Skip to content

Torta al grano saraceno: gusto e salute in un’unica ricetta

Recentemente ho scoperto gli innumerevoli vantaggi del consumo del grano saraceno:

questo seme è comunemente considerato un tipo di cereale, proprio per il suo impiego simile a quello del grano, ma in realtà non appartiene alla stessa famiglia.

Rispetto al grano ha un più alto contenuto proteico ed è privo di glutine: ha effetti benefici sulla regolazione della pressione sanguina e sull’abbassamento del colesterolo e dei grassi in eccesso. Nonostante il suo alto apporto energetico (analogo a una qualunque farina di cereale), l’elevato apporto proteico lo rende un ottimo ingrediente per la preparazione di dolci destinati alla colazione anche un casi di regimi alimentari a basso contenuto di zucchero.

Quando ho scoperto questa ricetta e l’ho realizzata, apportando le modifiche che caratterizzano i miei dolci casalinghi, non potevo crederci: la Torta di Grano Saraceno è una preparazione davvero speciale. La sua velocità  di realizzazione e la semplicità degli ingredienti  è compensata dalla ricchezza della sua consistenza, che si può esaltare aggiungendo un velo di composta di frutta all’interno. Basterà accompagnarla ad un po’ di panna montata fresca per rendere questa torta un ricco dessert da offrire agli ospiti.

LEGGI ANCHE Ricetta torta di mele: un classico gustoso senza tempo.

Ingredienti per una torta al grano saraceno:

  • 110 g di olio evo delicato
  • 140 g di zucchero di canna
  • 4 Uova
  • 170 g di farina di grano saraceno bio
  • 170 g di mandorle o nocciole.
  • Opzionale: confettura bio q.b.

Procedimento

Come prima cosa ho tritato finemente nel tritatutto le mandorle per farne una farina.

Ho lavorato con la frusta l’olio, i 4 tuorli d’uovo e metà dello zucchero. Ho aggiunto la farina di mandorle e quella di grano saraceno e ho lavorato il composto.

Ho montato a neve ferma i 4 albumi d’uovo. Ho aggiunto gli albumi montati al composto poco per volta e con molta delicatezza per non smontarli.

Ho aggiunto lo zucchero rimanente e ho versato in una tortiera a cerniera apribile spennellata di olio e spolverata di farina.

Ho cotto in forno preriscaldato a 180° per 30 minuti (ma fate sempre la prova con lo stuzzicadenti).

Ho sfornato e fatto raffreddare. Ho tagliato la torta in 2 strati e ho steso un velo di ottima confettura di prugne fatta in casa.

Ho spolverizzato con zucchero a velo.

Ora vi do qualche suggerimento per montare in maniera ottimale gli albumi. Intanto è bene che le uova siano a temperatura ambiente e non fredde da frigorifero  (basta tirarle fuori un po’ prima).  Poi più fresche sono le uova e migliore sarà la riuscita della “neve”. Infine potete aggiungere ai vostri albumi da montare un cucchiaino di cremor tartaro (che si trova anche nei supermercati più forniti insieme ai lieviti per dolci), che garantirà ai vostri albumi montati di non smontarli nelle fasi successive di lavorazione del dolce.

Articoli correlati

La redazione

La redazione

La redazione di Chizzocute è come una famiglia, grande e animata, composta da donne e uomini uniti da ideali di vita sostenibile, che pongono le relazioni umane al centro delle proprie scelte, consapevoli che tutti noi “siamo frutto della nostra famiglia”.

All posts by La redazione

Comments are closed.