Skip to content

La preparazione corretta del latte artificiale: sterilizzatore e scalda biberon

Come va preparato correttamente un biberon di latte in polvere?

Quando per svariati motivi una mamma non allatta, l’unica alternativa possibile è l’utilizzo del latte artificiale, liquido o in polvere. Ma ci sono delle accortezze da rispettare affinché il latte che andiamo a somministrare sia sicuro.

Se il latte liquido è sterile finché è chiuso nella sua confezione (ma è anche più costoso), lo stesso non si può dire di quello in polvere, poiché può essere veicolo di contaminazioni, in particolare del batterio Enterobacter Sakazakii e della Salmonella, che sono estremamente pericolosi e possono provocare gravi malattie ai neonati, specialmente se prematuri o immunodepressi.

Il latte in polvere quindi richiede un metodo di preparazione un po’ più attento: scalda biberon e sterilizzatori possono darci una grossa mano.

Innanzitutto dobbiamo sempre ricordarci di sterilizzare biberon, tettarelle e ciucci.

Lo sterilizzatore elettrico Suavinex sterilizza fino a 6 biberon, succhietti e accessori in soli 15 minuti e soprattutto non è necessario aggiungere nessuna sostanza chimica, perché sterilizza grazie al solo uso del vapore. Inoltre, se non togliamo il coperchio, la sterilizzazione può durare fino a 5 ore, quindi avremo i nostri accessori sterili fino alla poppata successiva. Alla fine del ciclo di sterilizzazione si spegne automaticamente e non dobbiamo preoccuparci di controllare i tempi di sterilizzazione. Il design elegante che combina pois neri e bianchi lo rende anche piacevole e di tendenza e può essere trasportato facilmente perché composto da pezzi impilabili.

sterilizzatore suavinex

Una volta reso sterile il biberon e la tettarella, dobbiamo procedere alla preparazione e, nel caso di latte in polvere, alla ricomposizione del latte.

Per quello liquido basterà riscaldare il latte alla temperatura di somministrazione, verificando sempre sul braccio che non sia troppo caldo. Se ci avvaliamo di uno scalda biberon quest’ultima fase la potremmo saltare, infatti possiamo impostare sull’apparecchio la giusta temperatura di circa 37°/40°.

Per quello in polvere, per i motivi di contaminazione di cui sopra, dovremmo invece portare l’acqua alla temperatura massima (70°) e solo a quel punto dobbiamo unire il latte. Ci siamo assicurate così di aver ucciso eventuali batteri. Poi il latte va raffreddato sotto l’acqua corrente, oppure immergendo il biberon in un contenitore con dell’acqua fredda. Il latte va somministrato entro le 2 ore e non va riscaldato nuovamente.

Lo scalda biberon elettrico Suavinex scalda un biberon in 3 minuti e tornerà utile in fase di svezzamento perché riscalda anche i vasetti in appena 7 minuti. Le sue dimensioni ne facilitano il trasporto e consentono di sistemarlo comodamente in ogni cucina, grande o piccola che sia, senza problemi di spazio. Ha un adattatore per l’accendisigari della macchina che ti consente l’utilizzo anche fuori casa ed in viaggio.

Da mamma consiglio sempre la scelta di prodotti sicuri e che garantiscano il meglio per la sicurezza dei bambini, perché la nostra tranquillità di genitori deriva dalla certezza di avere fatto scelte consapevoli che li tutelino da ogni pericolo.

Anche la scelta dello sterilizzatore deve essere fatta con molta attenzione proprio perché tocca uno dei temi fondamentali della salute dei nostri bambini, soprattutto nel momento in cui sono più piccoli ed indifesi.
Barbara

Articoli correlati

La Chizzo

La Chizzo

Un caban in cashmere avvolgente e un paio di jeans veloci, un filo di Chanel peonia sulle labbra e Hunter colorati ai piedi.
Sono io, Barbara: una vita a colori e un mix and match di contrasti ai quali non saprei rinunciare!
Un lavoro nel mondo frenetico del digital, fatto di strette di mano e vita mondana, e una casa immersa nella natura e nella pace da condividere con le persone che amo, la mia famiglia. Qui troverai maggiori informazioni su di me

All posts by La Chizzo