Skip to content

Troppa igiene: fa male a noi ed ai nostri bambini

Quale mamma non ha passato i primi mesi del proprio figlio, soprattutto se è il primo, a sterilizzare qualsiasi cosa? Io inizialmente addirittura non lo toccavo se non mi ero prima lavata le mani…  Poi c’è chi, come me, in prossimità dei primi gattonamenti, demorde, perché tanto il bambino puccia le mani dappertutto, tocca ovunque, assaggia tutto, persino le ruote del passeggino…

Ma c’è invece chi, imperterrita e tenace, salvaguarda il bambino da qualsiasi sporcizia, si arma di disinfettanti vari ed inizia una guerra all’ultimo sangue contro ogni germe o batterio. Se da un lato esporre il bambino allo sporco può essere molto pericoloso, dall’altro anche la troppa igiene fa male ai nostri bambini. Un gruppo di studiosi della School of Public Health dell’Università del Michigan, infatti, in uno studio pubblicato su Environmental Health Perspectives, ha dimostrato che la sovraesposizione al triclosan, una sostanza presente in molti saponi antibatterici, dentifrici, pannolini e dispositivi medici, possa nuocere al sistema immunitario, al fegato ed alla pelle. Al di là del triclosan, impedire costantemente che il bambino entri in contatto con germi e batteri, fa’ sì che non si sviluppino anticorpi, ed i bambini rimangono così estremamente vulnerabili e delicati, trovandosi così “in pericolo” non appena raggiungeranno un’età che li vedrà più autonomi e quindi meno sotto controllo. Non solo, è anche emerso, da questo studio, che le persone con i livelli più elevati di triclosan nelle urine erano quelle con maggiori allergie.

color-painted-hands[1]

Come se non bastasse, pare che la troppa pulizia, il poco contatto con batteri, germi e agenti patogeni, nuoce anche al nostro cervello, poiché indebolendo il nostro sistema immunitario, si espone il cervello al declino cognitivo e a forme di demenza legate all’invecchiamento come l’Alzheimer. Infatti, in paesi in cui c’è un basso tasso di diffusione di malattie infettive, come Svizzera o Irlanda, si registra un tasso di Alzheimer maggiore del 12% rispetto a luoghi in cui le condizioni igieniche sono più carenti, come Cina o in Senegal. 
Se poi parliamo di bambini molto piccoli, le accortezze vanno aumentate, perché esagerare con la pulizia può arrecare problemi alla loro pelle delicata, impoverendo lo strato idrolipidico che la ricopre e che rappresenta la prima barriera difensiva dell’organismo contro i nemici esterni. Piuttosto, per i primi bagnetti, scegliamo semplice acqua tiepida con l’aggiunta di un cucchiaio di sale integrale o di amido di riso, e riserviamo l’uso del detergente a 1-2 volte la settimana, preferendo sempre detergenti che non contengano conservanti , oli minerali (per esempio olio di paraffina), coloranti artificiali, tensioattivi solforati ed esaclorofene. Io, prima di acquistare qualsiasi prodotto per Dario, controllo sempre l’INCI qui:forum.saicosatispalmi.org/viewtopic.php?t=9129 scoprendo che molti prodotti che credevo assolutamente sicuri e ben fatti, contengono in realtà un sacco di schifezze. La mia marca preferita rimane Weleda (ne avevamo parlato qui https://www.chizzocute.it/weleda-baby-derma-malva-bianca/), ma non disdegno Chicco Bio (attenzione, non Chicco tradizionale) e ho da poco scoperto che anche i prodotti Hipp per l’igiene hanno un INCI non male.

Quindi teniamo gli ambienti puliti, cambiamo spesso i loro abiti, laviamo loro le manine dopo il gioco, ma non esageriamo con i prodotti, non sterilizziamo tutto, non laviamo il loro bucato con detersivi troppo aggressivi, e adottiamo una linea che sta nel mezzo, come per tutto il resto. In fondo noi siamo cresciuti bene anche senza gel per mani nello zainetto! 

Loredana

Articoli correlati

Categorized: Mamma & bimbi
Tagged:
La redazione

La redazione

La redazione di Chizzocute è come una famiglia, grande e animata, composta da donne e uomini uniti da ideali di vita sostenibile, che pongono le relazioni umane al centro delle proprie scelte, consapevoli che tutti noi “siamo frutto della nostra famiglia”.

All posts by La redazione