Skip to content

Viaggiare in questo paese più Monumento che Parco, oramai abituato a un Nord senza aria e un Sud senza acqua

sarò buono con la Terra

Durante queste brevi vacanze invernali sono passato dalla pesante aria di Milano alla leggera convinzione che al sud l’acqua sia un bene prezioso e privatizzato dalla mafia.

Mi rendo conto però oramai che senza gli italiani il mondo sarebbe molto più triste e semplicemente più noioso, ma allora perché continuiamo a odiare, maledire e distrugger le nostra Terra Madre ?

Dai reperti greci, fino all’epoca bizantina, per passare ai romani e alle grandi invenzioni artistiche del risorgimento, da Mattei al signor Olivetti (vero inventore del personal Computer , altro che Steve Jobs e Bill Gates) tutto mi fa credere che siamo stati bravi a conservare la nostra integrità come popolo, a crescere e a far progredire l’uomo sapiens, ma alla fine, allora, di tutto que

saròbuonoconlaterra_sardegna

sto, cosa lasceremo in eredità ai nostri figli ?

Facciamo un breve elenco:

1) Il Mare nostrum depredato e inquinato dalle nostre stesse aziende e fabbriche. Così dal Po seguendo la costa, passando dall’Ilva di Taranto, fino alla ex riviera dei fiori, dove il mare ha un colore verde denso, i siti dove trascorrevamo le vacanze estive sono per la maggior parte irreparabilmente distrutti e invivibili, tanto che serve una classifica per dirci dove si può fare il bagno e dove no. Quel poco che rimane lo vendiamo ogni anno al miglior offerente, dagli arabi ai russi, dai tedeschi agli inglesi, passando dai francesi, tutti si comprano la nostra terra, la nostra storia e le nostre profonde radiciche affondano nella civiltà occidentale.

2) Le nostre belle Alpi, un po’ ovunque ingabbiate da migliaia e migliaia di km di impianti di risalita con piloni e funi in acciaio e artificialmente innevate con prodotti SIMILI alla neve da cannoni prosciuga falde e tutto per avere la fretta di salire e scendere più velocemente possibile da un pendio scosceso. A valle paesini diventati cittadelle fortificate, neo-arroccati e ingigantiti da costruzioni metropolitane e automobili che portano rumore e caos per pochi mesi l’anno in vallate dove una volta regnava sempre e soltanto il silenzio degli uomini con i suoi animali e l’armonia della Natura con il suo scorrere semplice delle stagioni.

Saròbuonoconlaterra_alpi3) La pianura più fertile d’Europa ridotta a una spugna di gas venefici e cancerogeni. Una costante e irrimediabile aberrazione delle stagioni e delle messe ha portato a un abbandono e un inaridimento delle culture, a una omologazione industriale dei prodotti che rende oramai sterile ogni risposta della natura e per questo nascono nuove fattorie bio dove prima era solo bio-logico coltivare con armonia e semplicità la terra che calpestavamo e amavamo ogni giorno.

4) I fiumi e i laghi che solcano la nostra amata terra sono o inquinati o intubati dall’ingordigia delle fabbriche o delle centrali idroelettriche, fino a scomparire nelle falde acquifere e ritornare a noi sotto previo pagamento, imbottigliamento, o peggio, taglieggiamento da parte delle mafie locali, da sud a nord senza eccezioni. Le poche fonti naturali libere vengono prese d’assalto da taniche e taniche di persone assetate non solo d’acqua.

5) Le cave di pietre dove si trovano i marmi con la purezza e le sfumature uniche , sono oramai corrose e stanche come le ossa dei nostri antenati scultori che le hanno rese famose al resto dell’umanità con Opere di rara e unica bellezza, a volte abbandonate al degrado, sia prima che durante e dopo il passare infermo e gracile dell’uomo e della sua arte effimera. Musei utilizzati come magazzini espositivi privi di ogni amore e umiltà per chi li visita.

saròbuonoconlaterra_stazionecentralemilano6) Palazzi, monumenti, strade e viadotti che hanno sorretto l’incedere della storia della razza umana attraverso i secoli e che ora rispecchiano la mediocre e inutile vita di chi li mutila o li degrada con discorsi sui “fondi/soldi” e con arroganti e pompose inutili ristrutturazioni che disarcionano la natura stessa di quei luoghi dalla sicura sella della logica del tempo. Vedi Stazione Centrale di Milano, dove ora puoi comprarti di tutto e perdere il treno tra una rampa e l’altra, perché tanta stupida arroganza? Una stazione dei treni serve a prendere dei treni , non di certo a fare shopping….

E poi la moda di attraversare oceani con aerei stracolmi come termitai e sorvolare sui territori e sui nostri problemi per andare in vacanza in posti dove la schiavitù del turismo ha portato solo caos e disgrazie alle popolazioni locali, arricchendo anche lì le mafie e i ricchi capitali stranieri.

Il “dolce vivere” che molti invidiano a noi italiani si basa semplicemente sul fatto che   ma di certo non morsi da serpenti corallo, o da una serie di tarantole o peggio ancora rincorsi da un orso Grizzly…pensate gente e considerate che accettare che continui così per sempre è da ritenersi infermo, stupido e inutile come il ponte sullo stretto di Messina, per dio e per Falcone e Borsellino che me ne diano atto.

Amen.

Mario

Articoli correlati

Categorized: Yourself
Tagged: ,
La redazione

La redazione

La redazione di Chizzocute è come una famiglia, grande e animata, composta da donne e uomini uniti da ideali di vita sostenibile, che pongono le relazioni umane al centro delle proprie scelte, consapevoli che tutti noi “siamo frutto della nostra famiglia”.

All posts by La redazione