Skip to content

Scarpe e abbigliamento da Trail Running? Kalenji e Decathlon

Secondo capitolo della campagna #paroladisportivo lanciata da Decathlon che, questa volta, ci ha fatto scoprire la sua dinamica e innovativa marca passion del running: Kalenji.trail

Scopo principale di Kalenji è quello di condividere e rendere accessibile a tutti il piacere della corsa e sviluppare la voglia di praticare questo sport. Non ci sono limiti di età, peso, altezza, allenamento ecc. con Kalenji tutti a qualsiasi livello possono diventare corridori e scoprire il piacere di correre. Noi siamo stati trail runner per un giorno e non possiamo che ringraziare Decathlon per questa divertente, piacevole e anche intensa esperienza che ci ha fatto capire come tutti grazie a volontà, e anche un po’ di sofferenza diciamola tutta, possono sentirsi dei veri corridori e far parte dell’”ultima tribù libera” quella che corre per raggiungere non un risultato ma emozioni, e noi le abbiamo provate.

Perché parliamo di tribù? Perché il nome stesso “Kalenji” prende spunto da una tribù di antichi nomadi keniota che utilizzano la corsa come mezzo di sopravvivenza e di trasposto ed è parte della loro vita e della loro storia. Corrono in gruppo, sorridendo e non devono per forza mantenere delle velocità elevate quindi la loro frequenza cardiaca rimane sempre allo stesso ritmo.

E per un giorno siamo stati anche noi una piccola tribù di runner, abbiamo fatto parte del gruppo di professionisti ed esperti che ogni giorno lavorano per rendere i prodotti Kalenji sempre più innovativi, sicuri e performanti e abbiamo avuto la fortuna di testare i nuovi prodotti che hanno reso la nostra corsa super comfort e agevole!

Prime di tutte le scarpe: le nuovissime KRIPRUN TRAIL XT6 che garantiscono aderenza, ammortizzamento, stabilità e comfort, tutte qualità testate e confermate. Sono comodissime perché la tecnologia K-ring®, il nuovo concetto di ammortizzamento Kalenji, si basa su tre principi: la schiuma EVA assorbe gli urti, la forma circolare garantisce una migliore deformazione e l’apertura al centro protegge il tallone. Ad assorbire gli urti e le vibrazioni ci pensa anche la nuova schiuma, frutto del lavoro di tre anni di un’intera équipe. Inoltre l’aderenza è garantita (provare per credere, siamo rimasti stupiti da quanto tenesse il tracciato in pendenza, con sassi e ghiaia) dai tasselli “delta”, dai tasselli laterali e dalle scanalature crash pad sulla zona del tallone.KIPRUN TRAIL XT6 W PINK[8351050]TCI_PSHOT_001

Tecnologia all’avanguardia, innovazione e comfort sono elementi essenziali anche della linea abbigliamento, che sposa al meglio le macro tendenze che riassumono i diversi modi di vivere e di praticare questo sport. Stupiscono la leggerezza, la comodità e la protezione della gamma Kiprun 2016. Noi abbiamo provato la linea da trail con inserti in mesh per facilitare la traspirazione, rinforzi in silicone sulle spalle per far sì che lo zaino non scivoli e due tasche sulla schiena per quanto riguarda la CANOTTA TRAIL. Molto ingegnosi anche i COSCIALI TRAIL dotati di cinque tasche in grado di contenere smartphone, borraccia e tre gel ciascuna, inoltre sono molto confortevoli e non sembra neanche di averli addosso!maglietta trail
CUISSARD TRAIL
Anche se non siamo trail runner pro abbiamo voluto provare il GILET IDRATAZIONE KALENJI, altra novità del 2016, ultra leggero e funzionale in grado di trasportare fino a 800ml di acqua e con tasche sufficienti a trasportare gli effetti personali.g_z77ndjww_kal_trail_gc05331

E dopo aver dato pieni voti a Tribord e Quechua, non possiamo non fare lo stesso anche con Kalenji. Ogni volta rimaniamo più stupite della passione, l’impegno e la ricerca che c’è dietro ogni prodotto Decathlon e dell’autenticità di tutte le persone che vi collaborano.

Quindi non ti resta che “FIND YOUR RHYTM, ENJOY YOUR RUN” con Kalenji! #paroladisportivo

La Redazione

Articoli correlati

La redazione

La redazione

La redazione di Chizzocute è come una famiglia, grande e animata, composta da donne e uomini uniti da ideali di vita sostenibile, che pongono le relazioni umane al centro delle proprie scelte, consapevoli che tutti noi “siamo frutto della nostra famiglia”.

All posts by La redazione

Comments are closed.