Skip to content

Se lui sparisce: emozioni e proiettili

Purtroppo sarà successo a tutte noi di inciampare nell’uomo sbagliato senza rendersene conto.

Nel mio caso, come sapete, è successo talmente tante volte da diventare –per un certo periodo di tempo- quasi la normalità. Ero abituata a uomini che mi trattavano come un “di più” e non come una priorità, e che poi –puntualmente- sparivano dalla mia vita.

A tal proposito mi sono chiesta tante volte perché lo facessero, mi sono domandata cosa non andasse in me e solo adesso mi rendo conto che questo mio attribuirmi la colpa di tutto era il primo sbaglio fondamentale. Non mi sentivo abbastanza, ero insicura e loro se ne approfittavano. Non appena ho iniziato a decentrarmi dal discorso e a spostare la domanda da “cosa non va in me?” a “cosa non va in loro?”, la mia vita ha preso una piega diversa.

Non mi sono più sentita in difetto, non mi sono più considerata un peso e un impegno nelle loro vite: mi sono costretta a sentirmi abbastanza, anzi, mi sono detta che a volte mi sarei dovuta sentire fin troppo, visto il carico di disagio esistenziale che questi pseudo-omuncoli si trascinavano dietro. Come ho detto tante volte, il lavoro su di noi è fondamentale per riuscire a relazionarsi con il prossimo e questo non lo dico io che ho 20 anni e tanto da imparare, lo dicono i più grandi luminari di psicologia. Io al massimo ve lo riporto con le poche evidenze che sono riuscita a trovare.

Comunque sono dell’idea che tutte le esperienze servano a qualcosa, che tutto segni e insegni. Oggi sono qui per parlare con voi di come si affronta un uomo che sparisce dalla vostra vita.

Allora, in primis, va da sé che ogni storia è diversa e perciò non c’è una strada unica da seguire: se state insieme da una settimana o da un anno è diverso, se siete innamorate o meno, pure… e le variabili sono davvero tante. Tuttavia ci sono dei piccoli accorgimenti da seguire per vivere un po’ meglio questo momento che potrebbe mandarvi in crisi:

  1. Non attribuirti tutta la colpa: non necessariamente se lui è andato via, la colpa è tua. Certo, un buon esame di coscienza e con relativa correzione di atteggiamenti sbagliati non può che farti bene, ma non cadere nella tentazione di sprofondare nel vittimismo. A volte semplicemente chi abbiamo di fronte è cretino e purtroppo non ci si può fare niente!
  2. Non fare il suo gioco: se lui è sparito non inseguirlo, non otterrai nulla se non una bella gonfiatura del suo ego. Se è andato via, lascialo correre, si accorgerà da solo della codardia della sua scelta. E se proprio devi inseguirlo assicurati di avere abbastanza proiettili nel fucile.
  3. Distraiti: esci, fai shopping, vedi le tue amiche, studia, lavora, vai in palestra, inizia un corso di pittura, musica, danza, cha-cha-cha, zumba, body-building… insomma: non lasciare troppo tempo libero ai pensieri. In queste situazioni macchinare porta solo un gran senso di tristezza e vuoto, soprattutto perché sei lucida come me al venerdì sera… non ci pensare, per ora.
  4. Non fargli vedere che stai male, né che stai bene: non cedere a quelle voci che ti dicono di fargli vedere cosa ti ha fatto, come ti ha distrutto. Mi spiace dirtelo, ma il senso di colpa non gli farà cambiare idea e, se dovesse farlo, tornerebbe da te solo per pena. Meglio da sole, no? Tuttavia non fare nemmeno la stupidaggine di fingerti super felice e allegra e di fargli arrivare la voce che ti sei subito ripresa alla grande. Viviti il momento senza pensare a cosa lui possa fare: le emozioni vanno vissute con sincerità, soprattutto verso se stessi.
  5. …riparti alla grande: bene, ora però basta. Sei stata triste, arrabbiata e delusa per un po’ e questo è giustissimo. Ora però riparti, ingrana la marcia e ricomincia a vivere, che la vita è una sola.

E se lui torna? Hai presente quel fucile di cui parlavamo al punto 2? Ecco, è il suo momento di gloria!

Alla prossima settimana,

Deborah

Articoli correlati

Categorized: Yourself
Tagged: ,
La redazione

La redazione

La redazione di Chizzocute è come una famiglia, grande e animata, composta da donne e uomini uniti da ideali di vita sostenibile, che pongono le relazioni umane al centro delle proprie scelte, consapevoli che tutti noi “siamo frutto della nostra famiglia”.

All posts by La redazione