Skip to content

Smalto semipermanente: come si applica, come si toglie, opinioni e prezzi

Smalto semipermanenteChe belle le unghie rosse, soprattutto se portate corte e quadrate e in inverno, più che mai a Natale! Che peccato però quando lo smalto dura così poco. Il rosso, infatti, si scheggia velocemente e non dura granché.

Ma per fortuna esiste lo smalto semipermanente e la possibilità di avere mani impeccabili, curate, bellissime per almeno 3 settimane.

Oggi non ho dubbi, scelgo lo smalto semipermanente, che sia rosso o rosa, bianco o trasparente. Le mani in ordine sono belle e ci fanno sentire sicure di noi stesse.

Quache anno fa una pessima esperienza in un centro specializzato mi aveva portata a dire “addio” allo smalto semipermanente. Mi avevano davvero distrutto le mani, le unghie si erano rovinate moltissimo, togliere lo smalto era stato persino doloroso, con frese elettriche e limature eccessive, senza tenere conto dei costi, perché quel posto, come molti altri nella nostra città, tendono a chiedere anche una cifra piuttosto alta anche solo per la rimozione dello smalto, alla fine delle tre settimane.

Così, per molto tempo, avevo ricominciato a fare solo la manicure tradizionale, seppure un po’ dispiaciuta dal fatto di poter avere mani in ordine e curate solo per pochi giorni.

Poi ho deciso di riprovarci proprio pochi mesi fa e ne sono stata felicissima perché non soltanto lo smalto mi dura tantissimi giorni, restando lucidissimo e perfetto senza rovinarsi, ma anche perché non sto provando alcun fastidio o dolore nel rimuoverlo, ogni volta che devo toglierlo.

Lo smalto semipermanente è uno smalto che riesce a non danneggiare l’unghia, va applicato con gli step di uno smalto normale (base, colore, lucido) e può durare fino a 3 settimane, rimanendo sempre bello e lucido.

Ecco come applicare lo

Il semipermanente si applica dopo aver fatto una normale manicure e, dopo aver dato forma uguale a tutte le unghie.

Si procede passando leggermente il buffer (cubo bianco) sulla superficie dell’unghia, giusto per renderla opaca, a questo punto si stende il “primer” (liquido che aiuta la base ad attaccarsi bene), infine si passa all’applicazione della base col semipermanente che deve asciugare 20 secondi in lampada al led oppure 2 minuti nella lampada UV.

 

Si inizia poi a dare la prima mano di colore che dovrà asciugare ancora 20 secondi in lampada al led oppure 2 minuti in lampada UV, si passa poi alla seconda mano procedendo allo stesso modo. Per finire si applica il “top coat” che può essere lucido o opaco (asciuga in 40 sec lampada al led oppure 4 min in lampada UV).

A questo punto con l’ apposito “cleanser” si sgrassa la superficie dell’unghia e si applica l’olio per le cuticole. Il semipermanente è pronto e la cliente può usare in qualsiasi modo le sue mani senza preoccuparsi di rovinarlo!!

Dopo 3 settimane la cliente torna in salone per la rimozione che consiste nel fare un impacco con l’apposito “remover”. L’impacco agisce in 10/15 minuti, il solvente sfalda il vecchio semipermanente e con l’aiuto di uno ” spingi-cuticole” il semipermanete si riesce a rimuovere facilmente senza compromettere la superficie dell’unghia.

 

Si può riapplicare nuovamente il semipermanente oppure decidere di fare una manicure applicando smalto normale!

 

I costi variano di salone in salone. Come vi dicevo qualcuno chiede un costo aggiuntivo per la rimozione dello smalto, al termine delle tre settimane. Qualcun altro invece, come il salone Arvi’s a Milano, dove le ho fatte io, include la rimozione dello smalto nel costo della manicure.

 

Anche se può sembrare un trattamento caro non lo è affatto, pensate ad una media di 15 euro alla settimana per una tradizionale manicure. Ipotizzate almeno 3 manicure al mese per avere mani impeccabili, soprattutto qualora scegliate tinte scure, il rosso o comunque colori non chiari.

A questo punto vien da sé che il costo di 30 euro è più che onesto.

Baci tanti, Francesca

Articoli correlati

Categorized: BELLEZZA
Tagged:
La redazione

La redazione

La redazione di Chizzocute è come una famiglia, grande e animata, composta da donne e uomini uniti da ideali di vita sostenibile, che pongono le relazioni umane al centro delle proprie scelte, consapevoli che tutti noi “siamo frutto della nostra famiglia”.

All posts by La redazione