Skip to content

Passione libri: come sistemarli in modo ordinato in una libreria

Coloro che hanno una grande passione per i libri si ritrovano spesso a doversi scontrare con un grande dilemma: come sistemarli in modo ordinato all’interno di una libreria. È un problema che si presenta soprattutto quando il numero di volumi posseduti aumenta di anno in anno, arrivando a sovrapporsi e accavallarsi tra gli scaffali.

Le conseguenze non sono legate solo allo spazio, dal momento in cui non si sa più dove mettere quelli nuovi, ma anche all’estetica, perché i libri sistemati in questo modo non possono esprimere al meglio la bellezza delle proprie copertine e creano solo caos. 

Per risolvere il dilemma, il primo passo importante è quello di acquistare librerie ideali per la propria casa, che si adattino allo stile e agli spazi disponibili. Sullo shop online ben forniti come quello di Leroy Merlin è possibile trovarne di molti tipi, sia di design che più pratiche: questo permette una prima selezione, ma come scegliere la migliore?

E, una volta acquistata, come sistemare i libri al suo interno in modo che risultino esteticamente accattivanti? Nell’articolo che segue cercheremo di rispondere a queste domande, concludendo con qualche consiglio utile per disporre gli eccessi in casa in modo creativo. 

Scegli la libreria giusta per te

Il primo passo nella sistemazione dei propri libri è quello di prendere bene le misure, per acquistare una libreria che sia adatta al nostro stile. Che si tratti di un ambiente già arredato o di uno spazio ancora da personalizzare, altezza, larghezza e profondità costituiscono i parametri fondamentali per orientarsi nella vasta gamma di opzioni disponibili. 

È poi altrettanto importante considerare il numero di libri posseduti, per evitare l’insorgere di spazi vuoti o eccessi che porterebbero i volumi a giacere a terra, cercando di considerare anche il futuro ed eventuali acquisti successivi.

Bisogna inoltre valutare le proporzioni, poiché dimensioni eccessive delle librerie possono appesantire un ambiente, specialmente in spazi più contenuti, ed essere esteticamente sgradevole. 

È altrettanto importante considerare dove andrà posizionata la libreria, in quale contesto: quelle essenziali e lineari sono infatti ideali per la camera da letto, mentre studi e soggiorni possono ospitare soluzioni più imponenti.

Infine, si passa a scegliere materiali, colori e disposizione. Si hanno generalmente a disposizione tradizionali opzioni in legno oppure proposte più contemporanee in ferro o vetro, che possono conferire eleganza e modernità, disposte a parete, bifacciale, bassa, componibile o boiserie.

Alcuni trucchi per sistemare i libri con ordine nella libreria

Quando si dispongono i libri all’interno di una libreria è importante tenere ugualmente in considerazione sia l’aspetto pratico che quello estetico

Partendo da quello visivo legato alla piacevolezza della sistemazione, si può ad esempio partire da un’organizzazione cromatica o dall’affiancamento di libri della stessa casa editrice, per un primo asset ordinato. 

Ma esistono altri criteri che possono essere seguiti in questa fase, come ad esempio la disposizione per argomento, per autore oppure per importanza e impatto emotivo, posizionando i libri secondo una disposizione più sentimentale.

Per dare leggerezze e movimento agli scaffali è una buona pratica quella di alternare libri e accessori, posizionando vicini tra loro quelli di genere uguale: di fianco a dei libri a tema fantasy, ad esempio, si possono sistemare delle statuine di draghi o simili, mentre per il genere romantico si possono scegliere piante e fiori. 

Inoltre, la selezione della disposizione può essere influenzata dalla funzione specifica degli scaffali. Seguendo il sistema Dewey, la classificazione ufficiale del sistema bibliografico, si possono ad esempio dedicare scaffali ai libri per bambini, altri ai saggi di scienza naturale e matematica e altri all’arte. 

Indipendentemente da quale metodo viene scelto, alla fine l’unica regola certa è quella di seguire la propria personalità e preferenze, creando un ordine mentale che diventi un linguaggio visivo condiviso solo con chi condivide la passione per la lettura. 

La scelta di come sistemare i libri diventa perciò in definitiva un atto creativo e intimo, arricchendo la libreria di significato e contribuendo a rendere la casa un rifugio culturale unico.

Poco spazio in casa: ecco alcuni consigli

Quando lo spazio in casa è limitato e la libreria viene presto riempita, trovare soluzioni intelligenti diventa una necessità creativa. Diventa a questo punto importante sfruttare ogni nicchia e angolo morto con un tocco di fantasia. 

Per prima cosa, può essere utile considerare l’uso dell’altezza della stanza, come lo spazio sopra una porta o usando mensole che si posizionano lungo tutta la parete, fino al soffitto, per organizzare i libri già letti e che hanno poca necessità di essere nuovamente raggiunti.

La ricerca di spazi nascosti diventa una strategia vincente: scatole sotto il letto, sopra l’armadio o sotto i mobili rappresentano risorse preziose per mantenere il disordine fuori dalla vista. 

Un approccio innovativo può essere quello di trasformare mobili esistenti in pratiche librerie, donando una nuova funzione ad esempio al tavolino da salotto o a un mobile già presente in casa e che viene poco sfruttato.

Per concludere, una soluzione più radicale ma liberatoria è quella di dare via i libri che non suscitano più interesse. Donarli, scambiarli o regalarli a una biblioteca può essere un’ottima idea non solo per liberare spazio, ma anche per condividere la passione per la lettura con moltissime altre persone.

La redazione

Categorized: Arredamento
Tagged:
Avatar photo

La redazione

La redazione di Chizzocute è come una famiglia, grande e animata, composta da donne e uomini uniti da ideali di vita sostenibile, che pongono le relazioni umane al centro delle proprie scelte, consapevoli che tutti noi “siamo frutto della nostra famiglia”.

All posts by La redazione