Skip to content

Sognare il Fuoco significato e avvenimenti stellari dal 10 al 17 dicembre

Tra i sogni che facciamo di notte vi sono anche quelli riguardanti gli elementi. In questo periodo dedicato al Sagittario, andiamo a esaminare alcuni aspetti del sognare il Fuoco, elemento ad esso affine.

Il Fuoco è energia, è momento di trasformazione e molti personaggi illustri, tra cui diversi filosofi nel corso della storia hanno tentato di associare ad esso le cause della vita stessa. Esso non è materia, ma comprende la materia, è caldo e ristora,pulisce  ma anche distrugge apparentemente ogni cosa con cui viene a contatto. Dinnanzi al fuoco si fermano i viandanti della vita, cantano e danzano e poi si disperdono nuovamente per il loro cammino. Il fuoco è quindi anche momento di incontro o di fuga.

Ad esempio per Eraclito questo elemento era il principale tra tutti, poiché in esso avveniva la tensione della trasformazione, la metamorfosi della realtà, era un continuo divenire. Il Fuoco Filosofico è tutto ciò che permea l’uomo e gli dà vitalità, è scintilla vitale.

Troviamo poi il mito del gentile Prometeo, che fu incaricato da Zeus di creare l’uomo forgiandolo con il fango e di animarlo con il fuoco divino. Zeus lo tolse poi agli uomini e Prometeo lo rubò dal carro di Elio per restituirlo loro, tanto ne era affezionato. Il fuoco qui ci appare anche come istinto paterno/creativo e affettività, anche se la lettura principale è quella di voglia di Conoscenza e Trascendenza.

Quando sogniamo il fuoco dunque siamo di fronte a un aspetto importante della nostra interiorità.

‘’Il fuoco è brillante, il fuoco è pulito.’’(Ray Bradbury)

Secondo Jung sognare il fuoco significa che vi è in atto il desiderio di bruciare e sterilizzare la propria psiche dalle scorie che la intossicano, dando quindi atto ad una rinascita interiore. In questo caso i nostri sogni avranno come protagonista un caldo falò ristoratore, una fenice o dei tizzoni ardenti, rossi e vivi che che ci ipnotizzano. E’ attraversando il fuoco che possiamo trovare la quiete.

 ‘’Sei comparsa al portone | in un vestito rosso | per dirmi che sei fuoco | che consuma e riaccende.’’ (G. Ungaretti)

Sognare il fuoco significa anche avere necessità di esprimere la propria passione ma non necessariamente che questa sia libido. Può essere ad esempio rabbia repressa, aggressività, la creatività che vogliamo esprimere in un progetto a cui teniamo tanto ma non troviamo modo per far divenire i pensieri realtà.

Non riuscire a dare sfogo alle passioni, il non farle ardere e trasformare in realtà, consuma e stanca. Ecco che nei nostri sogni vi sarà un incendio che fagocita tutto lasciando desolazione dietro di sé.

Il fuoco punisce.

No, non è vero. Però sognare un Fuoco punitivo può essere anche un rimasuglio della nostra eventuale cultura o sub-cultura, nella quale questo è associato ad inferi, diavoli o comunque a descrizioni inquietanti. Quindi il sognare ciò significa aver timore di realizzarsi, aver timore di deludere le aspettative di qualcuno che ha potere di manipolare la nostra esistenza.

E’ chiaro che dietro ad ogni sogno si celi un passato unico che vuole essere riconosciuto, che vuole parlare e ci dice che è ora di affrontare la situazione che ci crea tensione, anche se apparentemente sembra cosa di poco conto. Il fuoco ci insegna che è necessario coltivare con calore i nostri desideri e diventare chi siamo realmente, facendo sciogliere tutte le maschere di cera che indossiamo per sopravvivere a questo mondo, ma che ci allontanano dal fine ultimo della nostra esistenza: essere sereni e senza rimpianti e magari circondati da buona compagnia.

Questi sono solo alcuni esempi che possono fare da guida all’interpretazione dei nostri sogni, per entrare nello specifico scrivete a ecodistelle@gmail.com . Presto apriremo un angolo dedicato all’interpretazione dei sogni delle nostre lettrici. Vi aspettiamo!

L’angolo delle stelle dal 10 al 17 dicembre 2015

11 dicembre: Luna Nuova alle ore 11.30

Dal 10 al 15 dicembre è osservabile lo sciame delle Geminidi con attività massima nella notte tra il 13 ed il 14 dicembre. Ad est, dopo il tramonto della luna, subito a sinistra di Orione. Per luminosità sono paragonabili alle Lacrime di San Lorenzo e sono cosi chiamate perché danno spettacolo in prossimità della costellazione dei gemelli.

15 dicembre: il sole sorge alle 7.30 e tramonta alle 16.40. Non sarà il 13 il giorno più corto dell’anno, bensì il 22/12.

Categorized: Sogni ed Oroscopo
La redazione

La redazione

La redazione di Chizzocute è come una famiglia, grande e animata, composta da donne e uomini uniti da ideali di vita sostenibile, che pongono le relazioni umane al centro delle proprie scelte, consapevoli che tutti noi “siamo frutto della nostra famiglia”.

All posts by La redazione