Skip to content

Test di gravidanza positivo: la sorpresa di una madre che non sa ancora di esserlo

Secondo il pensiero induista è l’anima del nascituro che raggiunge, per uno scopo ben preciso, la sua mamma. Decide consapevolmente di venire al mondo;

anche la sua futura mamma, nel suo IO profondo, sa che è così! Lo chiama tramite il suo istinto che si fa forte e desideroso di maternità. Inconsapevolmente la madre prepara il suo nido d’amore a partire dal ventre per poi passare dal cuore fino arrivare al cervello, con tutta la sua anima.

Esistono test che ti tolgono il sonno, che mettono ansia, agitazione e timori.

Esistono test che fanno gioire, cantare, sognare.

Esistono test che provocano sussulti, lacrime, emozioni.

Esiste quel test, che racchiude in sé tutte queste sensazioni.

Non importa quanto tempo tu abbia impiegato ad arredare casa comodamente per due o quanto tempo tu abbia passato a leggere romanzi anziché libri sulla gravidanza; non importano i racconti degli amici su quanto la vita a tre sia dura; non importa nemmeno sapere che cambierà il tuo corpo, i tuoi ritmi, il tuo mondo…. La tua vita intera, per sempre.

Quel test lo fai tremando e quando la tanto attesa o temuta linea diventa visibile, nelle orecchie senti il cuore che batte all’impazzata, non esistono rumori ma solo l’eco del tuo respiro affannato. I pensieri corrono velocissimi e non danno spazio alla razionalità. Gli occhi si riempiono di lacrime, di emozione e di sogni.

Allora, come un cambio d’abito fin dai primi istanti del test di gravidanza positivo, diventi madre e inizi a fantasticare sui momenti dolci che verranno: il primo trimestre, la prima ecografia, il pancione che cresce,  i primi movimenti, il parto, la prima poppata, le passeggiate in fascia, il bagnetto prima della nanna, le sue manine tra le tue, il profumo della sua pelle.

Non tanto tardi però, arrivano svelti anche i timori e le ansie: cosa vuol dire diventare mamma?

Che cosa vorrà dire accudire un neonato cioè una creatura totalmente dipendente da te? Quali precauzioni dovrai prendere in gravidanza? E quali esiti negativi potranno avere alcuni esami? Sarà doloroso il parto? Allatterai? Sarai di nuovo padrona della tua vita?

Io Fabiana, come tante altre mamme, in tutto questo ci sono passata e il test di gravidanza positivo è arrivato dopo soli quattro mesi dall’inizio della relazione con il mio attuale compagno, padre di Leonardo; non ho mai preteso compassione o consolazione perché non stavo vivendo una tragedia ma ho sempre desiderato allegria e gioia intorno a me con gli auguri migliori…… nonostante io fossi tutto fuor che pronta per divenire madre. Questo però era ciò che credevo, sbagliando.

In realtà, sapevo che stava arrivando l’inizio della parte più sensazionale, meravigliosa e soddisfacente della mia vita e la scossa iniziale è stata presto spazzata via da un’ energia calda e avvolgente che, come per accompagnarmi fino al giorno del parto e oltre, mi ha sostenuta anche nei momenti difficili.

E’ l’energia dell’amore, incondizionato, illimitato e fisiologico che pervade ogni donna stia vivendo questa fase cruciale della propria vita nonostante gli ostacoli e le perplessità.

Rifacendomi al post scritto con Maria (vedi articolo), invito nuovamente tutte le madri che hanno appena scoperto di essere incinta, che sia un momento difficoltoso o un momento di gioia e che sia una notizia tanto desiderata oppure un turbamento, a lasciarsi trasportare dal potere intuitivo e istintivo che risiede in noi, perché non c’è miseria, non c’è errore, non c’è dolore nel concedere ai propri anima e corpo alla gravidanza.

Il mio consiglio è di percepire il dono di poter dare la luce a un bambino come un impegno verso l’umanità e verso se stesse, perché il cerchio della propria femminilità si chiuda. Il compito assegnatoci dall’universo e da quest’anima in arrivo con il suo fine di lasciare il segno nella vita terrena, ha bisogno di essere compiuto come fosse divino, perché lo è.

 

Fabi

Articoli correlati

Categorized: Mamma & bimbi
Tagged: ,
La redazione

La redazione

La redazione di Chizzocute è come una famiglia, grande e animata, composta da donne e uomini uniti da ideali di vita sostenibile, che pongono le relazioni umane al centro delle proprie scelte, consapevoli che tutti noi “siamo frutto della nostra famiglia”.

All posts by La redazione