Skip to content

Dopo il Mini-Me, il Maxi-Me: dalla moda kids alla moda mamma

Ultimamente molti brand si sono lanciati, anche sull’onda del successo tra i blog, nell’operazione “mini me”: ossia dalle collezioni donna, a capi pensati per essere sfoggiati in abbinamento con la mamma.

Per quanto il “gioco delle parti” sia profondamente naturale e trovi sfiziose diverse proposte (ad esempio al Pitti Bimbo scorso ho potuto ammirare e toccare con mano gli splendidi capi di Twin Set), il total look lo trovo un filo eccessivo. Adoro però il dettaglio abbinato come le stesse sneakers o sciarpina. Abbiamo visto lo stesso “fenomeno” anche su papà e figlio in questo articolo.

Una grande novità, ancora poco esplorata è invece la moda opposta, ossia quella che definirei la “maxi me”: ossia quei marchi nati per il segmento bimbo che decidono di lanciare la versione “adulta” dei loro prodotti.

Da noi in Italia ancora si vede poco, ma all’estero, soprattutto in ambito anglosassone, è partito il trend e sono certa che sbarcherà molto presto anche da noi.

Per ora si tratta di linee ben poco mainstream, per “addetti ai lavori”, decisamente elitarie. Ma vale la pena dare un’occhiata: perché parliamo del futuro! E poi, confessate…nessuna ma proprio nessuna di voi, nel fare shopping per le nostre bimbe ha mai occhieggiato languidamente le meraviglie che hanno sfornato fior di stilisti e designer? Beh, io ammetto candidamente di sì!

Non c’è davvero bisogno di essere delle kiddult per apprezzare le collezioni moda in versione “mini”, sempre più sofisticate, sperimentali e non sempre così zuccherose e infantili come nei decenni scorsi.

Anche la letteratura per bambini, lo dicono le statistiche, è in notevole rialzo persino da noi: mamme e papà gradiscono molto gli albi illustrati per ragazzi-ma-non-solo e apprezzano queste letture non solo per far piacere ai bambini, ma se li gustano volentieri in prima persona.

E allora, andiamo insieme alla scoperta di questo magico spazio sospeso tra infanzia e maturità, ancora inesplorato ma pieno di belle sorprese.

Partiamo con Caramel: lanciato nel 1999, questo brand ha precorso i tempi con le sue linee fresche, pulite e con un’aria vintage senza essere lezioso. Scommettiamo che sarà un anticipatore anche con la nuovissima linea woman? Alcuni pezzi iconici, usciti da pochi giorni, sono già sold out sul sito!collezioni moda mamma bambino

 

Aden Anais ha dovuto, su insistenti richieste delle clienti, che indossavano gli swaddle come foulard (confesso: l’ho fatto anche io!), produrre una versione “maxi” della loro copertina fluffy Dream e sono in lavorazione sciarpe, parei e la collezione da letti “adulti”. Non vediamo l’ora di ammirare tutto!

vestiti uguali mamma bambina

Infine il caso Anniel che produce storicamente le scarpine da balletto: il loro sito, oltre a traboccare di meraviglie, ha tantissimi modelli in comune tra mamma e figlia, una gioia per gli occhi

scarpe uguali mamma figlia

Sabina

Articoli correlati

Categorized: Moda bambini
Tagged: ,
La redazione

La redazione

La redazione di Chizzocute è come una famiglia, grande e animata, composta da donne e uomini uniti da ideali di vita sostenibile, che pongono le relazioni umane al centro delle proprie scelte, consapevoli che tutti noi “siamo frutto della nostra famiglia”.

All posts by La redazione