Se volete trasformare la vostra storia estiva, ecco le tre cose che dovete assolutamente sapere

Oggi parliamo di storie estive e di come trasformarle nel lieto fine tanto agognato. Parliamoci chiaro, questo è quel periodo in cui L’estate sta finendo, il successo anni’80 dei Righeira, ci risuona in testa. Le vacanze – per la maggior parte di noi – sono agli sgoccioli e se abbiamo incontrato un papabile Mister Giusto è ora di tirare le somme.

Ma come si fa a trasformare una storia estiva? Come si riesce a rendere duraturo e stabile un rapporto nato sotto le stelle cadenti?

Per prima cosa sappiate che trasformare una storia estiva non è un miraggio, anzi. E ve lo dico con una certa esperienza personale. Esattamente dodici anni fa, durante una vacanza a Capri, incontravo il mio Mister Giusto. La nostra sembrava la classica storiella estiva, ma io avevo già in mente di incastrarlo per bene.

Iniziamo subito con le dolenti note. Prendetevi dieci minuti in cui ragionare lucidamente, meglio se con un’amica fidata con cui parlare, sulla vostra conquista. Parliamoci chiaro se voi abitate a Treviso e lui in provincia di Trapani e avete entrambi un lavoro difficile da lasciare, forse è il caso di godersi questi ultimi momenti insieme e poi ognuno per la sua strada.

Stesso discorso vale se vi siete imbattute in un Mister Impegnato – non importa se lui era in vacanza a Ibiza con gli amici e lei a casa a fare la calza, è improbabile che voi siete la prima con cui la tradisce – o in Mister Non mi voglio impegnare.

Per trasformare una storia estiva ci vogliono pazienza e spirito d’osservazione.

Se, tutto sommato il vostro è uno di quei casi in cui i presupposti per trasformare una storia estiva ci sono, allora bisogna aspettare. Nel senso che fino a quando sarete entrambi in vacanza godetevi l’attimo, ma tenendo sempre gli occhi aperti sui suoi atteggiamenti. Una volta tornate all’ovile, però, deve essere lui a farsi sentire e non sono ammesse eccezioni alla regola.

Non importa se avete il suo maglione e volete assolutamente restituirlo. Le cose non cambiano, se voi avete il suo numero ma non il contrario (ricordatevi che siamo nell’epoca dei social, cliccate QUI per un ripasso sulle regole). Non conta se vi aveva detto che è ghiotto di matriciana e voi conoscete lo chef migliore del mondo.

Deve essere lui a fare la prima mossa.

Non esistono eccezioni. Sappiate che dodici anni fa io lasciai Capri senza aver dato il mio numero a Mister Giusto. Non c’era Facebook, ma lui ha trovato comunque il modo per rintracciarmi. Lasciate che i maschietti si ingegnino per arrivare al vostro cuore, non vice versa.

Nel momento in cui vi chiamerà ricordatevi che si riparte da zero. Vi deve corteggiare. Il fatto che al mare eravate molto intimi conta poco, deve essere lui a fare in modo che quell’intimità si ricrei anche nella vita di tutti i giorni!

Madeleine H

(Letto 45 volte in totale, 1 oggi)