Snapchat è un incrocio tra un social network e un’app di messaggi.

Snapchat, applicazione fondata nel 2011, da Bobby Murphy e Evan Spiegel, non è altro che un’applicazione di messaggistica per cellulari e tablet. Diventata popolare perché consente di condividere foto e brevi filmati che si autodistruggono automaticamente, poco dopo essere stati ricevuti dal destinatario. Questi brevi filmati e queste foto, in gergo si chiamano “SNAP” e l’utente, può crearli a suo piacimento e inviarli a chi desidera.

La cosa particolare sta nel fatto che con Snapchat è possibile programmare la durata di questi Snap per un massimo di 10 secondi.

Insomma, una volta invitati, appaiono solo per i tempo che l’utente imposta. Ma non solo, foto e video possono essere salvati nella sezione “storie” e restano visibili per 24 ore.

Realizzare uno Snap è semplicissimo, una volta aperta l’app basta cliccare sul tasto in basso, al centro del nostro dispositivo mobile per scattare una foto e tenerlo premuto per registrare una clip. Sulla sinistra invece, avremo il pulsante del timer che ci permetterà di regolare la durata del nostro Snap.  Una volta acquisito lo Snap è possibile personalizzarlo aggiungendo:

  •  una descrizione, che apparirà in sovra-impressione;
  • disegni colorati, che si possono creare attivando lo strumento “matita” in alto a destra e poi usando il dito;
  • filtri, che si applicano facendo scorrere il dito da destra a sinistra: si tratta di gelatine colorate e sovra-impressioni della temperatura, della velocità e dell’ora.

317086_397218963706400_737118848_n-300x300

Il successo di questo social network sta proprio nel fatto che la comunicazione tra due parti è divertente, spensierata e sopratutto non lascia alcun tipo di traccia.

La fotografia, in questo caso, non è più considerata come un “indelebile” ricordo, ma viene usata esclusivamente per condividere uno stato d’animo o un pensiero momentaneo.

Perché i giovani amano Snapchat? Semplice! Perché alla base di questa applicazione ci sono solamente divertimento e dinamicità e la filosofia di quest applicazione si basa su tre pilastri: “un’immagine vale più di mille parole”, “cogli l’attimo” e “niente è per sempre”.

alla-scoperta-di-snapchat-4-638

L’applicazione è disponibile sia per dispositivi iOS che Android ed è completamente gratuita. Una volta scaricata l’applicazione sul vostro dispositivo dovrete registrarvi, e, una volta registrati dovrete crearvi una rete di contatti. Per aiutarvi in questa operazione, Snapchat vi chiede di accedere ai numeri della rubrica del telefono. In questo modo saprete chi ha installato l’app e aggiungerlo tra i vostri amici. Inoltre è possibile aggiungere persone alla vostra rete andando sulla scheda “Profilo”, a cui si accede cliccando sul fantasmino in alto al centro oppure trascinando il dito dall’alto verso il basso.

Una particolare modalità di acquisizione è quella attraverso “Snapcode“; un QR Code (come quello dell’immagine che rappresenta il mio profilo) che viene riconosciuto dall’ applicazione quando inquadrato dalla fotocamera e che aggiunge in automatico il contatto.
Il nostro Snapcode è in evidenza nella scheda “Profilo”, e può essere personalizzato con un selfie e poi esportato su qualunque social network in modo da poter essere scansionato da chiunque voglia aggiungerci.

Voi conoscete e usate questa applicazione? Che cosa ne pensate?

Leggi anche l’articolo dedicato alle migliori App sul Fotoritocco cliccando qui.

Spero anche oggi di esservi stata utile.

La Ragazza Nerd

 

 

 

 

 

 

 

(Letto 165 volte in totale, 1 oggi)