiori recisi. Nonostante ciò diverse specie e varietà hanno nel complesso un notevole valore ornamentale per creare un angolo di verde nel proprio appartamento cittadino, ad esempio.

Al fine di far crescere nella maniera corretta questa pianta è necessario posizionarla in una stanza luminosa esposta a sud, ma avendo cura di non esporla a diretto contatto con i suoi raggi solari, altrimenti le radici potrebbero seccarsi. È importante innaffiarla poco e spesso al fine non far marcire le radici, basta toccare il terreno per capire se la pianta ha bisogno di acqua oppure no. Se il terreno è umido, come capita spesso durante il periodo invernale, non serve innaffiarla. È consigliabile non utilizzare l’annaffiatoio ma spruzzare l’acqua con un diffusore intorno al vado sole risiede l’orchidea. Infine, per evitare che venga aggredita da parassiti, bisogna pulire le foglie tutti i giorni e curarla quotidianamente.

Martina Fornaro

 

Articoli correlati

Categorized: Arredamento
Tagged:
La redazione

La redazione

La redazione di Chizzocute è come una famiglia, grande e animata, composta da donne e uomini uniti da ideali di vita sostenibile, che pongono le relazioni umane al centro delle proprie scelte, consapevoli che tutti noi “siamo frutto della nostra famiglia”.

All posts by La redazione