Skip to content

Da oggi l’importo della bolletta della luce lo scegli tu

Capita in quasi tutte le famiglie: arriva la bolletta e si inizia a stilare l’elenco delle rinunce per poterla pagare

Che sorpresa troveremo stavolta? A volte è un “Fiuuu, stavolta ci è andata bene”, altre è uno spalancare gli occhi, increduli.

Poi provi a capirci qualcosa, ma troppo spesso le bollette sembrano scritte in aramaico, tutt’altro che intuitive come invece dovrebbero essere. Giri incomprensibili di parole che ti lasciano solo intuire che paghi per dei servizi che non hai neanche ben chiari quali siano.

Con grande ironia Gioele Dix ce lo ha raccontato in questo video, che rappresenta ciò che mensilmente accade per l’appunto in tutte le famiglie. Di solito è la donna ad essere messa sotto accusa: “usa meno l’aspirapolvere, d’ora in poi bisogna pianificare l’utilizzo della lavatrice: solo sabato e domenica dalle 23.00 alle 02.00.”

Insomma i mariti si sbizzarriscono in trovate che rasentano il ridicolo.

Oggi c’è  Wekiwi, che aiuta a mantenere sotto contro le spese del consumo energetico e a riportare la pace famigliare perché si sa, noi donne tutto sappiamo fare tranne che contenerci in fatto di utilizzo degli elettrodomestici. Pulizia ed ordine prima di tutto.

Wekiwi, che fa parte del Gruppo Tremagi è il primo fornitore di energia elettrica e gas naturale in Italia ad offrire una user experience completamente digitale, dalla sottoscrizione del contratto all’assistenza clienti.

L’obiettivo di Wekiwi è quello di favorire un consumo consapevole dell’energia, puntando sulla trasparenza. Il motto #smartenergy rappresenta il posizionamento del brand: grazie all’app innovativa, ogni utente sa quanto spende. Ma soprattutto, è l’utente che sceglie quanto spendere.

wekiwiMa come funziona Wekiwi?

Attraverso l’app apposita è possibile fare il calcolo e poi scegliere una carica mensile, senza stime arbitrarie da parte del fornitore, stabilendo così l’importo delle proprie fatture, che saranno poi conguagliate solo con i consumi effettivi. La carica non scade mai, se si consuma meno, l’importo non speso verrà riaccreditato.

 

Inoltre, per risparmiare ancora, viene proposto di ridurre il numero di fatture. La fatturazione quadrimestrale è gratuita, mentre per le fatturazioni trimestrali o bimestrali si dovrà sostenere un piccolo costo.

Grazie all’app è inoltre possibile verificare se si sta consumando di più o di meno della carica stabilita e volendo anche confrontare il consumo con altri utenti della propria provincia, e quindi gestire la fornitura autonomamente, dall’area riservata del sito di Wekiwi o anche via mail.

La “bolletta digital” di Wekiwi

Per ovviare alla complessità della bolletta, wekiwi ha deciso di lanciare la sua innovativa “bolletta digital”. Si tratta di una bolletta interamente in html, navigabile come un sito e che riporta le informazioni essenziali da conoscere: la carica scelta, i consumi del periodo, gli importi totali e l’analisi dei propri consumi nel tempo. In pochi click si potrà conoscere in ogni momento la stima dei consumi e la propria spesa energetica.

Scelte di vita consapevoli hanno impatti positivi sull’economia domestica: perché dover rinunciare a momenti come una cena piuttosto che un week end perché non possiamo gestire i costi delle utenze?

Articoli correlati

Categorized: Arredamento
La redazione

La redazione

La redazione di Chizzocute è come una famiglia, grande e animata, composta da donne e uomini uniti da ideali di vita sostenibile, che pongono le relazioni umane al centro delle proprie scelte, consapevoli che tutti noi “siamo frutto della nostra famiglia”.

All posts by La redazione